Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
08
Lun, Mar

 

In corso a palazzo Chigi la riunione della cabina di regia sulle nuove misure anti Covid. Al tavolo, con il premier Mario Draghi, i ministri e i rappresentanti del Cts per definire il nuovo Dpcm: sul tavolo, tra misure e restrizioni, il nodo scuola in un quadro complicato dall'impatto delle varianti Covid.

 

La polemica per i suoi rapporti con l’Arabia Saudita, la crisi del 5 Stelle, la rimozione di Arcuri. Sono alcuni dei temi toccati da Matteo Renzi in un'intervista a 'Il Giornale'. In particolare per il leader di Italia Viva, "stanno strumentalizzando la tragedia di Kashoggi perché non hanno altro a cui aggrapparsi in Italia.

 

Dopo Angelo Borrelli via anche Domenico Arcuri, mentre il premier Mario Draghi lima il nuovo Dpcm con le misure per limitare la diffusione del Covid e delle sue varianti e prepara la 'battaglia vaccini'.  

 

''Secondo gli esperti il vaccino Sputnik funziona benissimo'' ma è ''in attesa dell'approvazione da parte delle autorità europee...''. Silvio Berlusconi tifa per il vaccino russo anti Covid. E forse, forte del profondo rapporto di amicizia con Vladimir Putin, prova a fare pressing sul governo Draghi e sull'Europa, perché dia l'ok allo Sputnik.

E' arrivato a Roma versione astronauta, un grosso casco bianco con la visiera anti-Covid calata sul volto tirato. La foto è rimbalzata sui siti, ennesima provocazione dell'istrionico Beppe Grillo, da sempre sul piede di guerra con cronisti, cameramen e fotografi, i 'dead men walk' dell'informazione li ha sempre definiti sprezzante negli anni che hanno segnato l'ascesa e l'affermazione del M5S nel panorama politico italiano.

 

 

"Con Renzi c'è un problema perché la politica non sono solo i contenuti ma anche i comportamenti e, a parte la vicenda dell'Arabia Saudita, Renzi ha fatto tutto e il contrario di tutto in questi mesi.

 

Trentasei parlamentari, 15 al Senato e 21 alla Camera. Numeri importanti, su cui si interrogano tra Genova, Roma e Milano. Sono gli ultimi espulsi in casa 5 Stelle: 15 senatori e 21 deputati 'rei' di non aver dato la fiducia al governo Draghi, tra voti contrari, astensioni e assenze strategiche.

Il generale di Corpo d'Armata Francesco Paolo Figliuolo
Il generale di Corpo d'Armata Francesco Paolo Figliuolo

 

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. A Domenico Arcuri i ringraziamenti del governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese. Si legge in una nota di palazzo Chigi. 

 

"La nuova situazione politica deve svilupparsi", ma ciò di cui ha bisogno l'Italia è un "coordinamento tra Nord e Sud' per una crescita del Paese. Lo dice a Radio radicale Umberto Bossi, intercettato a Roma dove è tornato dopo la lunga assenza per motivi di salute.

 

"La curva dei contagi risale". Il ministro della Salute Roberto Speranza ha fotografato così la situazione dell'epidemia del coronavirus in Italia: l'effetto delle varianti covid si fa sentire.

 

 

Cerimonia di giuramento, oggi a Palazzo Chigi a partire dalle 15 per i sottosegretari di Stato del governo Draghi. Sarà presente anche il presidente del Consiglio. Ecco, di seguito, la lista del sottogoverno nominato il 24 febbraio scorso.  

 

"Sono anni che ci danno per morti, sbagliando. Il MoVimento 5 Stelle non solo è vivo, il MoVimento è il presente e scriverà il futuro di questo Paese". E' quanto scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

 

 

La chiusura della scuola per il contenimento del coronavirus? "Una scorciatoia". A dirlo è l'ex ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, intervistata nella trasmissione "Dentro i fatti" su Tgcom24. "Ricordiamoci che la Sanità è in mano alle regioni ma credo che sulla riforma del Titolo V, quando la pandemia sarà finita andrà fatta una riflessione attenta.

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato