Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Lun, Ago

Abbiamo 60 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1
Annunci AdSense
article-top
Annunci CT Partner
article-top

Notizie giuridiche, leggi e sentenze

Notizie giuridiche, leggi e sentenze

Notizie Giuridiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 Notizie giuridiche

Notizie giuridiche, leggi e sentenze

Studio Cataldi - il diritto quotidiano. Notizie giuridiche, leggi e sentenze.

Il notiziario di Studiocataldi.it aggiornato quotidianamente
  • Sportello auto aperto: multa e anche reato
    di Lucia Izzo - Un gesto frettoloso, spesso compiuto sovrappensiero, con il rischio di dimenticarsi degli altri utenti della strada e dei mezzi che procedono sulla carreggiata: parliamo della diffusa abitudine di aprire lo sportello del proprio o dell'altrui veicolo, ad esempio quello dell'auto, in maniera negligente.L'attenzione superficiale dedicata all'apertura della portiera è causa frequente di incidenti: chi spalanca lo sportello in modo repentino, senza assicurasi se stiano sopraggiungendo persone o altri mezzi, potrebbe colpire e far cadere persone in sella a biciclette, motocicli o ciclomotori, i pedoni in transito sul marciapiede, oppure costringere altri mezzi a manovre pericolose per evitare l'urto. Lo stesso avviene quando ci si dimentica lo sportello totalmente aperto.Quando...
  • Permessi orari retribuiti, le novità
    di Gabriella Lax – L'Ispettorato nazionale del lavoro, con nota del 10 agosto 2018 (sotto allegata), interviene a fornire chiarimenti anche sui permessi orari per motivi personali. Si tratta di una novità introdotta dal Ccnl 12.2.2018: i permessi orari retribuiti sostituiscono i permessi giornalieri per motivi personali e non richiedono la specificazione di una particolare motivazione. Leggi anche Ferie solidali: cessione fino a 8 giorni l'annoPermessi retribuiti, le novità La nota dell'Ispettorato evidenzia come, facendo un passo indietro, nell'articolo 32 si spiega che dei nuovi permessi non si potrà fruire per frazione di ora. L'Ispettorato, in linea col parere Aran Cfc1 del 16 giugno 2018, statuisce che i permessi non sono fruibili per un arco temporale inferiore a una sola ora,...
  • Mantenimento figli maggiorenni: l'assegno si versa al genitore convivente
    di Lucia Izzo - Il genitore tenuto a versare l'assegno di mantenimento al figlio maggiorenne, ma non economicamente autosufficiente, che convive con l'altro genitore, non ha possibilità di scegliere la persona nei cui confronti adempiere. Sia il figlio, titolare del diritto al mantenimento, sia il genitore con cui questi convive, che ha diritto a ricevere dall'altro genitore un contributo per le spese necessaria a tale mantenimento cui materialmente provvede, sono titolari di diritti autonomi ed entrambi sono legittimati a percepire l'assegno.È dunque corretto che, in assenza di una espressa domanda del figlio maggiorenne, il padre sia tenuto a versare l'assegno di mantenimento alla madre con cui coabita il figlio stesso.Lo ha precisato la Corte di Cassazione, prima sezione civile, con l'o...
  • Terremoto: ecco cosa blocca la ricostruzione
    di Marina Crisafi - Quattro regioni del Centro Italia e ben 140 comuni. È questo il bilancio dei territori colpiti dal sisma del 2016. Ma ad oggi, dopo circa due anni dal tragico evento che ha seminato morte e distruzione, poco o nulla sembra essersi mosso. Città, borghi e centri storici rimangono seppelliti dalle macerie e la ricostruzione stenta a partire. Visitando le località colpite, ciò che maggiormente stupisce è quell'anomala condizione di silenzio e di desolazione. Da cosa dipende tutto questo? Forse l'"intoppo" è proprio di natura normativa. Ne parliamo con l'architetto Alessandro Traini (nella foto), esperto in riqualificazione e ristrutturazione edilizia, autore di numerosi piani regolatori per le amministrazioni e consulente parlamentare. Colpito direttamente dagli eventi...
  • Quando lo sfogo su WhatsApp può costare il licenziamento
    di Lucia Izzo - Negli ultimi anni la comunicazione mobile ha radicalmente mutato la sua conformazione: agli sms, ormai quasi obsoleti, molti utenti 2.0 hanno preferito "WhatsApp" ovvero un'applicazione di messaggistica istantanea che meglio risponde alla necessità che l'informazione viaggi veloce e che le comunicazioni siamo immediate e intuitive.Leggi anche: Whatsapp: gli aspetti legali che tutti dovrebbero conoscereChat, gruppi, videochiamate, sono tanti i modi in cui è possibile mettersi in contatto su WhatsApp e gli utenti ne approfittano per affidare all'applicazione una mole indefinita di informazioni, molte anche particolarmente sensibili e personali. Una pratica che, sebbene possa sembrare innocua, può avere risvolti pericolosi. Ad esempio, chi mai avrebbe pensato che lo sfogo via...
  • Pedaggio: cosa rischia chi non lo paga
    di Lucia Izzo - Rischia una condanna per insolvenza fraudolenta chi prende l'autostrada con l'intento di non pagare il pedaggio, dissimulando il proprio stato di insolvenza. Aggrava la condotta la circostanza che i passaggi autostradali furono ripetuti e svolti per un periodi significativoLo ha stabilito la Corte di Cassazione, seconda sezione penale, nella sentenza n. 38467/2018 (qui sotto allegata) pronunciandosi sul ricorso di due uomini (conducente del veicolo e amministratore della società proprietaria del mezzo) condannati per insolvenza fraudolenta.Al conducente, autore materiale della condotta, era contestato l'aver preso più volte l'autostrada senza pagare, passando nella corsia riservata, dichiarando di versare nella momentanea impossibilità di adempiere al pagamento del pedaggio...
  • Testamento privacy sui social, le novità
    di Gabriella Lax - Il decreto legislativo di armonizzazione del codice della privacy al regolamento Ue sulla protezione dei dati n. 2016/679, approvato definitivamente dal governo lo scorso 8 agosto, interviene anche sulla privacy delle persone decedute. Anche in questo caso, la normativa europea lascia la possibilità di decidere a ciascuno stato membro. Leggi in merito Gdpr: ecco la privacy all'italiana Testamento privacy per i social network, le novità I diritti della normativa privacy (dall'accesso all'opposizione, dalla cancellazione ala rettifica, e così via) nel caso di dati personali che riguardano persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell'interessato, in qualità di suo mandatario, o per ragioni familiari meritevoli di p...
  • Ferie solidali, cessione fino a 8 giorni l'anno
    di Gabriella Lax - Possibile cedere ferie solidali fino a otto giorni l'anno, che si riducono a sei per il personale assunto da meno di tre anni. Sull'applicazione delle nuove regole sulle assenze previste dal Ccnl delle Funzioni centrali del 12 febbraio 2018, arrivano i chiarimenti dall'Ispettorato nazionale del lavoro, con nota del 10 agosto 2018 (sotto allegata). Ferie solidali: fino a 8 giorni l'anno Ricordiamo che le ferie solidali comportano che ogni dipendente possa cedere (su base volontaria ed a titolo gratuito), in tutto o in parte, ad altro dipendente che abbia esigenza di prestare assistenza a figli minori che necessitino di cure costanti, per particolari condizioni di salute le giornate di ferie, nella propria disponibilità. La nota di chiarimento evidenzia che sarà poss...
  • Baratto amministrativo: le linee guida del ministero
    di Annamaria Villafrate - Il baratto amministrativo consente al contribuente di compensare il suo debito fiscale con l'ente locale creditore svolgendo in favore di questo lavori socialmente utili. Il Ministero dell'Ambiente con la delibera n. 27/2018 (sotto allegata) chiarisce che, come previsto dall'art. 190 del dlgs n. 50/2016, il cittadino può intervenire sulle aree verdi pubbliche dell'ente creditore svolgendo attività di pulizia, abbellimento, manutenzione o valorizzazione, attraverso iniziative culturali di vario genere, riconducibili al decoro urbano o alla cultura. Occorre però che il baratto sia previsto da un regolamento comunale e che il bilancio di previsione stabilisca annualmente l'importo che l'ente è disposto ad accettare in sostituzione dell'imposta. Il baratto può esser...
  • Arriva il Pua, placet unico ambientale
    di Gabriella Lax - Un provvedimento unico ambientale (Pua) che riunisce in un unico atto il rilascio di ogni altra autorizzazione, intesa, parere, nulla osta, o atto di assenso nelle materie ambientali. Tutte le novità sono raccolte nelle linee guida del ministero dell'ambiente (in allegato). Che cos'è il Pua Il Pua contiene l'autorizzazione integrata ambientale (Aia), ed ancora le autorizzazioni paesaggistiche e culturali, le autorizzazioni sismiche, le autorizzazioni relative agli scarichi nel sottosuolo e nelle acque sotterranee e i nulla osta idrogeologici. Viene così recepita la direttiva 2014/52 dell'Unione europea, passata ad un primo esame del Governo il 10 marzo 2017. L'obiettivo della direttiva, che accoglie ma modifica, in parte, la direttiva madre in materia di valutazion...
  • Telefonino alla guida: ecco cosa può fare la polizia
    di Gabriella Lax – Distrazioni al cellulare responsabili di gran parte degli incidenti che avvengono con i veicoli. Per questo motivo, nei casi di grave incidente stradale la polizia può esaminare i telefonini del conducente e controllare l'eventuale utilizzo del dispositivo alla guida. A chiarirlo la procura distrettuale di Trento con circolare n. 5 del 19/7/2018. Leggi in merito Cellulare sequestrato se è causa dell'incidente Incidenti stradali e cellulari, ecco cosa può fare la polizia L'articolo 173 del nuovo codice della strada chiarisce che gli automobilisti sorpresi alla guida al cellulare rischiano una sanzione amministrativa che va dai 161 ai 647 euro. Ma non finisce qui, i controlli della Polizia potranno essere ulteriori. In Friuli Venezia Giulia, secondo la dirett...
  • Professionisti: niente prestazioni gratis nei confronti della P.A.
    di Lucia Izzo - Non è ammissibile un appalto pubblico di servizi a titolo gratuito, con cui si prevede il solo rimborso spese a carico del professionista. A questi, infatti, deve essere garantito un compenso equo, ovvero proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto.Lo ha chiarito il Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro nella sentenza 1507/2018 (qui sotto allegata) pronunciandosi sul ricorso di un ingegnere che aveva impugnato il bando e il disciplinare di gara utilizzati dal Comune per l'affidamento dell'incarico per la redazione del nuovo piano strutturale comunale.Il professionista, tra l'altro, aveva impugnato la legge speciale di gara anche nella parte in cui prevedeva che l'incarico fosse a titolo gratuito, salvo un rimborso delle spese sino a...

 

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton
Annunci CT Partner
article-botton
Annunci Zanox
Banner luglio prezzo minimo garantito Image Banner 750 x 350
article-botton
Annunci AdSense
home-2
Annunci CT Partner
home-2