Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Lun, Dic

Abbiamo 186 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

VIBO VALENTIA, Leggere&Scrivere: confronto politico sui beni culturali con Corrado, Santelli e Mirabello

VIBO VALENTIA, Leggere&Scrivere: confronto politico sui beni culturali con Corrado, Santelli e Mirabello

Vibo Valentia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Beni culturali, focus con i politici. Corrado: “In 5 anni Mibact depotenziato dall’interno”

VIBO VALENTIA, Leggere&Scrivere: confronto politico sui beni culturali con Corrado, Santelli e Mirabello
VIBO VALENTIA, Leggere&Scrivere: confronto politico sui beni culturali con Corrado, Santelli e Mirabello


Tra gli appuntamenti dell’ultima giornata, oggi Leggere&Scrivere ha ospitato a palazzo Gagliardi un confronto sulle politiche a favore del patrimonio culturale con la senatrice del Movimento 5 stelle Margherita Corrado, il vicesindaco di Cosenza Iole Santelli (Forza Italia), il consigliere regionale Michele Mirabello (Pd) e l’antropologo Vito Teti.

In apertura il bibliotecario e direttore del festival, Gilberto Floriani, coordinatore il dibattito, ha detto: “L’incontro è utile per raccordare le azioni e gli strumenti per valorizzare il patrimonio culturale. Viviamo in una regione che parte svantaggiata con i consumi culturali tra i più bassi d’Italia, anche in termini di lettura”. L’antropologo Teti ha sostenuto che bisogna partire dalle “storie di emigrazione, di musica e dei poeti calabresi. Non si è mai fatto un lavoro di ricognizione sul mondo dell’emigrazione. E ho proposto alla Regione di non portare avanti una politica degli ‘eventi effimeri’ che non lasciano nulla sul territorio” ha detto. E ancora: “C’è bisogno di musei, di biblioteche, di centri di raccolta del materiale fotografico e musicale. Non è un’operazione nostalgica ma rappresenta il processo di costruzione di un’identità e un modello per incentivare il turismo culturale”.

L’archeologa Corrado, che fa parte della Commissione Cultura del Senato della Repubblica, ha dichiarato: “E’ fondamentale puntare sui beni culturali, negli ultimi 5 anni il Mibact è stato depotenziato dall’interno, quasi ucciso dall’ex ministro Franceschini. Era meglio sopprimerlo. Penso all’unione delle soprintendenze. Ciò si ripercuote anche in Calabria. Voglio spendere alcune parole – ha continuato Corrado – sulla mia battaglia per Capocolonna e Punta Scifo. Ho combattuto per bloccare la cementificazione nell’area forense e la copertura delle terme. Il ministero è tornato sui suoi passi, quindi bene, poi nel 2017 anche dopo le mie proteste la Procura ha bloccato il villaggio turistico a Punta Scifo nei pressi dell'area archeologica, che era spacciato per campeggio”.

“Ridurre in maniera semplicistica il finanziamento degli eventi culturali, riducendoli a sagre, è limitativo” ha rincalzato Mirabello, aggiungendo: “si è sempre scelto di mettere a bando gli eventi e premiare continuità e storicizzazione. Se siamo qui è perché c’è questa impostazione, certo bisogna verificare la qualità delle kermesse, ma è evidente che alcuni eventi, come accade in Puglia, attraggono turisti”. Ha continuato: “La questione principale è come alimentare la cultura della lettura e la presenza di presidi della conoscenza. Tema che deve interrogare anche la Regione ma con i fondi europei molto è stato fatto sul fronte dell’istruzione e della conoscenza”.

Non sono mancate le scintille, anche oggi, tra l’archeologa Corrado e la deputata Santelli su alcune tematiche come i problemi della biblioteca civica di Cosenza o la mostra dei dinosauri sul corso della città bruzia. Poi Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia, ha detto: “Ho contestato le politiche adottate da Renzi ma Franceschini ha avuto un grande coraggio”. E ancora: “Bisogna far vivere i beni culturali, questo è il concetto. Che siano capaci di fare economia della cultura. Invece il nuovo Governo ha dato un colpo mortale a questa visione: il turismo non può stare con le patate, deve stare con la cultura”, ha attaccato.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003
il Centro Tirreno - Quotidiano online
Meteo

Seguci anche su Facebook

il Centro Tirreno - Quotidiano online
News e approfondimenti
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001