Cucchi: rischiano il processo 8 carabinieri, anche ufficiali
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Dom, Ago
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Cucchi: rischiano il processo 8 carabinieri, anche ufficiali

Cucchi: rischiano il processo 8 carabinieri, anche ufficiali

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Chiusa inchiesta per Casarsa, Sabatino ed altri. Ilaria: 'Chi ci ha fatto soffrire ne risponderà'

Cucchi: rischiano il processo 8 carabinieri, anche ufficiali
Cucchi: rischiano il processo 8 carabinieri, anche ufficiali

 

La Procura di Roma ha chiuso l'indagine sui depistaggi relativi alla morte di Stefano Cucchi.  Rischiano di finire sotto processo otto carabinieri tra cui il generale Alessandro Casarsa (all'epoca dei fatti capo del Gruppo Roma) e il colonnello Lorenzo Sabatino (ex capo del nucleo operativo di Roma). I reati contestati, a seconda delle posizioni, falso, omessa denuncia, favoreggiamento e calunnia.

La catena dei falsi legata alle note sullo stato di salute di Stefano Cucchi, dopo l'arresto, parte da Alessandro Casarsa, all'epoca comandante del Gruppo carabinieri di Roma. E' quanto emerge dal capo di imputazione presente nell'atto di chiusura delle indagini. In particolare i magistrati di piazzale Clodio contestano a Casarsa, Cavallo,Di Sano, Colombo Labriola e Soligo, il reato di falso ideologico.

I pm affermano che gli indagati "avrebbero attestato il falso in una annotazione di servizio, datata 26 ottobre 2009, relativamente alle condizioni di salute di Cucchi", arrestato dai carabinieri di Roma Appia e portato nelle celle di sicurezza di Tor Sapienza, tra il 15 e il 16 ottobre del 2009. Per l'accusa il falso fu confezionato "con l'aggravante di volere procurare l'impunità dei carabinieri della stazione Appia responsabili di avere cagionato a Cucchi le lesioni che nei giorni successivi gli determinarono il decesso".

Per allontanare i sospetti e garantire "l'impunità dei carabinieri della stazione Appia", secondo la Procura di Roma, fu redatta una seconda nota sullo stato di salute di Stefano Cucchi, con la data truccata del 26 ottobre, nella quale si attestava falsamente che "Cucchi riferiva di essere dolorante alle ossa sia per la temperatura fredda/umida che per la rigidità della tavola del letto ove comunque aveva dormito per poco tempo, dolenzia accusata per la sua accentuata magrezza' omettendo ogni riferimento alle difficoltà di deambulare accusate da Cucchi". Dunque dolori causati dal letto, dal freddo e dalla magrezza, secondo i carabinieri.

"In questi momenti di difficoltà emotiva per la nostra famiglia è di conforto sapere che coloro che ci hanno provocato questi anni di sofferenza in processi sbagliati verranno chiamati a rispondere delle loro responsabilità. È un'enorme vittoria per la nostra famiglia e la nostra giustizia". Così Ilaria Cucchi ha commentato la chiusura, da parte della Procura di Roma, dell'indagine sui depistaggi relativi alla morte del fratello.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Top Stories

Grid List

Locarno: Pardo d'oro a Vitalina Varela

Arte e Cultura

Si e' spento a 86 anni Richard Williams, il papà di Roger Rabbit

Arte e Cultura

Cina: sale bilancio tifone, 49 morti

Mondo

Sisma magnitudo 3.6 in provincia Forlì

Italia

A MORMANNO E' ORA DI RIDERE CON BIAGIO IZZO

Cosenza

Appuntamento con “Gente in Aspromonte” dal 29 al 30 agosto

Reggio Calabria

A MORMANNO E' ORA DI RIDERE CON BIAGIO IZZO

Cosenza

Appuntamento con “Gente in Aspromonte” dal 29 al 30 agosto

Reggio Calabria

Presentazione del libro “I Luoghi nell’Anima” di Annamaria Bruni il 19 agosto a Cortale

Catanzaro

Open Arms: Salvini cede a Conte, i 27 minori sbarcano dalla nave Ong a Lampedusa

Politica

Il Senato boccia la proposta della Lega sul voto di sfiducia a Conte il 14 agosto

Politica

GOVERNO. Dal 4 marzo 2018, 17 mesi dell'Italia giallo-verde

Politica

Statali: ad agosto con Quota 100 via 11 mila

Economia

MILANO, Superenalotto: vinti 209 mln a Lodi

Italia

Banche: Abi, web sempre più diffuso

Economia

Scoperto un nuovo organo di senso del dolore, è nella pelle

Salute e Benessere

SALUTE. Tutti i danni dei social, dall'insonnia allo stress

Salute e Benessere

Oms, morbillo, triplicati casi nel 2019

Salute e Benessere

SALUTE. Tutti i danni dei social, dall'insonnia allo stress

Salute e Benessere

Apple, 1 mln di dollari a chi scova i 'bug' in iPhone e Mac

Tecnologia

Un occhio su chip, creato in 3D con cellule umane

Tecnologia

Euro Beach Soccer League: Italia formato europeo, batte la Francia per 6-3 e si qualifica alle Superfinal

Altri Sport

Real non sbaglia l'esordio, 3-1 al Celta

Calcio

CROTONE, Stroppa, qualità contro la Samp

Calcio

In Italia arriva l'hamburger vegetale che sembra fatto di carne

Cucina

Calabresi nel mondo, Concerto Ciccio Nucera a Toronto

Amici all'Estero

RAI Italia 10 febbraio 2019, Cristina Borruto ospite del proramma ''Cristianita'''

Amici all'Estero

Tour in Italia dell'ambasciatrice Culturale Cristina Borruto oggi ospite in Rai

Amici all'Estero

ANDAMENTO DELLE CONSISTENZE III trimestre 2018

Immobiliare

Case localita' turistiche: mare, lago e montagna

Immobiliare

PREVISIONI MERCATO NON RESIDENZIALE 2019

Immobiliare

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001