IL BRASILE DI BOLLANI CHIUDE COL BOTTO IL FESTIVAL D’AUTUNNO
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Mar, Set
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

IL BRASILE DI BOLLANI CHIUDE COL BOTTO IL FESTIVAL D’AUTUNNO

IL BRASILE DI BOLLANI CHIUDE COL BOTTO IL FESTIVAL D’AUTUNNO

Catanzaro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Istrionico, versatile e con un talento immenso. Tutte caratteristiche di quel “diavoletto” che risponde al nome di Stefano Bollani, indiscusso protagonista del panorama jazz nostrano invidiatoci da tutto il mondo, che ancora una volta è riuscito a sorprendere il suo pubblico con una proposta inedita tutta dedicata al Brasile

IL BRASILE DI BOLLANI CHIUDE COL BOTTO IL FESTIVAL D’AUTUNNO
IL BRASILE DI BOLLANI CHIUDE COL BOTTO IL FESTIVAL D’AUTUNNO


E’ successo ieri sera al Teatro Politeama di Catanzaro nell’ambito del Festival d’Autunno, ideato e diretto da Antonietta Santacroce, giunto all’ultimo “capitolo” della XVI edizione. Un finale dal clima spensierato esaltato dal concerto di Bollani, un artista che ha nelle corde la gioia di vivere la musica con leggerezza.

Que bom è il Brasile secondo Bollani, un caleidoscopio di suoni e di emozioni, un gradevole mix di melodie intessute al pianoforte e  intrecciatesi  con la presenza delle percussioni di Thiago Serrinha e della batteria di Jurim Moreira, pulsanti grazie al contrabbasso di Jorge Helder. Una presenza dominante e al tempo stesso contorno del pianismo percussivo, efficace e mai ridondante di quell’artista che è Bollani. Mai troppo compiaciuto della sua arte e di quella tecnica fine che sa di possedere. Concentrato al punto da sembrare estraneo a tutto il resto, ma anche propenso a scherzare sui titoli dei sui suoi stessi brani, ha saputo “navigare” nell’oceano della musica brasiliana lasciando poco spazio alla bossa nova e concedendosi lunghe improvvisazioni ora frenetiche ora rilassate.  

Accolto da un fascio di luce e sedutosi al pianoforte Bollani ha iniziato il concerto con una esecuzione fuori dagli schemi di uno dei classici della Musica Popular Brasileira. A banda di Chico Buarque de Hollanda, conosciuta anche in Italia nella versione di Mina, è stato il punto di partenza ideale per tutto ciò che è seguito. Bollani senza mai trascurare la sua matrice jazz si è fatto coinvolgere dai patterns percussivi brasiliani assecondandoli e guidandoli. Ha mostrato la sua voglia di ritmo suonando in alcuni momenti il pianoforte percuotendone i tasti o pizzicandone le corde. Rispettoso della musicalità del Brasile ha saputo spingersi oltre in quello che può essere considerato un viaggio sollecitato dalla saudade dei ritmi prepotenti di quella musica.

Uomini e polli, Ho perduto il mio pappagallo, Galapagos, Haba rossa, I barboni di Siviglia, Criatura dorada, per citare alcuni dei brani eseguiti, hanno vissuto una vita nuova grazie alle improvvisazioni e, al tempo stesso, hanno messo in evidenza quanto il “ritorno” di Bollani nel suo Brasile sia stata una scelta di cuore, diventata una festa quando, introdotta dalle note di Aquarela do Brazil, ha preso corpo Tico Tico, momento in cui Bollani ha scherzato con il pubblico.

Con il concerto di Stefano Bollani è calato il sipario sull’Alma Brasileira della XVI edizione del Festival d’Autunno suggellato nel migliore dei modi dalle ovazioni del pubblico entusiasta e molto competente giunto da tutte le provincie calabresi, che ha gremito il Teatro Politeama in ogni ordine di posto.

Facebook: https://www.facebook.com/Festival-DAutunno-141687270107/?fref=ts  
Twitter: https://twitter.com/festivalautunno
Instagram: https://www.instagram.com/festivaldautunno_official/

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Top Stories

Grid List

RIO DE JANEIRO, incendio in ospedale, 11 morti

Mondo

Rosso Calabria al Villaggio "Passione Italia" di Lione

Calabria

L'America ricorda l'11 settembre. L'onda lunga delle vittime

Mondo

PALERMO, Mafia: 11 arresti per estorsione

Italia

LECCE, Mafia: sgominato clan nel Salento

Italia

BOLZANO, bimbo trovato morto scarpata

Italia

NICOTERA (VIBO VALENTIA), IL FESTIVAL DELL’OSPITALITA’ SI PRESENTA

Vibo Valentia

Salvini a Pontida: 'Questa è l'Italia che vincerà: mai a sinistra, mai col Pd'

Politica

A Lampedusa la Ocean Viking, in Italia 24 migranti su 82

Italia

MILANO, incontro Cav-Salvini,opposizione insieme

Politica

MERCATO IMMOBILIARE MILANO I SEMESTRE 2019. TEMPI DI VENDITA SEMPRE PIU’ BREVI

Economia

Cala la disoccupazione al 9,9%. I nuovi assunti nel secondo trimestre sono 130 mila

Economia

SASSARI, ragazza di 24 anni muore di meningite

Italia

MILANO, asportato stomaco per errore, medici a processo

Salute e Benessere

POTENZA, morta durante intervento: medici assolti

Italia

Scoperta acqua su un pianeta simile alla Terra

Tecnologia

Alla Fiera Ifa anche monopattini elettrici e comandi vocali Mega-schermi tv anche da oltre 200 pollici e risoluzioni fin troppo futuristiche, evoluzioni nel campo dei comandi vocali, elettrodomestici che 'parlano' fra loro, cellulari pieghevoli o pronti per il 5G, tecnologia da indossare: nella sterminata gamma di prodotti in mostra all'Ifa di Berlino, la fiera dell'elettronica di consumo e dei dispositivi intelligenti più importante d'Europa, sono queste le tendenze principali. Ad attirare l'attenzione per dimensioni, immagini in movimento ed esplosione di colori sono anche quest'anno i mega-schermi televisivi proposti da giganti come Sony e LG con risoluzione 8k, quindi 16 volte maggiore rispetto a un FullHD. Samsung ne espone uno - per un target business, quindi destinato alle aziende - da monumentali 219 pollici: E uno, luxury, per private manie di grandezza da 146": anche gli schermi da 'solo' 98" sono uno spettacolo per gli occhi sebbene manchino ancora film e serie realizzati per questa tecnologia. Nel tripudio di offerte dei quasi 1.950 espositori annunciati ci sono anche proposte mirate alla qualità della vita e al rispetto dell'ambiente come i monopattini elettrici dell'italiana Nilox. Nella smart home del futuro ormai presente in cui gli elettrodomestici interagiscono, spicca un'asciugatrice Bosch a cui la connessa lavatrice dice quanto bagnato è il capo da asciugare e quindi quanto lungo e intenso deve essere il processo. Seguendo la tendenza "hand free" che sta decretando la fine dei telecomandi, sostituiti da quelli vocali anche se ci sono segni di stanchezza del mercato (-9,3%), Amazon e Grundig hanno appena presentato un nuovo televisore che si accende seguendo ordini impartiti da qualsiasi punto della stanza.

Tecnologia

Pelle magnetica per i computer indossabili

Tecnologia

Arrestati 12 capi ultras della Juventus

Calcio

Serie A: il Milan passa a Verona. Atalanta-show, Roma si sblocca

Calcio

Serie B: risultati e classifica della 3/a giornata del campionato

Calcio

Scongelare la carne: i trucchi per farlo nel modo giusto!

Cucina

In Italia arriva l'hamburger vegetale che sembra fatto di carne

Cucina

Calabresi nel mondo, Concerto Ciccio Nucera a Toronto

Amici all'Estero

RAI Italia 10 febbraio 2019, Cristina Borruto ospite del proramma ''Cristianita'''

Amici all'Estero

Tour in Italia dell'ambasciatrice Culturale Cristina Borruto oggi ospite in Rai

Amici all'Estero

ANDAMENTO DELLE CONSISTENZE III trimestre 2018

Immobiliare

Case localita' turistiche: mare, lago e montagna

Immobiliare

PREVISIONI MERCATO NON RESIDENZIALE 2019

Immobiliare

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-ct-cca-001