Arte e Cultura - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
02
Sab, Lug

Cultura

Le ultime notizie, le informazioni, le foto, i video e gli approfondimenti sul mondo della cultura e dell'arte

 

"Sono cambiato, ora mi concentro sulla musica. Chiedo scusa a Vittorio Brumotti". Simone Rizzuto, in arte 'Mr Rizzus', non ha l'aria da bravo ragazzo ma neanche quella di chi non impara dai suoi errori. Nell'aprile 2019 ha inveito contro l'inviato di Striscia la notizia, presente a Monza per un servizio sullo spaccio di droga nella zona della stazione ferroviaria, e ora si pente per quegli insulti. "Ho sbagliato a scrivergli quelle cose in chat - spiega all'Adnkronos - mi sono sentito provocato dalle sue risposte, ma questa non è una scusa. Ne è nato un botta e risposta scritto, ma io non ho minacciato né lui, né la sua fidanzata". 

 

"Quando gli ho dato la notizia che poteva uscire dall'ospedale è rimasto sorpreso, e poi ha avuto una reazione di felicità, è stato molto contento. Ha avuto l'istinto di darmi un abbraccio, poi si è reso conto che non si poteva tra infezioni e altro, e allora ci siamo dati un colpo di gomito. Era molto emozionato". Il professor Davide Melandri, direttore del Centro Grandi Ustionati Bufalini di Cesena, descrive così all'Adnkronos il momento delle dimissioni di Gianni Morandi, dopo il ricovero d'urgenza del cantante quasi un mese fa a causa di una brutta ustione che lo ha colpito nelle mani e nelle gambe. "E' stata un po' una sorpresa per lui, perché pensava di restare qualche giorno in più -dice il professor Melandri- ma era il momento giusto, migliorava e abbiamo pensato che fosse giusto dimetterlo". 

 

Gianmarco Tognazzi insultato e minacciato dopo aver interpretato l'allenatore Luciano Spalletti in 'Speravo de morì prima', la serie tv Sky su Francesco Totti. "Sono stato riempito di insulti e minacce da gente che non ha capito la differenza tra un attore e il personaggio che interpreta. Ma è mai possibile?", si sfoga l'attore con la rivista Di Più Tv. Tognazzi, che nella serie televisiva interpreta l'allenatore che più volte si è scontrato con l'ex capitano della Roma, ha continuato: "Mi hanno detto che ho costretto Totti a ritirarsi e che me la faranno pagare. Ma non lo capiscono che io non sono il vero Luciano Spalletti?". Tognazzi ha poi concluso dicendo: "In parte me lo aspettavo, perché è già capitato ad altri attori prima di me di essere scambiati per il personaggio interpretato nella finzione". 

 

Max Gazzè e Daniele Silvestri determinati a ripartire con i live e preoccupati per il settore della musica live mettono in guardia il ministro Franceschini: "Sono certo che Franceschini voglia fare e voglia dire un sacco di cose ma il fatto che non sappia come comincia a diventare ridicolo. Deve ascoltare meglio il settore per capire cosa non deve morire e non deve fermarsi", sottolinea Silvestri durante la presentazione del nuovo album di Gazzè 'La matematica dei rami', al quale ha partecipato come componente della Magical Mystery Band, la band con cui è stato realizzato il disco.  

Che rapporto c'è fra un arazzo di lana e seta, un algoritmo generativo e l'estinzione delle tigri? Come ipotizzare nuove forme di socialità partendo dallo studio delle barriere coralline attraverso il deep learning? Qual è il confine fra umanizzazione della macchina e disumanizzazione dell’individuo? Che suono hanno le

 

 Un muro che racconta la storia del cinema italiano, due campi da basket che si trasformano in opere d'arte permanenti, un quartiere che si fa ponte e percorso narrativo della città di Roma che ha una nuova dorsale artistica. Un nuovo tassello di un mosaico urbano contemporaneo, tra street art e arte pubblica, che ne delinea e disegna le progettualità inclusive e partecipative future.  Si tratta dei Cantieri San Paolo, progetto nato con il sostegno della Regione Lazio all’ambito dell’iniziativa Lazio Street Art con Dominio Pubblico, diretto da Tiziano Panici, e con la curatela di Michele Trimarchi: una serie di nuovi interventi di arte urbana firmati da diversi protagonisti della scena italiana e internazionale, Greg Jager, Gojo e Collettivo ‘900 con Leonardo Crudi ed Elia Novecento, Wuarky e Lola Poleggi, e che vede protagonista il quartiere romano incastonato tra Valco San Paolo e l'IIS Rossellini.   

 

 

Fabio Volo parla del film in uscita di cui è protagonista, ‘Genitori vs Influencer’. La mamma di Paolo Brosio compie 100 anni: gli auguri degli amici vip.   

 

Riaprono le scuole, per molti studenti oggi è il giorno del ritorno in classe. Da oggi saranno quasi 5,6 milioni (2 su 3, il 66%) gli alunni che torneranno in presenza a scuola, mentre quasi 3 milioni dovranno continuare a seguire le lezioni in Dad. Le regioni più interessate dalla riapertura in presenza sono la Lombardia con 785.910 di ragazzi a scuola (e 615.903 in Dad), il Lazio con 687.592 (e 133.737 in Dad), il Veneto con 573.694 (e 106.402 in Dad), la Campania con 484.731 (e 460.262 in Dad) e l’Emilia Romagna con 335.580 alunni (e 284.843 in Dad). Con la quasi totalità degli alunni in presenza (82-83%) le isole: la Sicilia con 614.891 e la Sardegna con 170.004. 

 

E’ morto all'età di 93 anni Hans Kung, uno dei teologi più rinomati al mondo e fondatore della Global Ethic Foundation. Kung si è spento nella sua casa di Tubinga. Gli svizzeri, che hanno insegnato a Tubinga dal 1960 al 1996, hanno svolto un ruolo chiave nella formazione della Chiesa cattolica e i libri del teologo sono diventati dei bestseller. Negli ultimi 30 anni, ricorda Katholisch.de, Kung è stato particolarmente impegnato nel dialogo tra le religioni del mondo, in particolare nel 'Global Ethic Project'. Kung aveva pubblicato il libro 'Project Global Ethic' nel 1990, basato sulla filosofia di Kant, e in esso ha perseguito la questione dei valori che uniscono tutte le persone e tutte le religioni. Kung ha ricevuto molti premi, tra cui oltre una dozzina di dottorati onorari. 

Sottocategorie