Battiato, Pippo Baudo: "Come lui nessuno" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Mer, Giu

Battiato, Pippo Baudo: "Come lui nessuno"

Spettacoli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Franco Battiato è stato un grandissimo artista, completo, una perla per la musica leggere d'autore: i suoi testi erano poesia e filosofia, la sua musica era originalissima. Come Battiato c'era e c'è soltanto Battiato: nessuno scrive, compone e canta come lui!". Così Pippo Baudo ricorda con l'AdnKronos il suo concittadino morto a 76 anni.  

alternate text

 

"E' stato sempre vicino alla sua Sicilia, era molto legato alla sua terra e non l'ha mai lasciata. Prima abitava nel centro storico di Catania, nella bellissima via Crociferi, una strada barocca molto frequentata. Poi, per avere più tranquillità, si ritirò nella sua villa a Milo, il paese più alto sull'Etna, dove comprò un palmento, accanto a lui poi venne anche ad abitarci per lunghi periodi Lucio Dalla. Lo andavo spesso a trovare, eravamo tanto amici", ha detto ancora il popolare conduttore televisivo. 

Per Baudo, "in Battiato emergeva l'anima al tempo stesso siciliana e internazionale, europea e araba. Il sodalizio con il filosofo Sgalambro unì due anime eccezionali. Se ne è andato un grande, che ha rappresentato il volto autentico, bello e colto della nostra Sicilia". 

(di Enzo Bonaiuto)