Politica - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Mer, Giu

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

L'ex ministro dell'Università ed ex rettore della 'Federico II' di Napoli Gaetano Manfredi non sarà il candidato a sindaco di Napoli per il "campo largo" che comprende Partito democratico, Movimento 5 Stelle e altre forze di centrosinistra. Manfredi, a quanto apprende l'Adnkronos, avrebbe declinato definitivamente l'invito a candidarsi; già nei giorni scorsi l'ex rettore aveva manifestato le sue perplessità a rivestire, in caso di vittoria alle prossime amministrative, un impegno che sarebbe reso particolarmente complicato soprattutto alla luce delle condizioni di cassa del Comune di Napoli, in pre-dissesto e a rischio default. 

"Oggi è successo un fatto gravissimo. Il Movimento 5 Stelle la scorsa settimana ha ordinato, in conformità a legge, all'Associazione Rousseau, responsabile del trattamento dei dati, di restituire al M5S i dati relativi agli iscritti del Movimento, diffidandola dal continuare ad utilizzarli, indicando il termine di 5 giorni per organizzarsi e provvedere alla restituzione.

"La questione principale per Salvini è la competizione con Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia. Salvini sa che la Meloni all'opposizione cresce nei sondaggi, mentre lui è in calo. E scarica questa tensione sul governo. Questo è un errore. Dobbiamo sostenere il governo e lasciarlo lavorare perché questa è una grande opportunità per l'Italia. Salvini è un fattore di instabilità". Lo spiega Enrico Letta in una intervista al quotidiano spagnolo 'Abc'.  

Contro il Covid-19 "la strategia è la vaccinazione che ha considerevolmente migliorato la situazione e l'osservanza delle regole, dei protocolli, dei distanziamento, delle mascherine e tutto quello che abbiamo imparato a fare in questo anno e mezzo con delle lezioni severe, tremende, che speriamo di dimenticare". Così il premier Mario Draghi, a margine del vertice sul finanziamento delle economie africane e Parigi. 

M5S-Rousseau, continua il braccio di ferro sull'elenco degli iscritti.. "La preoccupazione di vedere violati i propri diritti, ha spinto tantissimi iscritti a rivolgersi a noi per essere tutelati: da una parte un'ondata di messaggi di iscritti che ci hanno chiesto di non consentire il trasferimento dei propri dati a persone non legittimate e, dall'altra, in meno di 20 giorni oltre mille persone hanno deciso di disiscriversi dal MoVimento 5 stelle e di impedire che i propri dati vengano consegnati, contro la loro volontà, a soggetti terzi. Queste preoccupanti reazioni ci portano a ribadire, ancora una volta, la nostra posizione", afferma Enrica Sabatini, socia dell'Associazione Rousseau. 

"Secondo me era una battuta, a me la raccontò Renzi e non Berlusconi. Renzi mi disse: 'guarda che Berlusconi ha proposto te'. La cosa, comunque, non aveva molto senso...” A raccontare l'aneddoto, ospite di "Un Giorno da Pecora", su Rai Radio1, è il conduttore di Porta a Porta e giornalista Bruno Vespa. Ha saputo cosa rispose Renzi al Cavaliere? “Gli disse che, giustamente, la cosa non stava né in cielo né in terra...”. 

A quanto apprende l'Adnkronos, durante la cabina di regia il premier Mario Draghi ha proposto di portare il coprifuoco in Italia alle ore 23 da subito - presumibilmente da lunedì prossimo -, spostarlo alla mezzanotte dal 7 giugno, dunque eliminarlo a partire dal 21 giugno. Lo riferiscono alcuni presenti al vertice in corso a Palazzo Chigi. 

"Oggi è la Giornata mondiale contro l’omofobia. Un pensiero va a chi vive in quegli Stati dove l’omosessualità è considerata un reato, a volte punita con la pena di morte. Come In Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi, Iran e diversi altri Stati musulmani. Più volte Fratelli d’Italia ha posto in Parlamento la questione ma non siamo mai stati ascoltati purtroppo.

"Non commento gli insulti, non mi interessano, non l’ho sentito personalmente per quanto mi riguarda andiamo avanti su un progetto in cui abbiamo creduto sin dall’inizio ma ci sono questioni tecniche che devono essere discusse nelle sedi tecniche". Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, a margine della presentazione di I Tennis Foundation.

Basta coprifuoco in Italia e riaperture in sicurezza per tutte le attività al chiuso: bar, ristoranti, centri commerciali, piscine e palestre. In vista della cabina di regia di oggi, la Lega torna a ribadire quale dovrebbe essere la road map. E Matteo Salvini lancia anche un sondaggio Instagram per conoscere l’opinione del popolo social al riguardo.  

Nella Giornata Internazionale contro omofobia, bisobia, transfobia, Matteo Salvini interviene su Facebook per chiedere "una legge che introduca subito pene più severe per chi discrimina, insulta o aggredisce in base a sesso, etnia o religione, come quella già presentata da Lega e centrodestra".

Oggi, 17 maggio, è la Giornata internazionale contro l'omofobia. "E' l’occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea" dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.