Politica - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Gio, Mag

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

 

“Il Movimento è cresciuto, maturato. Questo governo rappresenta il punto di arrivo di un’evoluzione in cui i 5 stelle mantengono i propri valori, ma scelgono di essere finalmente e completamente una forza moderata, liberale, attenta alle imprese, ai diritti, e che incentra la sua missione sull’ecologia.

 

Il Consiglio dei ministri ha nominato Franco Gabrielli sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Mario Draghi, alla guida del governo, ha affidato la delega all'intelligence al capo della Polizia. Nato a Viareggio il 13 febbraio del 1960, Gabrielli si laurea in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Pisa e nel maggio 1985 entra nella Polizia di Stato dopo aver superato il concorso pubblico, con la qualifica di vicecommissario in prova.

 

Alla vigilia della Direzione sul 'caso donne', la promessa è stata mantenuta. E' una squadra quasi tutta al femminile - 5 donne su 6 posti - quella che va a completare la delegazione Pd nel governo Draghi. Semmai la sorpresa è stata sui numeri. Fino ad oggi pomeriggio i dem speravano di poter 'strappare' 7 postazioni. E di qui alcune rinunce importanti: il Pd è costretto a 'cedere' il Viminale per il quale era dato come possibile riconferma Matteo Mauri (area ex-Martina) che veniva considerato come 'argine' al ritorno della Lega all'Interno che ottiene la casella per Nicola Molteni. E poi l'Editoria che da Andrea Martella passa all'azzurro Giuseppe Moles.  

 

Sciolto il nodo dei sottosegretari del governo Draghi, nel M5S è già scoppiata la rabbia degli esclusi. Sia nelle chat che nei capannelli di Montecitorio, secondo quanto rilevato dall'Adnkronos, serpeggia il malumore degli eletti che si aspettavano scelte diverse nella composizione del sottogoverno.

 

L'aula della Camera voterà il prossimo 10 marzo alle 16,30 per scegliere il nuovo vice presidente che dovrà prendere il posto di Mara Carfagna. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. 

 

"Vorremmo sapere e leggere i dati del Cts. Il fatto che Fratelli d'Italia abbia dovuto fare ricorso il Tar contro la decisione del governo di pubblicare solo i dati del Cts che decideva, dopo che ci era stata bocciata la proposta di renderli pubblici in Aula, è una follia, perché se incidi sulla vita delle persone, mi devi dire sulla base di quale evidenze lo fai, non puoi tenerlo per te". Lo ha sottolineato Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ospite di 'Non stop news' su Rtl 102.5.  

 

"Ha ragione Bettini. Serve un congresso". Lo dice Arturo Parisi all'Adnkronos quando gli viene chiesto se sia d'accordo con chi dice che è arrivato il momento di un congresso del Pd. Tra questi, Goffredo Bettini. Ma, puntualizza il Professore, "non condivido niente della analisi e della proposta che lo stratega Pd va svolgendo da mesi".

 

Conte leader del Movimento? "Sì, ma di un M5S che va totalmente riformato". Così Rocco Casalino, portavoce dell'ex premier Giuseppe Conte, ospite di 'Fuori dal coro' su Rete 4. "Per battere il centrodestra" si potrebbe fondare "un nuovo partito.

 

"Oggi non ho parlato di Arcuri con Draghi". Così all’Adnkronos Matteo Salvini, dopo l’incontro a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi: "Ritengo che il commissario non è stato all’altezza dei compiti che gli sono stati assegnati". Ritiene sempre che debba lasciare? "Ripeto: non è stato all’altezza dei compiti assegnati, deciderà poi il presidente Draghi".