Vertice Ue, fonti Lega: "Fondi solo dal 2021 e con troppi vincoli" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Sab, Dic

Vertice Ue, fonti Lega: "Fondi solo dal 2021 e con troppi vincoli"

Vertice Ue, fonti Lega: "Fondi solo dal 2021 e con troppi vincoli"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"A sei mesi dall'inizio dell'emergenza, dopo quattro giorni di dramma e di grancassa, si arriverebbe a una cosiddetta "potenza di fuoco": 1) da ripartire tra tutti i Paesi e ben ridotta rispetto ai fantastici annunci di Conte che in maggio ci "vendeva" 500 miliardi a fondo perduto, oltreutto come "primo passo" 2) spalmata su 4 anni, con i primi soldi a partire dal 2021! 3) da compensare con quanto già l'Italia versa all'Europa (15 miliardi all'anno) 4) da spendere come vogliono loro e con ricatti "alla olandese" del tipo: 'O abolite quota 100 o non eroghiamo niente'".

Vertice Ue, fonti Lega:
Vertice Ue, fonti Lega: "Fondi solo dal 2021 e con troppi vincoli"

 

Lo sottolineano fonti della Lega. 

"Non basta. La parte in "prestiti" -viene rilevato- andrà restituita, ma anche la parte in "sussidi" cosiddetti "a fondo perduto" sarà restituita con il nostro contributo al bilancio europeo e con nuove tasse come la plastic tax. Chi parla di soldi regalati non sa quello che dice. A qualsiasi titolo arriveranno, andranno restituiti fino all’ultimo centesimo dai prossimi governi. E non saremo liberi di spenderli secondo le necessità degli italiani: non un euro di questi soldi andrà ad abbassare le tasse, ad esempio. Come spenderli sarà deciso altrove da persone che non conoscono i nostri territori, la nostra economia, i problemi di lavoratori, imprese e famiglie. Una farsa che conviene solo agli euroburocrati, che così avranno qualche miliardo in più da smistare a loro piacimento per progetti che non ci servono". 

"Con questa Unione Europea -proseguono le stesse fonti- non si va da nessuna parte. Il Regno Unito, senza dover chiedere niente a nessuno e senza dover partecipare a queste umiliazioni, ha già pagato 25.000 sterline a fondo perduto a commercianti, ristoratori e piccole aziende. Senza nessuna formalità. Che vantaggi ha il nostro Paese a prendere parte a questi teatrini perditempo mentre milioni di italiani hanno bisogno di aiuto SUBITO?". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002