Fidanzati uccisi a Lecce, "assassino capace di intendere e volere" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mar, Giu

Fidanzati uccisi a Lecce, "assassino capace di intendere e volere"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' capace di intendere e di volere e dunque di stare in giudizio Antonio De Marco, il 21enne reo confesso del duplice omicidio dei fidanzati leccesi Daniele De Santis, 33 anni, amministratore di condominio e arbitro di calcio, e Eleonora Manta, 30 anni, impiegata dell'Inps, uccisi a coltellate nella loro casa di via Montello nel capoluogo salentino il 21 settembre scorso.

E' quanto emerge dalla perizia psichiatrica sullo studente di Casarano redatta dai consulenti tecnici nominati dalla Corte d'Assise di Lecce. Il 18 maggio si terrà la prossima udienza del processo. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002