Al via la 54° edizione del ''Settembre Rendese'', dal 9 al 30 settembre
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Lun, Nov
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Al via la 54° edizione del ''Settembre Rendese'', dal 9 al 30 settembre

Al via la 54° edizione del ''Settembre Rendese'', dal 9 al 30 settembre

Cosenza
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il programma è stato presentato, questa mattina, nella Sala Tokyo del Museo del Presente di Rende. A presiedere l’incontro con la stampa: il Sindaco Marcello Manna; al tavolo anche l’assessore regionale all’urbanistica, Franco Rossi. Ad illustrare il cartellone, il direttore artistico Marco Verteramo

Al via la 54° edizione del ''Settembre Rendese'', dal 9 al 30 settembre
Al via la 54° edizione del ''Settembre Rendese'', dal 9 al 30 settembre

 

“Il Settembre Rendese è un cartellone work in progress. Un grande contenitore culturale punto di riferimento per le realtà associative del territorio attesissimo dal pubblico dell’intera area urbana -sottolinea il primo cittadino Manna e aggiunge- da oltre mezzo secolo, dunque, rappresenta un momento non solo di spettacolo, ma soprattutto di aggregazione e di unione per l’intero territorio. Si riconferma il lavoro di squadra delle precedenti edizioni. Una kermesse che unisce tradizione e nuove tendenze, in linea con lo spirito più autentico della manifestazione. Il Settembre Rendese è inserito nell’elenco regionale degli eventi storicizzati e questo per noi è motivo di orgoglio e – conclude – ci spinge a migliorare di anno in anno l’evento.”

Viva soddisfazione ha espresso Franco Rossi, assessore regionale all’urbanistica sottolinenando l’impegno della Regione Calabria a sostenere manifestazioni culturali come il Settembre Rendese grazie al bando degli storicizzati. “Appuntamenti che contribuiscono ad avviare – ha affermato– un evidente cambiamento di rotta per la Calabria e che dimostrano la partecipazione attiva nel settore cultura dei singoli territori”.

Dopo i grandi numeri della scorsa edizione (nel 2018 oltre diecimila presenze per i concerti di Stato Sociale e Ron!) torna la kermesse che accompagna la fine dell’estate. Un evento di respiro nazionale che porterà in Calabria non solo il meglio del panorama musicale italiano ma anche teatro e grandi eventi culturali. In un equilibrio perfetto tra musica, prosa e arte di strada. All’insegna della commistione tra tradizione e innovazione. Un festival che, oramai da tempo, riscontra l’attenzione della stampa e il gradimento del pubblico. Ad ideare la manifestazione, l’amministrazione comunale di Rende. Co-finanziato dalla Regione Calabria con ”Avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali per la qualificazione ed il rafforzamento dell’offerta culturale presente in Calabria – Annualità 2017”. Cartellone curato dal direttore artistico Marco Verteramo.

“Anche quest’anno presentiamo un programma di altissima qualità–dichiara Verteramo–Una kermesse che unisce alla sua lunga tradizione uno sguardo sempre proteso verso l’innovazione e verso i nuovi nomi del panorama musicale italiano –e conclude – si tratta di un’offerta culturale che strizza l’occhio ai diversi target del pubblico e che invederà, con il suo spirito itinerante, i numerosi luoghi di aggregazione della città. Tra questi, immancabile la tre giorni,nel cuore di Rende, il suo centro storico”.

Musica, teatro, arte di strada, mostre d’arte, eventi culturali e buona enogastronomia. Un cartellone che ripercorrerà il meglio della musica italiana tra evergreen e nuove proposte.

Venerdì 13 settembre, alle ore 19.30, negli spazi del Museo del Presente l’esordio con la mostra conocorso “Geni Comuni”. A partecipare 70 artisti provenienti da tutta Italia e dall’estero. Un progetto ideato da Luigi Le Piane.

Mercoledì 18 settembre La kermesse entra nel vivo con il primo grande evento musicale. Alle ore 21.30, in PiazzaKennedy il concerto dei Boomdabash. “Per un Milione Tour”. La tournée segue di qualche mese la conclusione del precedente Barracuda Winter Tour e la partecipazione della band all’ultimo Festival di Sanremo con il brano da cui prende il nome: Per un milione è doppio Disco di Platino e continua a dominare l’airplay e gli ascolti in streaming a mesi di distanza dal suo debutto. La band pugliese approda al Settembre Rendese dopo il successo estivo del loro singolo “Mambo salentino”, brano che vede la collaborazione di Alessandra Amoroso.

Da Venerdì 20 settembre a domenica 22 Settembre il cartellone si sposta nel cuore del centro storico di Rende. Festival di artisti di strada, la sezione teatro e gli immancabili appuntamenti musicali.Senza dimenticare l’enogastronomia di qualità con la sezione “Degustando Rende- Quando la cucina è spettacolo” giunta ormai alla 2° edizione, nel cuore del centro storico, veri e propri showcooking a cura della “Maccaroni Chef Academy” del giovane manager Corrado Rossi. Dalle ore 19, nei vicoli del borgo antico, in programma laboratori di cucina tradizionale e showcooking con un tocco d’innovazione.”

Venerdì 20 settembre, dunque, dalle ore 19, “degustando rende”, artisti di strada e la favola “Il piccolo Principe ” a cura del Centro Rat (ore 20).

Alle 21.30, in Piazza degli Eroi, un grande appuntamento autoriale con Bungaro. Cantautore elegante e un artigiano della musica. Viene spesso definito “l’autore delle donne”: molte delle sue canzoni sono state portate al successo da alcune delle voci femminili più importanti del panorama musicale italiano e internazionale, tra cui Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Daniela Mercury, Miùcha Buarque de Holanda, Paula Morelembaum, Ana Carolina e Kay McCarthy. Inoltre, ha scritto e collaborato con Gianni Morandi, Raf, Marco Megoni, Eros Ramazzotti e Neri Marcorè e Paola Cortellesi.

Sabato 21 settembre, torna in scena il centro storico di Rende. Un’altra serata, a partire dalle ore 19, dedicata all’enogastronomia del territorio, agli artisti di strada e alla poesia. Alle ore 20, per la sezione teatro il divertente musical “Mamma mia”. Alle ore 21.30, in piazza degli Eroi, un altro grande interprete della musica italiana Antonella Ruggiero. Un concerto che ripercorrerà i brani più amati di una Signora della musica italiana. una delle voci più versatili del panorama italiano.
Il suo nome ha raccontato e seguito l’evoluzione dei costumi e del gusto del grande pubblico.Prima con il gruppo dei Matia Bazar, poi con una carriera solista variegata e di successo.

Domenica 22 settembre, il centro storico si animerà ancora una volta con gli stand di enogastronomia locale, la briosità degli artisti di strada. Alle ore 20, torna il teatro con lo spettacolo di Scena Verticale “Va pensiero che io ti copro le spalle”. Scritto da Giuseppe Vincenzi di una trilogia di e con Dario De Luca, attore di Scena Verticale. Alternando canzoni e racconti col tastierista Paolo Chiaia che fa da simpatica spalla, De Luca prosegue con originalità e personalità nel solco del teatro-canzone di Gaber fatto di stacchi cabaret e musica è un “io” narrante che oscilla, beffardo e demenziale, tra dubbi irrisolti e crisi di nervi

Alle ore 21.30, in Piazza degli Eroi, un altro grande cantautore della musica italiana. In scena, il concerto di Giorgio Conte. Cantautore raffinato fratello di Paolo Conte. Ha composto per numerosi interpreti, come Mia Martini (Agapimu), l’Equipe 84 (Una giornata al mare), Rosanna Fratello (Non sono Maddalena), Gipo Farassino (La mia gente, Girano).

Gran finale del cartellone giovedì 26 settembre. Un altro importante evento live con i leggendari “Stadio“. Un concerto che ripercorrerà i brani più importanti della band. In vista del 40esimo anniversario della nascita del gruppo e a tre anni dalla vittoria di Sanremo con la canzone “Un giorno mi dirai”. Un tour antologico, che riproporrà i brani “Stadio Mobile Live”, il primo disco live degli Stadio pubblicato nel 1993.

Altra sezione importante quella dedicata allo sport e all’associazionismo coordinata da Giorgio Porro, Presidente polisportiva Olimpia. Tre appuntamenti dedicati quindi allo sport: sabato 14 settembre con il Social day, dalle ore 18, “Giochi senza barriere”; il coro “Voci di luce” e il concerto “Rime per un sogno”. Mercoledì 25 settembre, la I gara podistica “Don Carlo De Cardona” e a chiudere il lungo cartellone sabato 28 settembre la Notte Bianca dello sport, dalle ore 18, nel Centro Olimpia (via Repaci).

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook