Arte e Cultura - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Lun, Mag

Fedez e il concerto del primo maggio, il caso -tra Twitter e denunce di censura- irrompe nel dibattito politico. Al concerto del primo maggio il rapper ha attaccato la Lega per l'ostruzionismo al ddl Zan contro l'omofobia. Sui social, con video pubblicati su Twitter e Instagram, l'artista ha denunciato il presunto tentativo di censura della Rai. Da ieri sera, i temi sono diventati argomento di discussione per tutta la politica. Una polemica tutta interna alla sinistra taglia corto Matteo Salvini. 

Pillon a Fedez: "Sì al confronto, no al comizio"

 

Simone Pillon replica alle parole di Fedez, oggi in testa alle tendenze Twitter dopo il discorso al concerto del primo maggio. "Ieri sera, dopo una giornata passata a fare il papà a tempo pieno, sono crollato dal sonno e ho dormito come un angioletto. Stamattina ho aperto il telefono e l'ho trovato intasato di messaggi perché Federico in arte Fedez ieri sera ha nuovamente attaccato me, i colleghi e la Lega usando il palco del 1° maggio e i soldi del canone Rai che tutti paghiamo per fare un comizio politico a senso unico, senza contraddittorio. Quando vorrà un confronto anziché continuare coi soliloqui di parte e di partito, sa come trovarmi", ha scritto il senatore leghista in un post su Facebook. 

Concerto primo maggio, Rai a Fedez: "Mai chiesto i testi"

 

Dopo le accuse lanciate ieri da Fedez, "la direzione di Rai3 conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo Maggio – richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto – e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista". E' quanto si legge in una nota rilasciata dopo il video pubblicato su Twitter dal rapper con la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell'evento.  

La calma della sera
La calma della sera

 

Certe sere indossano una calma silenziosa cucita ai drappi delle stelle. Un mondo si riavvolge dentro il sipario delle cose, si accuccia come un bambino e qualcosa di bello sembra affacciarsi dalla china del colle o dal contorno sfumato della luna. Le nuvole appaiono filamenti d'argento e un odore giunge come una visita inaspettata a sedersi nel grembo delle cose.

Concerto primo maggio, Fedez: "Ecco la telefonata con Raitre"

 

"La Rai smentisce la censura. Ecco la telefonata". Fedez, protagonista al Concerto del primo maggio con un monologo sul ddl Zan, pubblica su Twitter la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell'evento. L'artista, prima dell'esibizione di oggi, ha fatto riferimento a pressioni che avrebbe ricevuto per edulcorare il testo dell'intervento, nel quale ha attaccato la Lega e in particolare il senatore Ostellari, relatore del Ddl Zan. "Sono felice di essere salito sul Palco del Primo maggio, non mi aspettavo che dalla Rai arrivasse una smentita rispetto a quello che è accaduto ieri. Sono stato chiamato, mi hanno detto parole come ‘devi adeguarti ad un sistema’ o ‘non puoi dire i nomi che fai’. Avrei voluto evitarlo, ma nel momento in cui mi si dà del bugiardo mi trovo costretto a pubblicare la telefonata, una delle più spiacevoli della mia vita", dice Fedez su Instagram. 

Fedez al concertone 1 maggio, appello a Draghi e attacco alla Lega

 

Fedez protagonista al Concertone del primo maggio 2021 con un monologo tra le richieste per il mondo dello spettacolo al premier, il "caro Mario", e l'attacco alla Lega sul Ddl Zan. "E' la prima volta che mi succede di dover inviare il testo di un mio intervento perché venga sottoposto ad approvazione politica, approvazione che purtroppo non c'è stata in prima battuta, o meglio dai vertici di Raitre mi hanno chiesto di ometterne dei partiti e dei nomi e di edulcorarne il contenuto", dice il rapper.

Fedez al concerto 1 maggio, appello a Draghi e attacco alla Lega

 

Fedez protagonista al concerto del primo maggio 2021 con un monologo tra le richieste per il mondo dello spettacolo al premier, il "caro Mario", e l'attacco alla Lega sul Ddl Zan. "E' la prima volta che mi succede di dover inviare il testo di un mio intervento perché venga sottoposto ad approvazione politica, approvazione che purtroppo non c'è stata in prima battuta, o meglio dai vertici di Raitre mi hanno chiesto di ometterne dei partiti e dei nomi e di edulcorarne il contenuto", dice il rapper. "Ho dovuto lottare un pochino ma alla fine mi hanno dato il permesso di esprimermi liberamente. Come ci insegna il Primo maggio, nel nostro piccolo dobbiamo lottare per le cose importanti. Ovviamente da persona libera mi assumo tutta la responsabilità di ciò che dico e faccio Il contenuto di questo intervento è stato definito inopportuno dalla vicedirettrice di Raitre", spiega. 

Fedez al Concertone 1 maggio diventa caso politico

 

Fedez al Concertone del primo maggio diventa un caso politico. La Lega, prima dell'esibizione del rapper, si schiera contro l'eventuale show politico dell'artista: "Se Fedez userà a fini personali il concerto del 1 maggio per fare politica, calpestando il senso della festa dei lavoratori, la Rai dovrà impugnare il contratto e lasciare che i sindacati si sobbarchino l'intero costo dell'evento", dicono dicono i senatori e deputati della Lega in Vigilanza Rai.

Concertone 1 maggio, Chadia in topless sul palco

 

Show in topless al concertone del primo maggio. Chadia Rodriguez, sul palco dell'auditorium con Federica Carta, si toglie giacca e t-shirt durante l'esecuzione di 'Bella Così'. "Viva la libertà d'amore e l'amore di essere liberi di amare chi vogliamo e come vogliamo", dice l'artista di origini marocchine al termine dell'esinizione. "Sentitevi sempre liberi di essere voi stessi e di amare chi volete", aggiunge Federica Carta. 

Fedez al concerto 1 maggio diventa caso politico

 

Fedez al concerto del primo maggio diventa un caso politico. La Lega, prima dell'esibizione del rapper, si schiera contro l'eventuale show politico dell'artista: "Se Fedez userà a fini personali il concerto del 1 maggio per fare politica, calpestando il senso della festa dei lavoratori, la Rai dovrà impugnare il contratto e lasciare che i sindacati si sobbarchino l'intero costo dell'evento", dicono dicono i senatori e deputati della Lega in Vigilanza Rai. Matteo Salvini con un tweet interviene: "Il 'concertone' costa circa 500.000 euro agli italiani, a tutti gli italiani, quindi i comizi 'de sinistra' sarebbero fuori luogo". 

risitas

 

Juan Joya Borja, il comico spagnolo diventato un meme e una star per la risata virale, è morto all'età di 65 anni dopo una lunga malattia. Borja, noto come El Risitas, è diventato una celebrità dal 2014 con la diffusione del video di una vecchia apparizione nello show: nella clip, relativa ad un'apparazione allo show Ratoes Coloraos di quasi 20 anni fa, il comico

Una scena del Don Chisciotte con il corpo di Ballo della Scala
Una scena del Don Chisciotte con il corpo di Ballo della Scala

 

Il 15 maggio, alle ore 20, in streaming sul sito e sulle pagine Facebook e YouTube del Teatro 'Serata Grandi Coreografi'. Grandi coreografi del passato e del presente, un viaggio tra gli stili attraverso estratti di noti ed ispirati balletti per una serata ricca di suggestioni e di coinvolgimento emotivo, per trasportare il pubblico in una dimensione fatta di energia, colori, vitalità ma anche di elevazione, eleganza e lirismo.

Sottocategorie

ASSOCIAZIONE #EUMESWIL è un’associazione culturale non-profit, sorta a Firenze e Vienna con lo scopo di studiare e diffondere l’opera, il pensiero e lo stile esistenziale di #ErnstJünger.