Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Sab, Nov

Abbiamo 243 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

RENDE (COSENZA), stermina la famiglia e poi si spara in bocca: quattro morti

RENDE (COSENZA), stermina la famiglia e poi si spara in bocca: quattro morti

Cosenza
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Lʼuomo ha prima massacrato i due figli di 31 e 26 anni e poi ha ucciso la moglie. Si indaga su un possibile movente economico

RENDE (COSENZA), stermina la famiglia e poi si spara in bocca: quattro morti
RENDE (COSENZA), stermina la famiglia e poi si spara in bocca: quattro morti

 

RENDE (COSENZA), 11-FEB. Quattro cadaveri sono stati trovati in un appartamento a Rende (Cosenza): Salvatore Giordano (commerciante di strumenti musicali), di 57 anni, ha ucciso la moglie, Francesca Vilardi, di 59, ed i due figli Giovanni, studente 26enne, e Cristiana, operatrice call center di 29 anni. Sul caso indagano i carabinieri che, nell'abitazione, hanno trovato due pistole. Per uccidere le proprie vittime ha usato un coltello.I figli e la moglie, avevano infatti ferite da taglio e da arma da fuoco, l'uomo, Salvatore Giordano, 57 anni, un unico colpo di pistola, esploso con la canna inserita nella bocca.

E' stata disposta l'autopsia sulle salme per confermare le cause della morte e la dinamica. I carabinieri della compagnia di Rende e del nucleo investigativo di Cosenza, che stanno conducendo le indagini, stanno anche cercando di ricostruire le circostanze e le motivazioni della tragedia, ascoltando parenti e amici.In molti, dopo essere stati ascoltati hanno riferito di non avere avuto nessun sentore di quello che è accaduto, né a posteriori alcun sospetto su cosa abbia potuto scatenarlo. L'uomo insieme al fratello era titolare di un negozio di telefonia a Cosenza. Tra le ipotesi al vaglio anche quelle legate a questioni e problemi economici anche se al momento, non risultano elementi univoci in tal senso.

E' stato proprio il fratello di Giordano a dare l'allarme quando il commerciante non si è presentato stamattina nel negozio di telefonia e strumenti musicali che i due gestivano insieme a Cosenza. L'uomo ha suonato alla porta d'ingresso dell'abitazione del fratello, senza ricevere risposte, ed ha chiamato i vigili del fuoco per fargli aprire la porta. Dopo che i vigili l'hanno sfondata sono stati trovati i quattro cadaveri, a poca distanza l'uno dall'altro.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
il Centro Tirreno - Quotidiano online
Meteo
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-004
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-005
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-015

Seguci anche su Facebook

il Centro Tirreno - Quotidiano online
News e approfondimenti
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001