Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Dom, Lug

Abbiamo 397 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1
Annunci AdSense
article-top
Annunci CT Partner
article-top

TECNOLOGIA, circuiti elettronici, stampa 3D su pelle

TECNOLOGIA, circuiti elettronici, stampa 3D su pelle

Tecnologia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Potrebbero diventare sensori, versione biologica ripara ferite

TECNOLOGIA, circuiti elettronici, stampa 3D su pelle
TECNOLOGIA, circuiti elettronici, stampa 3D su pelle


26 APR - Per la prima volta circuiti elettronici sono stati stampati in 3D direttamente sulla pelle: potrebbero diventare sensori per armi chimiche per i soldati, oppure celle solari per ricaricare i computer indossabili. La versione biologica di questa tecnologia è stata, inoltre, sperimentata nei topi per riparare ferite e curare malattie della pelle. Pubblicato su Advanced Materials, il risultato si deve ai ricercatori dell'università americana del Minnesota, guidati da Michael McAlpine. Il segreto dei circuiti è un inchiostro fatto di scaglie d'argento che si stampa a temperatura ambiente, a differenza di altri materiali che avrebbero richiesto temperature di circa 100 gradi, tali da bruciare la pelle. Inoltre, questo inchiostro si rimuove facilmente, staccando il dispositivo con una pinzetta oppure lavando la pelle con l'acqua. "Siamo entusiasti del potenziale di questa tecnologia che utilizza una stampante portatile che costa meno di 400 dollari" ha rilevato McAlpine. "Immaginiamo - ha aggiunto - che un soldato possa estrarla dallo zaino per stampare sulla sua mano un sensore".
    La tecnica apre la strada anche ad applicazioni mediche, a esempio per trattare malattie che causano la lacerazione della pelle. Collaborando con l'esperto di queste malattie, Jakub Tolar, il gruppo ha stampato una pelle sintetica sulla ferita di un topo. In questo caso è stato usato, come inchiostro, un gel a base d'acqua, arricchito con cellule della pelle coltivate in laboratorio.(ANSA).

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton
Annunci CT Partner
article-botton
Annunci Zanox
Banner luglio prezzo minimo garantito Image Banner 750 x 350
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
News e approfondimenti
Annunci Zanox
Banner luglio prezzo minimo garantito Image Banner 240 x 400
sidebar
Annunci Zanox
sidebar
Annunci AdSense
home-2
Annunci CT Partner
home-2