Light + Building 2024 a Francoforte: il focus è Be Electrified
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Feb

Light + Building 2024 a Francoforte: il focus è Be Electrified

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Il Light + Building 2024 di Francoforte si prepara ad accogliere i professionisti con una partecipazione record che vede al momento oltre 2130 aziende iscritte, pronte a presentare le loro soluzioni innovative nel campo dell'illuminazione e della tecnologia dei servizi per l'edilizia. Con un aumento significativo di aziende

rispetto alle edizioni precedenti, questa fiera rappresenta un punto di incontro cruciale per i professionisti del settore provenienti da tutto il mondo. La fiera, che si terrà dal 3 all'8 marzo 2024, vedrà una forte presenza internazionale con espositori che, dopo la Germania, provengono per il 77% del totale, principalmente da Italia, Cina, Turchia, Spagna, Polonia, Austria, Paesi Bassi, Gran Bretagna, Francia e Grecia.  

  

Il focus di quest'anno è "Be Electrified" e punta a mettere in evidenza l'importanza dell'elettrificazione come pilastro per un settore edilizio che sia sostenibile e all'avanguardia. La fiera infatti offrirà una panoramica completa sulle ultime tendenze in materia di illuminazione, ingegneria elettrica, automazione domestica ed edilizia, oltre a mostrare tutte le novità e le nuove tecnologie che arriveranno sul mercato. Con oltre 2000 produttori pronti a presentare le ultime soluzioni in termini di sistemi di illuminazione intelligenti e tecnologie avanzate per la casa e gli edifici, l'infrastruttura elettrica assume un'importanza cruciale.  

  

Proprio per questo un altro tema caldo della fiera è il settore dell'energia sostenibile, con un focus particolare sui sistemi fotovoltaici. Questi giocano un ruolo centrale per il futuro energetico, dalle centrali elettriche agli impianti privati sui balcone, da quelli sui tetti dei condomini ai campi fotovoltaici commerciali. Nel campo della tecnologia dei servizi per l'edilizia, i temi della fonte energetica, dell'indipendenza e dell'immagazzinamento dell'energia sono diventati sempre più importanti negli ultimi anni.  

  

Al Light + Building 2024 saranno presentate quindi le nuove soluzioni per temi sempre più importanti, come gli impianti fotovoltaici e l'accumulo di energia e sono ben 70 gli espositori esperti in materia di mobilità elettrica e infrastrutture di ricarica, mentre 45 sono le aziende che presentano innovazioni tecnologiche e nuovi prodotti per l'approvvigionamento energetico decentralizzato. Dieci di loro sono specialisti di sistemi fotovoltaici.  

  

La fiera riflette infatti le tendenze attuali del mercato, sottolineando quindi l'importanza sia dell'indipendenza energetica che quella dello stoccaggio. In particolare, le aree tematiche come la mobilità elettrica, l'infrastruttura di ricarica e i sistemi energetici decentralizzati saranno al centro dell'attenzione, con aziende leader del settore che presenteranno le loro innovazioni. Tra i protagonisti figurano ABB, Amperfied, Bosch Thermotechnik, Compleo Charging Solutions, Fronius, Go-e, Hager, Hensel, Hepa Solar, Legrand e Mennekes, solo per citarne alcuni. 

  

Ed infine non mancheranno le principali aziende che si occupano delle soluzioni illuminotecniche che presenteranno innovativi concetti di illuminazione sia per gli interni che per l'outdoor. Dai prodotti intelligenti, portatili e minimalisti a quelli con effetti sorprendenti. I designer infatti sperimentano nuovi materiali e tecnologie, studiano nuovi processi produttivi e risorse sostenibili e queste tendenze influenzano il processo di progettazione. 

In un'epoca di cambiamenti dinamici e di ibridazione, gli apparecchi d'illuminazione che soddisfano queste esigenze hanno un vantaggio decisivo: possono stare al passo con un processo di cambiamento continuo. Gli esperti di illuminazione mostreranno quindi le loro creazioni che consentono di passare da un'atmosfera di luce ad un'altra in base alla situazione e che si distinguono sia per l'estetica che per la tecnologia. Combinazioni di materiali inaspettate e contrastanti danno vita a oggetti di illuminazione espressivi. Tra le aziende presenti segnaliamo Artemide, Arkoslight, Bega, Bomma, Cangini E Tucci, Martinelli Luce, Molto Luce e Nimbus. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.