'Il silenzio dei giorni', in libreria il romanzo d'esordio di Rosa Maria Di Natale - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
08
Sab, Mag

'Il silenzio dei giorni', in libreria il romanzo d'esordio di Rosa Maria Di Natale

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Uscirà il 13 maggio in libreria, per Ianieri edizioni, “Il silenzio dei giorni” il romanzo d’esordio della giornalista Rosa Maria Di Natale, liberamente ispirato a un episodio di cronaca nera avvenuto nel 1980 in provincia di Catania (il “delitto di Giarre”) che portò alla fondazione del primo nucleo

di militanti gay e l’anno successivo, a Palermo, alla prima Festa nazionale dell’orgoglio omosessuale. Il protagonista, Peppino Giunta, siciliano di nascita e milanese d’adozione, nello spazio di una notte racconta il suo drammatico vissuto al capo della redazione dove lavora come correttore di bozze. Ma ricostruendo i dolori del passato nella sua Giramonte del 1972, immaginario paesino ai piedi dell’Etna brulicante di contadini orgogliosi e passioni “umane troppo umane”, aumentano le probabilità di perdersi tra apparenza e realtà. 

“È un romanzo che indaga su quanto può far male il rifiuto della diversità - spiega l’autrice- e su quanto pesano i rancori familiari sui destini individuali”. Rosa Maria Di Natale vive e lavora a Catania, ha vinto il “Premio Ilaria Alpi” nel 2007 con una video-inchiesta, ha pubblicato un saggio sul rapporto tra il digitale e la scrittura, e racconti apparsi sulle riviste “Linus” e “Maltese Narrazioni”. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002