Coprifuoco Italia, Bassetti: "Portarlo alle 24 e toglierlo a giugno" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Coprifuoco Italia, Bassetti: "Portarlo alle 24 e toglierlo a giugno"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Abolire ora il coprifuoco? "Sarei più per farlo, ma facendolo rispettare. Portandolo a mezzanotte magari per questo periodo di maggio, fino a che non avremo una riduzione significativa" dei numeri di Covid-19, "e poi a giugno, a metà mese, eliminarlo del tutto".

Questa la via suggerita da Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria. 

"Il coprifuoco fatto così non solo non serve - spiega all'Adnkronos Salute - ma serve al contrario", nel senso che "è controproducente fisiologicamente. Perché così, fissato alle 22 e con i ristoranti aperti, non fai altro che concentrare in un periodo di tempo più breve lo stesso numero di persone. Il coprifuoco ha come obiettivo primario quello di disincentivare le persone a uscire, ad andare in giro, ma in questo modo non le disincentivi - avverte l'esperto - anzi le concentri in un periodo più breve". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002