Francia, Sainte-Soline i 'bacini della rabbia'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Lun, Giu

Francia, Sainte-Soline i 'bacini della rabbia'

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Tensioni e scontri a Sainte-Soline, comune di 379 abitanti nel dipartimento di Deux Sevres, nella regione della Nuova Aquitania, nel cuore della Francia. Qui è in costruzione un mega-bacino idrico, nell'ambito di un controverso progetto per raccogliere le acque per irrigare i campi delle colture intensive e contrastare la

alternate text

 

siccità. La stampa francese ne parla come dei "bacini della rabbia": negli ultimi due anni, questi "serbatoi sostitutivi" sono diventati il simbolo della lotta contro "la monopolizzazione dell'acqua da parte dell'agrobusiness", secondo gli oppositori. 

La protesta contro questi "mega-bacini" non è nuova. A Sainte-Soline come nella maggior parte degli altri territori interessati va avanti fin dal febbraio 2017, data di inizio dell'inchiesta pubblica relativa alla creazione di 19 bacini - numero che sarà poi rivisto al ribasso, scendendo a 16, per un totale di sei milioni di metri cubi - detti di "sostituzione" e dedicati all'irrigazione nel bacino del Sèvre Niortaise e del Mignon. Protesta tramutatasi in rabbia nello scorso ottobre, quando per la prima volta a Sainte-Soline si sono registrati scontri tra oppositori e polizia. All'epoca, il ministro dell'Interno Gerald Darmanin parlò di un "raduno molto violento" - 61 gendarmi rimasero feriti, "22 dei quali in modo grave" - e denunciò l'"ecoterrorismo" di alcuni dei manifestanti.  

Questo non ha rallentato l'avanzamento di progetti simili: all'inizio di novembre è stato convalidato un progetto di bacino idrico nella Vienne, un dipartimento confinante con il Deux-Sèvres. 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.