Festa Inter, Andreoni: "Errore gravissimo che costerà vite" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
08
Sab, Mag

Festa Inter, Andreoni: "Errore gravissimo che costerà vite"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

I festeggiamenti per lo scudetto dell'Inter, con folle riversate in strade e piazze, tra cui il Duomo, senza rispetto per le norme anti-Covid, sono stati "un errore gravissimo che certamente costerà qualche vita umana. Così diamo il peso di quello che è accaduto". Lo dichiara ad 'Agorà' su Rai3 Massimo Andreoni,

direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma. 

"Che in quell'assembramento ci sia stato un'ulteriore diffusione del virus, è cosa certa - spiega l'esperto - Abbracciarsi, urlare, cantare e via dicendo sono tutti sistemi validi per far esplodere il virus, visto che si è parlato di 'bomba biologica'" anche già con la partita Atalanta-Valencia che si giocò a Bergamo il 19 febbraio 2020. E se è vero che gli assembramenti sono stati all'aperto, "quando si sta così in una calca, abbracciati, cantando e urlando, ovviamente anche all'aperto la trasmissione è quasi certa", precisa Andreoni.  

"Potremmo iniziare a vedere un incremento dei casi tra 2-3 settimane - stima l'infettivologo - e poi abbiamo capito che i casi più gravi li vedremo tra 4-5 settimane e gli eventuali decessi tra 4-6 settimane. Questo è il tempo che ci vorrà per capire quello che realmente è accaduto". 

L'allarme di Andreoni si unisce a quello lanciato ieri da Franco Locatelli, Fabrizio Pregliasco, Massimo Galli e altri esperti, che hanno condannato gli assembramenti dei tifosi in piazza Duomo a Milano in violazione delle norme anti-Covid. 

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002