“Cari giovani, non abbiate paura di mettervi in proprio”. L’appello dell’imprenditore Sauro Pellerucci
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Sab, Giu

“Cari giovani, non abbiate paura di mettervi in proprio”. L’appello dell’imprenditore Sauro Pellerucci

Immediapress
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Il modello di impresa etica auspicata dall’imprenditore umbro che valorizza le persone per bene 

Roma, 26 maggio 2023. “Da giovane sognavo di creare un’azienda in cui accogliere persone per bene, un luogo in cui dare spazio al talento di gente che operasse per il bene comune”. È quanto

dichiarato dall’imprenditore umbro Sauro Pellerucci nell’ambito del programma radiofonico “Un giorno speciale” a cura di Radio Radio.  

Rivolgendosi in particolar modo alle giovani generazioni, Pellerucci da tempo si impegna a diffondere un modello d’impresa etico e sostenibile che pone al centro la forza delle “persone per bene”, quelle cioè capaci di creare valore per sé stesse e per gli altri: un valore umano, sociale e ambientale che si traduce inevitabilmente in successo condiviso.  

“Fare impresa è prima un elemento di ‘elevazione umana’ e poi, di conseguenza, anche economica. Differentemente dal passato, un tempo in cui per necessità ci si accontentava di qualsiasi occupazione lavorativa, soprattutto se a tempo indeterminato, oggi i giovani scelgono dove lavorare, vanno alla ricerca di aziende di qualità in cui trovano un ambiente armonioso che favorisca l’espressione delle proprie attitudini. È per questo che è prioritario non tanto garantire ‘tutele’, quanto valorizzare le competenze delle persone per bene, mettendole nelle condizioni di dare il meglio di sé stesse, senza antagonismi né stress da prestazione”, ha aggiunto Pellerucci. 

È questa la sostenibilità aziendale auspicata da Pellerucci, che ogni giorno si traduce in impegno nella sua azienda Pagine Sì!, Digital Human Company 100% fattore umano e secondo player nazionale nel settore della comunicazione digitale a favore di PMI, PA e liberi professionisti: un’impresa virtuosa che pone al centro le persone in un’ottica di cooperazione e condivisione che persegue percorsi positivi da cui ne beneficiano tutti, clienti e collaboratori.  

Rispondendo a una domanda del giornalista radiofonico Francesco Vergovich sulla rivista Millionaire di Virgilio Degiovanni, in cui da oltre 30 anni si raccontano storie di giovani che partendo da zero hanno trasformato un’idea in un’impresa di successo, Pellerucci da “ex giovane mosso da sogni e ambizioni” ha infine invitato le nuove generazioni a mettersi in gioco, facendo impresa e scommettendo su sé stesse: “Si parla spesso di disoccupazione giovanile ma non c’è realizzazione lavorativa soltanto cercando lavoro presso terzi perché fra l’occupazione e la disoccupazione c’è una terzia via. È per questo che i giovani, se hanno un’idea, un sogno, devono osare e mettersi in proprio, accrescendo così il bene comune. Se invece non hanno ambizioni imprenditoriali, con versatilità devono formarsi e aggiornarsi costantemente, così da essere sempre spendibili su un mercato inevitabilmente cambiato in cui il posto fisso è ormai un lontano ricordo. Oggi, la chiave per avere garanzie lavorative è il talento, è quello che assicura ai giovani di avere sempre un’occupazione, permettendo loro anche il privilegio di cambiare datore di lavoro, se necessario”, ha concluso l’imprenditore umbro.  

Nel 2015 Sauro Pellerucci ha fondato l’associazione no profit “Io sono una persona Perbene”, attraverso cui diffonde i valori della sostenibilità e della responsabilità sociale mediante il racconto e la valorizzazione di “chi quotidianamente fa la cosa giusta”, con l’obiettivo di stimolare gli altri a replicare tali modelli perché tutti possiamo essere persone per bene. 

•CONTATTI: https://www.iosonounapersonaperbene.it/  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.