Politica - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Mer, Mag

Politica

Le notizie dal mondo politico: aggiornamenti, sondaggi, analisi e approfondimenti

"Lei è un incappucciato della finanza", ha detto il senatore del gruppo Misto Gianluigi Paragone, rivolgendosi al premier Draghi nell'Aula del Senato poco prima del voto sulla fiducia al governo. "Lei insiste a definire l'euro irreversibile. Anche per la DDR il muro lo era ma non aveva fatto i conti con la disperazione della gente", ha aggiunto. 

"Il MoVimento sta cambiando il MoVimento, e il percorso non si ferma". Ad affermarlo il capo politico M5S Vito Crimi in un post su Facebook. "Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla consultazione per la modifica dello Statuto del MoVimento 5 Stelle.

La dead line è il 24 febbraio, termine fissato per l'elezione in Aula alla Camera. Fino ad allora impazzerà il totonomi, perché si tratta di una poltrona che, almeno sulla carta, fa gola non solo a Fi, ma anche ad altri partiti come Lega e Pd.

Danilo Toninelli vota la fiducia al governo Draghi in Senato, ma avverte: "Non sarà incondizionata". "Chi le parla - ha detto intervenendo in Aula - fa parte di quel 41% di iscritti al MoVimento 5 Stelle che ha votato contro un nostro appoggio al suo governo.

 

"Oggi finisce il mio percorso dentro Sinistra Italiana. È una scelta dolorosa che assumo per rispetto di una comunità politica in cui non mi riconosco più". Lo annuncia su Facebook il deputato Erasmo Palazzotto. "È una scelta maturata nel tempo che ha solo in parte a che vedere con la questione del voto di fiducia a questo nuovo Governo, ma che indubbiamente da questa vicenda è resa necessaria".  

    

Un grande partito centrista insieme a Fi ma anche Renzi o Toti e Calenda? ''Non servono nuovi contenitori'. Taglia corto Silvio Berlusconi, ospite di 'Porta a Porta', e precisa: ''Io ricordo che Fi è il partito che da più di 25 anni rappresenta i valori fondamentali dell'Occidente, dalla libertà all'europeismo, e siamo sempre stati coerenti". ''Noi di Fi abbiamo l'ambizione di tornare forti anche nei numeri come lo siamo sempre stati e credo che questo accadrà sicuramente'', assicura l'ex premier nel giorno del discorso del premier Mario Draghi al Senato per il voto di fiducia.  

Mario Draghi nel suo discorso in Senato "ha detto cose condivisibili, generiche, soprattutto rispetto a quanto pensavo della sua sofisticata dottrina, ma poi ha detto dieci volte 'resilienza', che vuol dire un accomodamento alle mode insopportabile". Così Vittorio Sgarbi, interpellato dalla AdnKronos, commenta il discorso in Aula del premier.

La pandemia di coronavirus ha bruciato centinaia di migliaia di posti di lavoro, ma il peggio potrebbe ancora arrivare quando verrà meno lo stop ai licenziamenti: dopo giovani e donne, autonomi e precari, potrebbe essere colpito il 'posto fisso', i contratti a tempo indeterminato. E' lo scenario tratteggiato dal premier Mario Draghi nel discorso in Senato, che si sofferma sulla diagnosi e la ricetta per la ripartenza dell'occupazione con il rafforzamento delle politiche attive per l'occupazione da subito.

Berlusconi: "Draghi delinea Italia capace di rialzarsi e ripartire"

"Il presidente Draghi ha pronunciato un discorso dettagliato e di alto profilo, che guarda al futuro, che delinea un’Italia capace di rialzarsi e di ripartire. E’ quanto gli avevamo chiesto nell’indicare per primi la necessità di una formula di governo che riunisse l’Italia per una grande risposta di fronte all’emergenza".

M5S, addio capo politico: via libera a governance a 5

Addio capo politico del M5S e via libera definitivo della base pentastellata alla nuova governance collegiale a 5 del Movimento. La votazione sulla piattaforma Rousseau, conclusasi alle 12, vede la netta prevalenza dei favorevoli, con una percentuale attorno all'80%.

Discorso Draghi, riforma fisco: cosa cambierà

"Una revisione profonda dell’Irpef" al centro di una riforma fiscale che rappresenta ''l'architrave'' della politica di bilancio. ''Segna in ogni Paese un passaggio decisivo. Indica priorità, dà certezze, offre opportunità''.