Sileri: "Ogni focolaio è una battaglia"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Mar, Ago
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Sileri: "Ogni focolaio è una battaglia"

Sileri: "Ogni focolaio è una battaglia"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In Italia "ci sono focolai sparsi, erano attesi: il virus circola ancora anche se molto meno.

Sileri:
Sileri: "Ogni focolaio è una battaglia"

 

Ogni focolaio è una battaglia, più o meno impegnativa a seconda della grandezza: vinciamo le battaglie controllando i focolai e facendo sì che virus non si estenda altrove. Questo è quello che ci aspetta nei prossimi mesi, la nostra bravura sarà nel testare, tracciare e trattare" i casi di Covid-19. Lo afferma il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervistato a Sky Tg24.  

"I nuovi lockdown - prosegue - saranno on demand su piccole aree, una Rsa, una microzona rossa, dobbiamo abituarci a questo. Ma ribadisco che l'evidenza clinica e la situazione che osserviamo oggi sono molto tranquillizzanti. Non dobbiamo avere paura di nuovi focolai. Ce ne saranno altri, l'importante è scoprirli e contenerli".  

Con il ministro della Salute Roberto Speranza, spiega ancora Sileri, "non c'è diversità di vedute" sulla situazione e la gestione del coronavirus in Italia. "Diciamo la stessa cosa: dobbiamo transitare dalla paura dei mille morti al giorno a una forma di convivenza con il virus e con una possibile malattia. Non significa abbandonare la cautela, dire liberi tutti o buttare la mascherina, ma guardare avanti e trasformare la paura in responsabilità e consapevolezza". 

"Nessuno dice di fare un passo troppo in avanti. Il virus c'è, ma la verità è che circola meno grazie a quello che abbiamo fatto e continuiamo a farlo", sottolinea Sileri. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook