Politica - il Centro Tirreno - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Ven, Apr

 

"E' ancora dura, ma ci sono le condizioni per pensare che le settimane che arriveranno saranno migliori. I vaccini sono tutti efficaci e sicuri". Roberto Speranza, ministro della Salute, a Domenica In si esprime così sull'emergenza covid in Italia. "E' stato un anno difficilissimo, sarebbe folle non ammetterlo. E' stato un anno folle per tutto il paese. Vediamo però che oggi abbiamo nuovi strumenti, dobbiamo guardare al futuro con ragionata fiducia. E' ancora dura, ma ci sono le condizioni per pensare che le settimane che arriveranno saranno migliori", dice, mentre arriva la notizia della candidatura dei sanitari italiani candidati al Nobel.  

 

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è in Libia. Il titolare della Farnesina è atterrato questa mattina a Tripoli dove ha incontrato il Primo Ministro Abdulhamid Dabaiba. Di Maio è il primo tra i ministri Ue ad essere ricevuto in Libia dopo la formazione del nuovo governo.  

 

Il senatore Eugenio Comincini ha deciso di lasciare il gruppo di Italia Viva per tornare nel Pd. La conferma arriva attraverso un lungo post su Facebook del parlamentare in cui motiva la decisione. "Ho deciso di tornare nel Pd", scrive Cominicini, che continua: "Con la nascita del Governo Draghi tutti gli schieramenti e tutti i partiti stanno subendo cambiamenti. Nello schieramento dove mi sono sempre voluto collocare e riconoscere, il centrosinistra, Italia Viva oggi appare sospesa, non decisa su aspetti sui quali per me non può esserci confusione: affermare di essere alternativi ai populisti e ai sovranisti, in un quadro politico in profondo cambiamento, è una posizione a mio avviso debole".  

 

A quanto apprende l'Adnkronos, il presidente del Consiglio Mario Draghi, accompagnato dalla moglie, questa mattina è stato in Vaticano per partecipare in forma strettamente personale e privata alla messa all'Altare della Cattedra. Draghi è arrivato intorno alle 9.25 e ha lasciato San Pietro poco prima delle dieci. 

 

(Mon/Adnkronos) 

"Hanno gridato al condono per lo stralcio di alcuni milioni di cartelle esattoriali di 10, 15 anni fa che in un Paese normale sarebbero già state stralciate". Lo dice Matteo Salvini, oggi alla Scuola di formazione politica della Lega. Poi le parole sul premier alle prese con l'emergenza covid e l'Ue: "Noi - dice il numero uno del Carroccio - siamo convinti sostenitori di Mario Draghi. C'è una grande possibilità di riscatto per questo Paese. Draghi ha detto che se l'Europa funziona bene, altrimenti facciamo da soli e poco prima Merkel" aveva aperto su Sputnik. "L'avesse detto Salvini - continua - sarei stato arrestato per sovranismo".  

 

"La guida del Pd è tutta al maschile. Ho detto domenica che non va, lo ripeto a Il Tirreno. Ai gruppi Camera/Senato suggerisco che dopo tre anni di guida maschile, gli ultimi due siano a guida femminile. I gruppi sono autonomi, a loro di scegliere con chi". Lo scrive il segretario del Pd, Enrico Letta, su Twitter. 

 

"Estirpare le mafie è possibile e necessario. L’azione di contrasto comincia dal rifiuto di quel metodo che nega dignità alla persona, dal rifiuto della compromissione, della reticenza, dell’opportunismo". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un comunicato diffuso in occasione della "Giornata nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie". 

 

"Anche questo weekend lo passerò lontano dalla famiglia, ma il gran lavoro di questi giorni ora ci permette di ricominciare a correre con le vaccinazioni" anti Covid. Roberto Speranza parla così della campagna vaccinale in un'intervista a 'La Stampa'. "So che gli italiani sono provati dalle restrizioni - dice il ministro della Salute - ma con il decreto Sostegni mettiamo in campo oltre 150 mila tra medici di famiglia, odontoiatri, pediatri, specializzandi e specialisti ambulatoriali. In più avremo 19 mila farmacie dove ci si potrà vaccinare e fino a 270 mila infermieri da coinvolgere nella campagna che, appena avremo più dosi, potrà accelerare l'uscita dall'emergenza".  

 

Decreto Sostegno 2021 approvato dal Cdm e, con lui, cartelle esattoriali cancellate fino a 5mila euro per i redditi più bassi. E per il ministro dem del Lavoro Andrea Orlando, intervistato stamane da Repubblica, "da una parte c'è la nostra storica contrarietà a misure di condono, come lo ha definito il presidente Draghi. Ma c'è anche una questione di opportunità: di fronte ai limiti dati dallo scostamento di bilancio bisognerebbe usare i soldi per aiutare chi ha subìto danni dal Covid - penso alle imprese che avranno dei ristori tutto sommato al di sotto del necessario - piuttosto che chi ha aperto un contenzioso dieci anni fa".  

 

La corsa alle seconde case per Pasqua, quando tutta l'Italia sarà in zona rossa dal 3 al 5 aprile, preoccupa le Regioni. E i governatori provano a blindarsi. Se infatti il decreto anti-Covid del governo Draghi del 13 marzo ha mantenuto la possibilità, sia in zona rossa che in arancione, di fare rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle “seconde case” ubicate dentro e fuori Regione, dalla Valle d'Aosta alla Sardegna, si moltiplicano le ordinanze che introducono una stretta agli arrivi. 

 

Ha rassegnato le dimissioni il presidente della Lega Trentino, Alessandro Savoi, che, in un post aveva usato il termine 'troie', dopo aver attaccato Alessia Ambrosi, e Katia Rossato, consigliere provinciali di Trento, 'colpevoli' di aver lasciato il partito di Salvini per approdare in Fdi. Dimissioni su cui lo stesso leader della Lega, Matteo Salvini, impegnato a Palermo per il suo processo, si limita a un "ha fatto bene".