ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), sventato' matrimonio di comodo', 4 denunce
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Dom, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), sventato' matrimonio di comodo', 4 denunce

ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), sventato'matrimonio di comodo', 4 denunce

Cosenza
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nozze false per fare ottenere permesso soggiorno a immigrato

ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), sventato' matrimonio di comodo', 4 denunce
ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), sventato' matrimonio di comodo', 4 denunce

 

ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), 18 NOV - Stavano organizzando un "matrimonio di comodo" per fare ottenere il permesso di soggiorno ad un cittadino marocchino: quattro persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina a Roseto Capo Spulico, nel Cosentino. I quattro, tre uomini di nazionalità marocchina e una donna romena, erano a bordo di un auto fermata per un controllo sulla statale 106. Nell'immediatezza gli occupanti della vettura hanno tentato, non riuscendoci, di giustificare la loro presenza dichiarando di essere braccianti impegnati nei campi della vicina Basilicata. A seguito di una perquisizione, però, i finanzieri hanno trovato documenti relativi alla realizzazione del matrimonio. A confessare tutto è stata la donna, la quale ha dichiarato che l' "unione" era stata orchestrata per fare ottenere il permesso di soggiorno al futuro "sposo" marocchino che le avrebbe elargito 7 mila euro, in parte (3 mila) già intascati. I quattro rischiano pene da uno a 5 anni.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook