Cobas entrano in sede Pd, 200 in strada: incontro con Orlando - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Lun, Mag

Cobas entrano in sede Pd, 200 in strada: incontro con Orlando

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Questa mattina una delegazione della Cobas è entrata nella sede del Pd in via Sant'Andrea delle Fratte, nel centro storico di Roma. In 200, già in via Molise per una manifestazione prevista contro la chiusura dell'hub di Piacenza e la contestuale messa in cassa integrazione dei dipendenti FedEx-Tnt, si sono riversati nella sede

centrale del Partito Democratico chiedendo di essere ricevuti dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, incontro poi ottenuto alle 11,30. Intanto, nelle vie del centro storico, il corteo in massa sta sfilando senza alcun distanziamento in direzione del ministero. 

"Stamattina i lavoratori FedEx, assieme ai disoccupati 7 novembre di Napoli e ai lavoratori della manutenzione stradale della Campania, hanno occupato per più di un'ora la sede del Nazareno, stanchi delle prese in giro del ministro del lavoro Orlando e del Mise, dai quali si attendono da tempo risposte concrete, a partire dalla riapertura immediata del sito FedEx di Piacenza. Poco fa è stato strappato un tavolo col Ministro Orlando. Ora un corteo di circa 500 tra lavoratori e disoccupati si sta dirigendo al ministero del lavoro. Solo la lotta paga!", hanno poi annunciato i manifestanti sulla pagina facebook Si Cobas Lavoratori Autorganizzati.  

(di Silvia Mancinelli) 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002