VIBO VALENTIA, sequestrati 20 mln beni a boss Mancuso - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Mer, Mag

VIBO VALENTIA, sequestrati 20 mln beni a boss Mancuso

VIBO VALENTIA, sequestrati 20 mln beni a boss Mancuso

Vibo Valentia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Indagine Gdf evidenziato strategie per passaggio proprietà cosca

VIBO VALENTIA, sequestrati 20 mln beni a boss Mancuso
VIBO VALENTIA, sequestrati 20 mln beni a boss Mancuso

 

VIBO VALENTIA, 17 OTT - Beni per 20 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Vibo Valentia al boss Giovanni Mancuso, di 78 anni, detto "Billy", in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Dda. L'operazione, denominata "Terra nostra", ha riguardato 92 terreni, 16 fabbricati, 9 auto, un trattore, 2 aziende agricole e 2 ditte individuali. Dalle indagini, coordinate dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, dall'aggiunto Vincenzo Capomolla e dai pm Antonio De Bernardo e Pasquale Mandolfino, sono emerse procedure di passaggio dei beni, che, secondo l'accusa, in apparenza rispettano i canoni della legalità ma che in realtà nascondono i meccanismi perversi del metodo mafioso. Molti beni, infatti sono stati acquisiti, ad esempio, grazie all'usucapione approfittando dello stato di bisogno dei legittimi proprietari e sfruttando la forza del vincolo associativo, oltre che con passaggi notarili di beni fittiziamente intestati.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002