Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
05
Ven, Mar

 

Le iniziative di riqualificazione delle risorse umane per garantire alle aziende la quota di competitività necessaria per superare la crisi indotta dalla pandemia e per tutelare, sul fronte del lavoro, l’occupazione e l’occupabilità delle persone. Ieri sera, il Circolo delle Imprese ha organizzato la conferenza Zoom ‘Reskilling come chiave per rilanciare l’azienda’.

 

Enrico Martines, direttore Sviluppo e innovazione Hewlett Packard Enterprise, parla di come le competenza e la formazione all’interno di un’organizzazione aziendale siano cambiati con la pandemia. Fondamentali i rapporti interpersonali che si vengono a creare. Un nuovo modo di concepire l’azienda che tende comunque al bene comune e agli obiettivi imprenditoriali.  

 

 

Gli investimenti e i grandi progetti su Milano, nonostante l'emergenza sanitaria, non sono diminuiti, segno che gli investitori credono in questa città. E dal canto loro le imprese credono nel nuovo governo.  

 

"Il 32% delle imprese a noi associate avrà delle difficoltà a ripartire dopo la pandemia. E' un numero che ci spaventa tanto e dobbiamo mettere in campo una rappresentanza concreta di prossimità per aiutare queste aziende, per dare loro un futuro". E' l'allarme sulla tenuta delle imprese artigiane colpite dalla pandemia da coronavirus che lancia Marco Granelli, presidente Confartigianato, intervistato da Adnkronos/Labitalia.  

 

Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Milanosesto, parla della difficoltà di far ripartire gli investimenti immobiliari, frenati non solo dal Covid, ma anche dalla pratiche burocratiche che ancora soffocano il settore in Italia.

Il vicepresidente di Assolombarda ricorda come gli investimenti e i grandi progetti su Milano, nonostante l'emergenza sanitaria, non sono diminuiti, segno che gli investitori credono in questa città. E dal canto loro le imprese credono nel nuovo governo . 

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato