Multimedia - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Multimedia

In collaborazione con Adnkronos: video, foto e audio che raccontano l'Italia e il mondo partendo dalla cronaca per arrivare alla finanza, all'economia, allo sport, alla salute, alla cultura, alla sostenibilità e alle piccole curiosità dal web

 

Codere ricorda come  300 giorni di chiusura abbiano prosciugato riserve economiche del settore e l’attesa di un riordino per necessario per il gioco legale che così potrà continuare a costituire l’argine dell’illegalità e a garantire gettito erariale.  

 

Piccolo 'incidente' in Aula al Senato per il premier Mario Draghi. A inizio di seduta, leggendo il discorso sul Recovery plan da trasmettere alla Commissione Ue entro il 30 aprile, il presidente del Consiglio si rivolge agli "onorevoli deputati". Rumoreggia l'Aula. Draghi chiede: "Cosa c'è? Devo togliere la mascherina...", e la sfila. Ma qualcuno gli fa notare l'errore. "Ah, è vero, siamo al Senato", dice raccogliendo l'applauso e i sorrisi dei parlamentari. Dunque inizia nuovamente il discorso dal principio, ma ancora una volta si rivolge agli "onorevoli deputati". Segue un tocco sulla tempia e le scuse, accompagnate ancora una volta dall'applauso dell'emiciclo. 

 

 

Ultimo e lo show a sorpresa all'aeroporto di Fiumicino. Su Instagram, il cantante pubblica il video della sua esibizione nello scalo. Si accomoda al pianoforte e esegue 'Buongiorno vita': "Non ho resistito", scrive. (video da Instagram) 

 

 

"Non ho sentito il presidente Draghi, ho sentito ovviamente la Presidenza del Consiglio. Mi auguro di sentirlo presto, perché ci terrei a fargli presente la posizione collaborativa delle Regioni, e che quando diciamo che qualcosa non va lo facciamo per migliorare. Se il presidente lo ritenesse opportuno siamo a disposizione per spiegare le nostre ragioni e dire come secondo noi si potrebbe migliorare il decreto, per affrontare meglio la pandemia". Lo ha detto a Buongiorno, su Sky TG24, Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e presidente della Regione Friuli Venezia Giulia. 

 

 

Sono complessivamente 373 i maltrattanti e sex offenders presenti nelle 11 carceri del Piemonte. Di questi 173 al Lorusso e Cutugno di Torino, 106 a Biella, 49 a Vercelli, 11 a Ivrea, 10 a Cuneo, 6 rispettivamente al San Michele e al Don Soria

Altri articoli...

Sottocategorie