Olanda: Noa si è lasciata morire. Papa, una sconfitta per tutti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Sab, Ott
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Olanda: Noa si è lasciata morire. Papa, una sconfitta per tutti

Olanda: Noa si è lasciata morire. Papa, una sconfitta per tutti

Mondo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Noa Pothoven è morta domenica in casa, l'Olanda avvia un'ispezione sulle cure, ma non è stata eutanasia

Olanda: Noa si è lasciata morire. Papa, una sconfitta per tutti
Olanda: Noa si è lasciata morire. Papa, una sconfitta per tutti

 

Noa Pothoven non si è sottoposta a eutanasia, ma si sarebbe lasciata morire, rifiutando ogni alimento e ogni cura. E' questa l'ipotesi che si sta facendo strada sulla morte della 17enne olandese vittima di depressione e anoressia dopo due stupri, su cui il mondo si interroga da quando la sua vicenda è rimbalzata sulle prime pagine. Sarà una ispezione del ministero della sanità olandese, ed eventualmente una successiva indagine ufficiale, a fare definitiva chiarezza sulle circostanze della morte, ma è già polemica sulle questioni etiche sollevate dal caso, sulle quali è intervenuto oggi anche Papa Francesco. La stampa olandese e britannica aveva parlato di eutanasia, legale in Olanda, come pure il suicidio assistito, in certe condizioni. Ma Noa, a quanto si è appreso, aveva ricevuto un rifiuto quando si era rivolta autonomamente, l'anno scorso, ad una clinica specializzata dell'Aja.

Il ministero olandese vuole vederci chiaro, ma da fonti olandesi interpellate dall'ANSA trapela che la ragazza, già sofferente di anoressia da molti anni e sottoposta a vari tentativi di cure, avrebbe semplicemente deciso di non mangiare né bere, e di rifiutare le cure. Una circostanza purtroppo non rara in queste patologie e di fronte alla quale non è facile accertare se familiari e medici avrebbero potuto fare qualcosa. O se lo abbiano voluto. Per questo l'ispezione del ministero, che vuole accertare "il tipo di cure ricevute da Noa e se ci sia stato qualche errore" nei trattamenti somministrati. Violentata a 11 anni ad una festa di scuola, Noa aveva subito un'altra aggressione sessuale in strada a 14 da parte di due uomini. Un trauma per lei insuperabile, che l'aveva portata a soffrire di una forma grave di depressione, all'anoressia e a svariati tentativi di suicidio. Ricoverata in ospedali e comunità, era stata posta anche in coma farmacologico per essere alimentata: un calvario durato anni. Aveva scritto un libro con la sua storia nell'intento di fare coraggio ad altri giovani fragili, ma una decina di giorni fa ha rivelato sui social di voler porre fine alla sua sofferenza psichica "insopportabile e senza speranza".

"E' da tanto che non mi sento davvero viva - aggiungeva - respiro ma non vivo" ed esortava i suoi follower a non tentare di dissuaderla. Prevedeva perfino quando sarebbe arrivata la fine: "Entro una decina di giorni". E così è stato. Non ci sono prove che la sua morte, avvenuta nella sua casa di Arnhem il 2 giugno, sia stata in qualche modo assistita. "In effetti - scrive il Guardian - non è chiaro come la ragazza sia morta. Non è stata diffusa alcuna causa ufficiale di morte e non vi sono prove che si sia trattato di eutanasia o di suicidio assistito", entrambi legali in Olanda seppure ad alcune condizioni. A quanto pare, in casa era stato portato un letto d'ospedale dove Noa, a partire dalla scorsa settimana, ha rifiutato ogni tipo di alimento e fluido, in qualsiasi forma e somministrazione. "Genitori e medici - riferisce ancora il Guardian citando proprie fonti anonime - hanno concordato di non procedere all'alimentazione forzata", una pratica consentita dalle linee guida dei medici olandesi secondo le quali "se un paziente nega il consenso alle cure, chi ne ha responsabilità può smettere di prestarne". Sarà ora l'ispezione a chiarire se è andata così domenica a casa Pothoven. La vicenda ha comunque risvegliato in Italia un dibattito sul fine vita in realtà mai sopito.

"L'eutanasia e il suicidio assistito sono una sconfitta per tutti. La risposta a cui siamo chiamati è non abbandonare mai chi soffre, non arrendersi, ma prendersi cura e amare per ridare la speranza", ha twittato papa Francesco. Mentre per il Vaticano "la morte di Noa è una grande perdita per qualsiasi società civile e per l'umanità. Dobbiamo sempre affermare le ragioni positive per la vita", ha sottolineato la Pontificia Accademia per la Vita nel giorno cui i Cinque Stelle hanno presentato una proposta di legge per l'eutanasia, bandita al momento in Italia.

 

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Top Stories

Grid List

Grecia, rogo in hot spot: 5mila evacuati

Mondo

Nobel per la Chimica a Goodenough, Whittingham e Yoshino

Arte e Cultura

La Calabria quinta in Italia per corruzione

Calabria

CAMIGLIATELLO SILANO (COSENZA), Clima, esperti a confronto in Parco Sila

Cosenza

CATANZARO, Polizia restituisce denaro a pensionato

Catanzaro

CATANZARO, Mogol: ''Con Carroccia sara' uno spettacolo fantastico''

Catanzaro

RENDE (COSENZA), squali, congresso mondiale all'Unical

Cosenza

Leggere&Scrivere, Christian Bartolomeo ha presentato a Vibo il suo romanzo d’esordio “Le quindici” (Navarra) L'INTERVISTA

Vibo Valentia

COSENZA, sindaco: resto candidato presidenza Regione

Cosenza

Arriva manovra ma governo litiga. Duello Conte-Di Maio

Politica

COSENZA, sindaco: resto candidato presidenza Regione

Cosenza

Bonus Pubblicità 2019: al via le domande per ottenere il credito d’imposta al 75%

Economia

Germania:produzione industria risale

Mondo

CASA E SINGLE. In aumento la locazione come scelta abitativa

Economia

Articoli di Nutrizione

Nutrizione

LAGONEGRO (POTENZA), parto con tecnica 'Vbac'

Italia

In Italia primo trapianto al mondo di vertebre umane

Salute e Benessere

Wind Tre e Open Fiber estendono l'accordo per la diffusione della banda ultralarga in italia

Tecnologia

TECNOLOGIA, Facebook compra start up che controlla il Pc col pensiero

Tecnologia

Ue a Google,diritto oblio non universale

Tecnologia

Serie D, “Giovani D Valore”: primo aggiornamento delle classifiche

Calcio

CALCIO. Rappresentative LND, ecco gli staff tecnici per la stagione 2019/2020

Calcio

Coppa Italia Serie D: mercoledi i posticipi dei sedicesimi Torres-Aprilia Racing e Foggia-Turris

Calcio

Scongelare la carne: i trucchi per farlo nel modo giusto!

Cucina

In Italia arriva l'hamburger vegetale che sembra fatto di carne

Cucina

Calabresi nel mondo, Concerto Ciccio Nucera a Toronto

Amici all'Estero

RAI Italia 10 febbraio 2019, Cristina Borruto ospite del proramma ''Cristianita'''

Amici all'Estero

Tour in Italia dell'ambasciatrice Culturale Cristina Borruto oggi ospite in Rai

Amici all'Estero

Mercato immobiliare, domanda e offerta: trilocale il più ricercato

Immobiliare

ANDAMENTO DELLE CONSISTENZE III trimestre 2018

Immobiliare

Case localita' turistiche: mare, lago e montagna

Immobiliare
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001