Lavoro - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Lun, Mag

Lo smart working aumenta la produttività a differenza di quello che si sospettava all’inizio. E' quanto emerge dallo studio Marketers State of Remote Working 2021 promosso da Marketers, il più grande movimento di imprenditori digitali.

I turisti enogastronomici sono sempre di più, scoprono l’entroterra partendo dal mare (loro destinazione preferita) e appaiono sempre più consapevoli, attivi, esigenti, innovativi e attenti ai temi della sicurezza e della sostenibilità. La 'maturità acquisita pone i viaggiatori del gusto al centro di uno scenario di sviluppo più equilibrato dei territori e ne fa le 'sentinelle' di un turismo virtuoso, che contribuisce alla tutela delle risorse locali e del paesaggio, che destagionalizza e crea nuovi equilibri tra urbano e rurale. 

Sono più stanche, più preoccupate, ma anche più consapevoli della loro forza, più capaci di affrontare il cambiamento che la pandemia ha imposto a tutti. Le madri lavoratrici, che secondo i più recenti dati hanno più spesso perso il lavoro e affrontano gap salariali trasversali in tutti i settori, sono, dal punto di vista delle emozioni, più attrezzate ad affrontare lo shock della pandemia.

Stop al pagamento dei contributi per autonomi e professionisti, Andrea Orlando ha firmato il decreto. "Il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando - rende noto il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali -, ha firmato il decreto interministeriale per l'esonero contributivo dei lavoratori autonomi e dei professionisti, ricevuto ieri dal Mef con le osservazioni, prontamente recepite stamattina.

Oggi, in Italia, le imprese guidate da donne sono circa 1.300.000, il 22% del totale nazionale (dati Unioncamere), e la domanda di consulenza al femminile, proprio durante la pandemia, è aumentata del 40%. L’emergenza sanitaria però ha rallentato il trend di crescita che ha contraddistinto negli ultimi cinque anni le imprese “rosa”. Ora, la legge di Bilancio 2021 ha introdotto un ricco pacchetto di misure per incentivare l’imprenditoria femminile.