La Russia al voto, Putin verso il quarto mandato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Gio, Set
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

La Russia al voto, Putin verso il quarto mandato

La Russia al voto, Putin verso il quarto mandato

Mondo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il presidente vota all'Accademia delle Scienze e dice: 'Il mio programma è quello giusto per la Russia'

La Russia al voto, Putin verso il quarto mandato
La Russia al voto, Putin verso il quarto mandato



Aperte le urne in Russia per le elezioni presidenziali.  La vittoria elettorale e il conseguente quarto mandato da capo dello Stato per Vladimir Putin appaiono scontati. L'annessione della Crimea ha fatto aumentare a dismisura la popolarità dello zar e le tensioni con l'Occidente sono state sfruttate dalla propaganda del Cremlino per compattare i russi attorno al loro presidente.
    Stando a un recente sondaggio del centro demoscopico statale Vtsiom, Putin dovrebbe ottenere tra il 69 e il 73% dei voti.


    Alle sue spalle, a distanza abissale, ci sono il comunista Pavel Grudinin con il 10-14% e il nazionalista Vladimir Zhirinovsky con l'8-12%. Ma la battaglia di Putin a questo giro è prima di tutto per l'affluenza. Solo se il 70% dei quasi 111 milioni di aventi diritto si recheranno alle urne, il suo successo sarà completo. Le ricerche di Vtsiom indicano però che 'solo' il 63-67% dei russi ha intenzione di votare. Ed ecco perché osservatori e attivisti temono il ricorso ai brogli per gonfiare i dati sulla partecipazione.

Il presidente russo uscente, Vladimir Putin, ha votato. Il leader del Cremlino, accolto da una folla di giornalisti russi e stranieri, si è recato al seggio numero 2151 presso l'Accademia delle Scienze. "Sono sicuro che il programma che ho suggerito al paese sia quello giusto", ha detto Putin. Secondo quanto riportato dall'agenzie russe il leader del Cremlino ha poi sottolineato che oggi avrà degli incontri con gruppi di lavoratori. A chi gli domandava quale percentuale d'affluenza alle urne potesse essere considerata un successo Putin ha risposto: "Qualunque, basta che permetta lo svolgimento dei doveri presidenziali".

Gli aventi diritto sono quasi 111 milioni di residenti in patria, ai quali si aggiungono 1,8 milioni di expat. I seggi sono circa 97mila, distribuiti su 11 fusi orari, dalla regione più orientale, la Chukotka-Kamchatka, a quella più occidentale, l'enclave di Kaliningrad. Le urne si aprono alle 8 del mattino (le 7 italiane) e si chiudono dodici ore dopo. Gli exit-poll sono previsti per le 21 di Mosca, dopo la chiusura dei seggi a Kaliningrad, ovvero le 19 in Italia. Dal 25 febbraio sono già aperte però le votazioni per i lavoratori in missione in aree disagiate, come i pozzi petroliferi, oppure i residenti in zone remote - per esempio oltre il circolo polare artico - raggiungibili solo grazie ad elicotteri o motoslitte; in tutto, ha fatto sapere la Commissione Elettorale Centrale, in queste aree hanno già votato 153mila persone. Il sistema inoltre prevede la possibilità di votare in un seggio diverso rispetto a quello in cui si è residente, previa richiesta. E circa sei milioni di elettori hanno sfruttato questa possibilità

    Il primo a chiedere ai russi di disertare le urne è l'oppositore Alexiei Navalni. Il blogger anti-Putin nel corso degli ultimi 12 mesi ha sfidato i divieti delle autorità portando migliaia di persone in piazza contro il governo russo e la corruzione. I suoi guai giudiziari, che molti ritengono fabbricati dal Cremlino, gli hanno però impedito di candidarsi.
    E ora lui ha lanciato uno "sciopero degli elettori", invitando a boicottare presidenziali "farsa" senza reali alternative a Putin. Il primo nemico dell'affluenza però più che Navalni è proprio l'esito scontato delle elezioni. La gente - tiepidi sostenitori di Putin compresi - non è motivata ad andare alle urne perché pensa che il proprio voto non cambierà nulla. Ma l'obiettivo del Cremlino resta quello: 70% delle preferenze per Putin e affluenza al 70%.

Navalni sguinzaglierà 70.000 osservatori per verificare la correttezza del processo elettorale. Ne manderà 53 pure in Cecenia, nel feudo di Ramzan Kadyrov, dove alle presidenziali del 2012 - falsate da brogli in tutta la Russia - secondo i dati ufficiali l'affluenza fu del 92% e il 99,76% dei votanti scelse Putin. Altro che maggioranza bulgara. Anche l'associazione Golos, che si occupa di trasparenza e correttezza del voto, ha messo su una vasta rete di osservatori, 90-100.000. Ma ha dovuto trovare in fretta e furia una nuova sede centrale per il lavoro di monitoraggio. Roman Udot, un rappresentante dell'associazione, denuncia infatti che la polizia ha minacciato il proprietario della sede precedente, che all'ultimo momento ha rescisso il contratto d'affitto con Golos. "Non devi ospitare questo evento qui o avrai dei guai", avrebbero detto gli agenti.

    Secondo Rbk, gli osservatori impegnati per le elezioni dovrebbero essere 520-555.000, il doppio rispetto alle presidenziali di sei anni fa. Ma ci sono osservatori e osservatori. I più affidabili e importanti a livello internazionale sono senz'altro quelli dell'Osce. Poi c'è il piccolo esercito degli osservatori amici del Cremlino: 223 arriveranno dal Kazakistan. Ma c'è anche l'ex deputato francese Thierry Mariani, che tre anni fa guidò una piccola delegazione (ovviamente non ufficiale) di parlamentari francesi nella Crimea che la Russia si era annessa l'anno prima. Osservatori stranieri invitati da Mosca e senza alcun riconoscimento internazionale saranno presenti anche nella penisola sul Mar Nero: per esempio Andreas Maurer, capo della fazione di estrema sinistra Die Linke in un consiglio comunale della Bassa Sassonia. Abbastanza per far scrivere al quotidiano governativo russo Rossiskaia Gazeta che "osservatori tedeschi e norvegesi arriveranno in Crimea per le presidenziali". (ANSA)

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Top Stories

Grid List

Fadil morta per malattia causa ignota

Mondo

Blitz anti tv pirata, stop a 5 milioni di utenti. Multe fino 25mila euro

Economia

RIO DE JANEIRO, incendio in ospedale, 11 morti

Mondo

Blitz anti tv pirata, stop a 5 milioni di utenti. Multe fino 25mila euro

Economia

LUNGRO (COSENZA), Bartolomeo I, amore fraterno

Cosenza

Polo museale della Calabria ''GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2019'' (21-22 settembre)

Calabria

Cortina tra le Righe 2019, conclusa la quinta edizione. ''Spostarla a settembre è stata una sfida che abbiamo vinto''

Arte e Cultura

I Thegiornalisti non esistono più, Tommaso Paradiso gela i fan

Arte e Cultura

Renzi riparte con 'Italia Viva': è la nostra nuova sfida

Politica

Salvini a Pontida: 'Questa è l'Italia che vincerà: mai a sinistra, mai col Pd'

Politica

A Lampedusa la Ocean Viking, in Italia 24 migranti su 82

Italia

Blitz anti tv pirata, stop a 5 milioni di utenti. Multe fino 25mila euro

Economia

Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, analisi socio-demografica: acquirenti e venditori

Economia

Mercato immobiliare italiano: compravendite I semestre 2019

Economia

SASSARI, ragazza di 24 anni muore di meningite

Italia

MILANO, asportato stomaco per errore, medici a processo

Salute e Benessere

POTENZA, morta durante intervento: medici assolti

Italia

Scoperta acqua su un pianeta simile alla Terra

Tecnologia

Alla Fiera Ifa anche monopattini elettrici e comandi vocali Mega-schermi tv anche da oltre 200 pollici e risoluzioni fin troppo futuristiche, evoluzioni nel campo dei comandi vocali, elettrodomestici che 'parlano' fra loro, cellulari pieghevoli o pronti per il 5G, tecnologia da indossare: nella sterminata gamma di prodotti in mostra all'Ifa di Berlino, la fiera dell'elettronica di consumo e dei dispositivi intelligenti più importante d'Europa, sono queste le tendenze principali. Ad attirare l'attenzione per dimensioni, immagini in movimento ed esplosione di colori sono anche quest'anno i mega-schermi televisivi proposti da giganti come Sony e LG con risoluzione 8k, quindi 16 volte maggiore rispetto a un FullHD. Samsung ne espone uno - per un target business, quindi destinato alle aziende - da monumentali 219 pollici: E uno, luxury, per private manie di grandezza da 146": anche gli schermi da 'solo' 98" sono uno spettacolo per gli occhi sebbene manchino ancora film e serie realizzati per questa tecnologia. Nel tripudio di offerte dei quasi 1.950 espositori annunciati ci sono anche proposte mirate alla qualità della vita e al rispetto dell'ambiente come i monopattini elettrici dell'italiana Nilox. Nella smart home del futuro ormai presente in cui gli elettrodomestici interagiscono, spicca un'asciugatrice Bosch a cui la connessa lavatrice dice quanto bagnato è il capo da asciugare e quindi quanto lungo e intenso deve essere il processo. Seguendo la tendenza "hand free" che sta decretando la fine dei telecomandi, sostituiti da quelli vocali anche se ci sono segni di stanchezza del mercato (-9,3%), Amazon e Grundig hanno appena presentato un nuovo televisore che si accende seguendo ordini impartiti da qualsiasi punto della stanza.

Tecnologia

Pelle magnetica per i computer indossabili

Tecnologia

Fassa Sky Expo 2019, novità per il volo libero

Altri Sport

Champions League: Atletico Madrid Juventus 2-2, Dinamo Zagabria Atalanta 4-0

Calcio

SERIE D, le decisioni del Giudice sportivo della 3^ giornata, 4^ per i gironi B e C

Calcio

Scongelare la carne: i trucchi per farlo nel modo giusto!

Cucina

In Italia arriva l'hamburger vegetale che sembra fatto di carne

Cucina

Calabresi nel mondo, Concerto Ciccio Nucera a Toronto

Amici all'Estero

RAI Italia 10 febbraio 2019, Cristina Borruto ospite del proramma ''Cristianita'''

Amici all'Estero

Tour in Italia dell'ambasciatrice Culturale Cristina Borruto oggi ospite in Rai

Amici all'Estero

ANDAMENTO DELLE CONSISTENZE III trimestre 2018

Immobiliare

Case localita' turistiche: mare, lago e montagna

Immobiliare

PREVISIONI MERCATO NON RESIDENZIALE 2019

Immobiliare

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001