Arte e Cultura - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Mar, Mag

Fedez, Rai, 1 maggio: il 'caso censura' sulla Bbc

 

Fedez, la Rai, il primo maggio, la presunta censura: tutto sulla Bbc. La vicenda, che da oltre 24 ore monopolizza il dibattito politico in Italia, trova spazio anche sul sito della Bbc. 'Italian rapper Fedez accuses state TV of censorship attempt' è il titolo dell'articolo, 'Il rapper italiano Fedez accusa la tv di stato di un tentativo di censura'. L'articolo ripercorre le tappe del caso, fa riferimento all'intervento dell'artista durante il concerto e poi segue i vari step con la pubblicazione degli estratti della telefonata tra Fedez e i funzionari di Raitre, con riferimento al ''sistema'' a cui il rapper dovrebbe adeguarsi. In chiusura, i riferimenti a Matteo Salvini. La Bbc ricorda che il leader della Lega -partito accusato da Fedez per l'ostruzionismo sul ddl Zan- ha invitato il rapper ad un confronto su "libertà e diritti". 

Covid e scuola, Bianchi: "Dopo vaccino a insegnanti dosi ai ragazzi"

 

Covid e scuola. "Innanzitutto bisogna completare le vaccinazioni degli insegnanti, siamo arrivati al 70%, dopodiché arriveremo a vaccinare anche i più piccoli" ha detto il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, a Sky tg24. "La vaccinazione nelle scuole è una strada da percorrere, ma completiamo la vaccinazione degli insegnanti e di tutto il personale, poi affrontiamo il problema anche dei ragazzi più grandi e progressivamente di tutti quelli che hanno meno di 16 anni".  

Matteo Salvini "pronto a un confronto tv con Fedez". Il leader della Lega -dopo le schermaglie su Twitter nelle ultime 24 ore- prospetta un faccia a faccia con il rapper che ieri, nel concerto del primo maggio, è stato protagonista di un intervento dirompente: Fedez, che ha denunciato un tentativo di censura da parte della Rai, ha attaccato la Lega soffermandosi in particolare sul tema

"In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti". Lo afferma l’Ad Rai Fabrizio Salini in una nota.  

The offering - Cristina Rivera Lucioni
The offering - Cristina Rivera Lucioni

 

"C'è una bellissima storia dietro questo dipinto. L'ho chiamato L'offerta perché vi è Gesù Cristo la notte prima di essere crocifisso, mentre prega per tutti noi. Questa storia mi ricorda costantemente che Gesù ha pregato per te e per me e questo è qualcosa di straordinariamente potente e confortante."  (Cristina Rivera Lucioni)

"Fedez e Rai 3, polemica tutta interna alla sinistra. Artista di sinistra, “censori” di sinistra. Viva la musica e la libertà. Aspettiamo che qualcuno paghi e si dimetta. P.s. L’interlocutrice Rai registrata da Fedez era portavoce di Veltroni, sindaco Pd di Roma". Così Matteo Salvini su Twitter commenta il caso Fedez nato dopo il discorso del rapper al concerto del primo maggio. 

Fedez e il concerto del primo maggio, il caso -tra Twitter e denunce di censura- irrompe nel dibattito politico. Al concerto del primo maggio il rapper ha attaccato la Lega per l'ostruzionismo al ddl Zan contro l'omofobia. Sui social, con video pubblicati su Twitter e Instagram, l'artista ha denunciato il presunto tentativo di censura della Rai. Da ieri sera, i temi sono diventati argomento di discussione per tutta la politica. Una polemica tutta interna alla sinistra taglia corto Matteo Salvini. 

Pillon a Fedez: "Sì al confronto, no al comizio"

 

Simone Pillon replica alle parole di Fedez, oggi in testa alle tendenze Twitter dopo il discorso al concerto del primo maggio. "Ieri sera, dopo una giornata passata a fare il papà a tempo pieno, sono crollato dal sonno e ho dormito come un angioletto. Stamattina ho aperto il telefono e l'ho trovato intasato di messaggi perché Federico in arte Fedez ieri sera ha nuovamente attaccato me, i colleghi e la Lega usando il palco del 1° maggio e i soldi del canone Rai che tutti paghiamo per fare un comizio politico a senso unico, senza contraddittorio. Quando vorrà un confronto anziché continuare coi soliloqui di parte e di partito, sa come trovarmi", ha scritto il senatore leghista in un post su Facebook. 

Concerto primo maggio, Rai a Fedez: "Mai chiesto i testi"

 

Dopo le accuse lanciate ieri da Fedez, "la direzione di Rai3 conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo Maggio – richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto – e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista". E' quanto si legge in una nota rilasciata dopo il video pubblicato su Twitter dal rapper con la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell'evento.  

La calma della sera
La calma della sera

 

Certe sere indossano una calma silenziosa cucita ai drappi delle stelle. Un mondo si riavvolge dentro il sipario delle cose, si accuccia come un bambino e qualcosa di bello sembra affacciarsi dalla china del colle o dal contorno sfumato della luna. Le nuvole appaiono filamenti d'argento e un odore giunge come una visita inaspettata a sedersi nel grembo delle cose.

Concerto primo maggio, Fedez: "Ecco la telefonata con Raitre"

 

"La Rai smentisce la censura. Ecco la telefonata". Fedez, protagonista al Concerto del primo maggio con un monologo sul ddl Zan, pubblica su Twitter la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell'evento. L'artista, prima dell'esibizione di oggi, ha fatto riferimento a pressioni che avrebbe ricevuto per edulcorare il testo dell'intervento, nel quale ha attaccato la Lega e in particolare il senatore Ostellari, relatore del Ddl Zan. "Sono felice di essere salito sul Palco del Primo maggio, non mi aspettavo che dalla Rai arrivasse una smentita rispetto a quello che è accaduto ieri. Sono stato chiamato, mi hanno detto parole come ‘devi adeguarti ad un sistema’ o ‘non puoi dire i nomi che fai’. Avrei voluto evitarlo, ma nel momento in cui mi si dà del bugiardo mi trovo costretto a pubblicare la telefonata, una delle più spiacevoli della mia vita", dice Fedez su Instagram. 

Fedez al concertone 1 maggio, appello a Draghi e attacco alla Lega

 

Fedez protagonista al Concertone del primo maggio 2021 con un monologo tra le richieste per il mondo dello spettacolo al premier, il "caro Mario", e l'attacco alla Lega sul Ddl Zan. "E' la prima volta che mi succede di dover inviare il testo di un mio intervento perché venga sottoposto ad approvazione politica, approvazione che purtroppo non c'è stata in prima battuta, o meglio dai vertici di Raitre mi hanno chiesto di ometterne dei partiti e dei nomi e di edulcorarne il contenuto", dice il rapper.

Sottocategorie

ASSOCIAZIONE #EUMESWIL è un’associazione culturale non-profit, sorta a Firenze e Vienna con lo scopo di studiare e diffondere l’opera, il pensiero e lo stile esistenziale di #ErnstJünger.