Sanremo 2021, la città dei fiori dall'alto: in volo con i carabinieri - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Sanremo 2021, la città dei fiori dall'alto: in volo con i carabinieri

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

E' una Sanremo da oggi in zona gialla eppure semideserta quella alla vigilia dell’apertura del festival della canzone italiana. La kermesse, arrivata alla sua 71esima edizione, è illuminata dal sole ma mai come in questo anno di Covid, sirene e chiusure, poco presa d’assalto.

Sono pochi i curiosi, per lo più residenti, in strada, qualcuno si scatta una foto davanti all’ingresso del teatro Ariston in una atmosfera per lo più sottotono, decisamente surreale. Con i carabinieri del XV nucleo elicotteri l’Adnkronos ha sorvolato la riviera da Albenga ad Alassio fino, appunto, a Sanremo e a Riva Ligure.  

"Un servizio che svolgiamo a titolo di prevenzione e supporto all’attività dei reparti che pattugliano da terra per garantire la sicurezza dei cittadini e di tutti gli operatori impegnati in questi giorni nella manifestazione" spiega il comandante Stefano Saccocci. Spiagge e strade davvero poco frequentate, rispetto a quanto avviene in generale durante tutto l’anno e in particolare in questo periodo di frenetici preparativi prima e di kermesse vera e propria poi. Mancano ormai poco più di 24 ore all’inizio di Sanremo, la città è pronta, le vetrine dei negozi sono addobbate a tema e dagli altoparlanti in strada si può sentire il jingle del festival. Manca il pubblico, certo, ma non l’attesa perché d’altronde, come si dice, ‘Sanremo è Sanremo’. (dall'inviata Silvia Mancinelli)