Politica - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Ven, Apr

M5S-Rousseau, le strade si dividono. Le casse sono vuote e l'Associazione di Davide Casaleggio scarica i vertici del Movimento per creare una "piattaforma laica" e partire con un "nuovo progetto e nuovi attori protagonisti". Questo il contenuto del post pubblicato sul Blog da Rousseau, nel quale viene sancito ufficialmente l'addio al Movimento 5 Stelle. 

Nuovo addio tra le file del M5S, stavolta in Europa. A quanto apprende l’Adnkronos anche l’europarlamentare Isabella Adinolfi sarebbe pronta a lasciare per approdare nel Ppe, il gruppo che annovera tra le sue fila Forza Italia. Con questa perdita il gruppo di europarlamentari grillini, che attualmente si trova nei non iscritti, passa da 9 a 8 parlamentari. 

MEDIA ENCLOSURE: https://www.adnkronos.com/resources/0268-121b78ed9c0e-e936bfe12dbc-1000/format/medium/m5s_bandiera4_fg.jpg

Zona gialla con misure meno restrittive, arancione o zona rossa con divieti e regole più rigide? Regioni oggi in attesa del 'verdetto' affidato come ogni settimana ai dati del monitoraggio del ministero della Salute-Iss che ridefinirà ancora una volta la mappa dei colori dell'Italia in vista di lunedì 26 aprile, giorno in cui scatteranno anche diverse riaperture con il ritorno della zona gialla con coprifuoco sempre alle 22, ma nuove regole per ristoranti aperti a pranzo e cena all'aperto, bar, scuola e spostamenti. 

"Le riforme strutturali sono essenziali per migliorare la qualità della spesa da parte delle amministrazioni pubbliche e incoraggiare i capitali privati verso investimenti e innovazione". Lo scrive il premier Mario Draghi, nella sua introduzione alle bozze non ancora definitive del Pnrr, pubblicata oggi dal Foglio. Il Pnrr, il Piano di ripresa e resilienza, sarà ultimato nei prossimi giorni, verrà presentato in Parlamento la prossima settimana e sarà inviato alla Commissione europea entro il 30 aprile. 

Scuola in presenza nell'Italia alle prese con l'emergenza coronavirus? La direzione di marcia è sempre stata quella di arrivare "al 100%". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, oggi a Radio 24."Credo che tutti concordino sulla necessità di riportare in presenza anche tutti i ragazzi delle scuole superiori, su questo tutti concordavamo, vi era una divergenza sul 60%; l'indicazione del governo lascia una ampia flessibilità per giungere al 100% nei tempi e nei modi che i territori potranno riconoscere. Non avevamo concordato il 60%, era stato definito in Conferenza questo margine 60-70% ma la direzione di marcia è sempre stata 100%. Il Cdm ha ritenuto di prevedere il 70% ma non c'è divergenza sull'idea che si debba raggiungere il 100%", ha spiegato il ministro. 

Il video di Grillo in cui difende il figlio Ciro accusato di stupro? "Una sciocchezza mostruosa, un danno grave all'immagine della ragazza e anche del figlio a prescindere della decisione che prenderà il giudice". Così all'Adnkronos Antonio Di Pietro, ex magistrato del pool di Mani Pulite ed ex ministro dei Lavori Pubblici.  

Calo delle entrate per 517mila euro, alla luce della fuoriuscita di numerosi parlamentari; aumento dei costi del personale per più di 700mila euro annui, che porta il monte spese complessivo a 4,8 milioni di euro, di cui quasi 2,5 milioni per il personale della comunicazione; aumento delle collaborazioni (Co.Co.Co.) fino all'importo di 1,6 milioni di euro; residui attivi per circa 7,2 milioni di euro. Questo, apprende l'Adnkronos, è quanto emerge dall'ultimo bilancio (quello relativo all'anno 2020) del gruppo M5S alla Camera che oggi i deputati grillini sono chiamati ad approvare. 

"Ho pensato che porterò la sottosegretaria in tribunale e agirò nei suoi confronti per queste accuse farneticanti". Così in un'intervista al quotidiano 'La Repubblica', l'avvocata penalista Giulia Bongiorno, difensore della ragazza che ha denunciato di essere stata stuprata dal figlio di Beppe Grillo insieme ad altri ragazzi.  

 

Zona gialla con coprifuoco alle 22 e nuove regole da lunedì 26 aprile -per ristoranti aperti a pranzo e cena all'aperto, bar, scuola e spostamenti- per Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia previste dal decreto riaperture varato dal governo. Sperano anche Toscana, Marche, Molise e Umbria. Da definire lo status di Campania, Sicilia e Calabria. Tendono al rosso Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta. Il monitoraggio ministero della Salute-Iss ridefinisce la mappa colorata dell'Italia, che non sarà più solo zona rossa e zona arancione. Le misure adottate nelle ultime settimane hanno consentito a diverse regioni di diminuire i contagi, abbassare l'incidenza e ridurre il carico sugli ospedali. 

 

Ansia, malumori e rumors sempre più insistenti. Nel giorno in cui scade l'ultimatum di Rousseau al Movimento 5 Stelle, i parlamentari grillini si interrogano sul futuro. Domani l'Associazione di Davide Casaleggio, che fino a oggi ha gestito la piattaforma della democrazia diretta M5S, dirà se intende recidere definitivamente i rapporti con il Movimento, come molti eletti auspicano in queste ore. "Qualora i rapporti pendenti non verranno definiti entro questa data (il 22 aprile, ndr.), saremo costretti a immaginare per Rousseau un percorso diverso, lontano da chi non rispetta gli accordi e vicino, invece, a chi vuole creare un impatto positivo sul mondo", scrive l'Associazione in un post datato 8 aprile. Ma in attesa delle comunicazioni di Casaleggio, tra Camera e Senato si susseguono indiscrezioni anche su una possibile deroga alla regola dei due mandati, blindata dal garante Beppe Grillo. 

 

Coprifuoco alle 22? "Il fatto che nel testo del decreto varato ieri non sia stato riprogrammato il coprifuoco, non significa che durerà fino al 31 luglio. Questa è una lettura distorta del provvedimento che abbiamo preso". Lo ha detto Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie, durante la registrazione di 'Iceberg', in onda stasera su Telelombardia. 

 

"Le recenti dichiarazioni di Beppe Grillo" in difesa del figlio Ciro, "sfiduciano il processo. È essenziale per la vita democratica del Paese che i processi, e quelli per violenza sessuale anzitutto, si svolgano al riparo da indebite pressioni mediatiche". Lo sottolinea in una nota l'Associazione nazionale magistrati a proposito del video postato dal garante M5S sul suo Blog per prendere le difese del figlio Ciro, accusato di stupro insieme ad altri suoi tre amici.