Golden Globe 2021, 'Nomadland' Miglior film - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
13
Dom, Giu

Golden Globe 2021, 'Nomadland' Miglior film

Arte e Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

E' 'Nomadland' di Chloe Zhao il Miglior film drammatico della 78esima edizione dei Golden Globes. Una vittoria storica perché segna anche il riconoscimento di Zhao come Miglior regista, la prima donna premiata dal 1984.

A 'Minari' di Lee Isaac Chung va invece il premio come Miglior film straniero, mentre 'Borat Subsequent Movie Film' vince come 'Miglior film comico dell'anno'. Il protagonista, Sasha Baron Cohen, ha accolto il premio ringraziando "la giuria tutta bianca" della Hollywood Foreign Press, aggiungendo ironico: "Donald Trump sta contestando il risultato". 

Il premio come Miglior attore drammatico è andato postumo a Chadwick Boseman, morto lo scorso agosto a causa di un tumore, per il suo ruolo nel film 'Ma Rainey's Black Bottom'. A Jodie Foster il Golden Globe per la Miglior attrice non protagonista in 'The Mauritanian'. L'edizione 2021 dei Golden Globes, che a causa della pandemia è stata presentata a distanza da Tina Fey e Amy Poehler con un red carpet virtuale, ha visto il riconoscimento di Laura Pausini per 'Io sì (Seen)', miglior canzone nel film 'La vita davanti a sé' di Edoardo Ponti, e la premiazione di Jane Fonda con il Golden Globe alla carriera. 

A Josh O'Connor e Emma Corrin vanno i riconoscimenti come Miglior attore e attrice protagonista in una serie tv per la loro interpretazione del Principe Carlo e di Lady Diana in 'The Crown', premiata come Miglior serie drammatica e che incassa un Golden Globe anche per Gillian Anderson come Miglior attrice non protagonista. A Catherine O'Hara va il Golden Globe per la migliore attrice protagonista di una serie comica televisiva in 'Schitt's Creek', premiata a sua volta come Miglior serie comica/musical. 

Il premio alla Miglior attrice protagonista in una miniserie o film tv va ad Anya Taylor-Joy per 'La regina degli scacchi', che vince anche il Golden Globe per la Miglior miniserie. Il Miglior attore protagonista in una serie tv commedia-musicale è Jason Sudeikis per 'Ted Lasso', mentre il Golden Globe per la Miglior colonna sonora va a Trent Reznor, Atticus Ross, Jon Batiste per 'Soul'. Ad Aaron Sorkin il premio per la Miglior sceneggiatura in un film drammatico per 'Il processo ai Chicago 7', che Sorkin ha anche diretto.