Politica - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Dom, Mag

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

 

"Dal 12 ottobre le primarie compaiono e scompaiono a seconda della convenienza del Pd". Così Carlo Calenda, ospite di 'Start' su Sky Tg 24, a proposito della corsa a sindaco di Roma. "Compaiono quando mi devono tenere a bada e dire non ti possiamo appoggiare. Scompaiono - sottolinea - quando c'è l'ipotesi di condanna della Raggi, di scesa in campo di Zingaretti. Adesso ricompaiono, perché non si sa cosa decidere". "E' del tutto evidente che in una situazione di questo tipo abbiamo perso cinque mesi - afferma ancora Calenda - ho tenuto tutto sospeso per non strappare, poi i ras romani del Pd hanno candidato Gualtieri ad insaputa di Letta, che manco era arrivato praticamente al Nazzareno e adesso si ripropongono le primarie". "Io stamattina parto con il programma, non penso che si possa passare altri quattro mesi a parlare solo di primarie, da questo momento in poi io parlo della città - continua il leader di Azione - Ci vogliamo sedere con Letta, trovare un ticket, trovare un squadra? Dispostissimo, non sono disposto ad altre perdite di tempo".  

 

"Per Pasqua avremo 12-13 milioni di dosi di vaccino somministrate. L'Italia arriverà a 500.000 dosi" quotidiane "a metà a metà aprile: sarà così". Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, a Domenica In si esprime così sulla campagna di vaccinazione contro il coronavirus. L'Italia si prepara ad affrontare le vacanze di Pasqua con misure restrittive in particolare per i giorni tra il 3 e il 5 aprile, con zona rossa nazionale. "La situazione è in lieve miglioramento se si analizzano i numeri. I sacrifici stanno dando i primi frutti che si consolideranno dopo Pasqua, servono almeno due settimane per migliorare ulteriormente i dati. Si tratta dell'ultimo sforzo", dice Sileri. 

“Liberi per la prossima estate? Io sono molto fiduciosa". Così la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese ospite di Maria Latella al Caffè della domenica su Radio 24, parlando dell'epidemia di coronavirus. "Certo molto dipenderà dalla campagna di vaccinazione ma le dosi stanno arrivando e c’è stata una presa di posizione netta da parte del premier Draghi", ha aggiunto sottolineando: "Io sono positiva per carattere e in questo caso vedo anche che la campagna di vaccinazioni sta prendendo una buona piega". 

"Non ho nulla contro le primarie. Ho tre semplici preoccupazioni: 1) come si possono fare in sicurezza mentre rimandiamo le elezioni per rischio Covid, con affluenza decente e senza che diventi solo uno scontro tra truppe cammellate. 2) tendono a sparire magicamente quando c’è un nome che piace al Pd o quando emerge un possibile accordo con 5S. È già accaduto due volte da ottobre. 3) stiamo perdendo tempo dando un grande vantaggio alla Raggi. Perdere altri tre mesi mi sembra folle. Ma ne parlerò con Letta". In una conversazione su Twitter, Carlo Calenda dice la sua sulle primarie del centrosinistra a Roma dopo le ultime affermazioni di Enrico Letta. 

Niente zona gialla e solo zona arancione e rossa fino al 30 aprile. Ma con un check a metà mese per decidere se allentare prima le maglie della stretta anti-Covid. Sarebbe stato il premier Mario Draghi, a quanto apprende l'Adnkronos, a proporre in cabina di regia con le forze di maggioranza e i vertici del Cts una verifica dei dati e della situazione a metà del prossimo mese. Un monitoraggio attento dei numeri e della curva epidemiologica - la proposta del presidente del Consiglio - per decidere se tirare dritto fino a fine aprile con le zone gialle messe al bando e tutta Italia divisa tra rosso e arancione, oppure allentare prima le maglie della stretta.  

L'"elevato" torna a parlare alle truppe parlamentari, e traccia la rotta: avanti con Giuseppe Conte (persona "meravigliosa") e col progetto costruito insieme alla "sinistra intelligente", guardando al 2050 e alla transizione ecologica, tema posto in cima all'agenda del nuovo Movimento 5 Stelle e che "deve entrare nelle scuole"; inoltre il limite dei 2 mandati resta e con la piattaforma Rousseau "si troverà un accordo". Beppe Grillo si collega in videoconferenza con l'assemblea 'virtuale' dei deputati e senatori 5 Stelle: all'ordine del giorno proprio la transizione ecologica, con la presentazione del corso che lo scienziato Marco Morosini - amico di lunga data di Grillo - terrà nelle prossime settimane con gli eletti M5S. 

"Draghi non è un banchiere senza sentimenti, è uno che vede la povertà e sa di cosa parla, vede il futuro. Ha mantenuto la parola su transizione ecologica e reddito di cittadinanza". Così Beppe Grillo, intervenendo nel corso dell'assemblea dei gruppi parlamentari 5 Stelle via Zoom sul tema della transizione ecologica. Tema che, aggiunge il garante M5S , è importante che "entri nelle scuole, nei licei", è l'appello rivolto da Grillo al ministro Roberto Cingolani.  

Diventare madre? "Lo sogno da sempre. Accanto a Giulio viene naturale pensarci perché anche a lui piace l’idea di avere una famiglia. Ogni tanto ne parliamo". L’Onorevole Maria Elena Boschi, ospite per la prima volta in esclusiva a Verissimo per un’intervista ritratto, parla della sua storia d’amore con l’attore Giulio Berruti. "Con lui sono molto contenta. Per scaramanzia cerco di tenere i piedi per terra, ma la testa è tra le nuvole. E’ sicuramente un bell’uomo ed è brillante, ma la cosa che mi ha colpito di più è la sua purezza e il suo essere buono". 

Offese e insulti a Giorgia Meloni. Il Professor Giovanni Gozzini è stato sanzionato per le parole rivolte al leader di Fratelli d'Italia con la sospensione del docente di Storia Contemporanea dall'ufficio e dallo stipendio per tre mesi. La decisione è stata presa dal Consiglio di amministrazione dell'Università di Siena che ha accolto il parere espresso dal Collegio di disciplina sulla sanzione proposta dal rettore Francesco Frati per quanto detto nel corso di una trasmissione dell'emittente fiorentina Controradio a metà febbraio. 

 

"Quando arriverà la bella stagione saremo tutti in zona gialla e quindi vivremo l'estate come l’anno scorso senza tanti problemi. Nel mentre proseguirà anche la campagna vaccinale e questa sarà la grande novità rispetto all'anno scorso. Non ci sono motivi che ci lascino pensare che quest’estate sarà diversa dalla scorsa. I problemi creati dalla scorsa estate? Li eviteremo con controlli e tamponi, oltre che grazie ai vaccini. Discoteche all’aperto con certe regole? Perché no. Con la massima sicurezza da aprile in poi iniziamo ad aprire tutto". Così il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia a 'The Breakfast Club' su Radio Capital.  

 

"I cittadini europei hanno la sensazione di essere stati ingannati da alcune case farmaceutiche, penso soprattutto ad AstraZeneca". Lo ha detto, secondo fonti Ue, il presidente del Consiglio Mario Draghi durante il Consiglio Europeo in videoconferenza con Bruxelles, dove ha sostenuto la necessità di non restare inermi di fronte agli impegni non onorati da alcune case farmaceutiche.  

Matteo Renzi torna sul viaggio in Arabia Saudita nella e-news di oggi. Per il leader di Italia Viva, infatti, "quando ti criticano sui viaggi all’estero, dall’Arabia Saudita al Senegal, significa che non hanno più nulla cui aggrapparsi. Io continuerò a parlare di politica estera e continuerò a viaggiare, ovviamente senza gravare di un solo centesimo sul contribuente italiano", scrive.