Dl Rilancio, i rilievi della Ragioneria di Stato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Dl Rilancio, i rilievi della Ragioneria di Stato

Dl Rilancio, manca la relazione tecnica: alla Camera slittano i lavori

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono trentuno, a quanto si apprende, gli emendamenti dei relatori al dl Rilancio dopo i rilievi della Ragioneria generale dello Stato.

Dl Rilancio, i rilievi della Ragioneria di Stato
Dl Rilancio, i rilievi della Ragioneria di Stato

 

I tecnici, nelle 22 pagine di appunti inviate ai parlamentari, hanno chiesto una serie di riformulazioni in termini di coperture, in particolare riguardo la possibilità per i contribuenti di investire i propri risparmi nel patrimonio dedicato di Cassa depositi e prestiti, la proroga automatica di quindici anni alle concessioni demaniali marittime e la possibilità di nuove intese per la bioraffinazione nel Paese.  

In particolare, la Ragioneria dello Stato chiede intanto di rivedere l’emendamento al dl Rilancio che rifinanzia con 30 milioni di euro il Fondo di garanzia per i mutui relativi alla costruzione, l’acquisto e l’ampiamento di impianti sportivi. E’ quanto si legge nella nota inviata dalla stessa Ragioneria alla commissione Bilancio di Montecitorio. “Le risorse per la copertura proposta- si legge nella nota- non sono più nella disponibilità di Bilancio”. Per sostenere le disposizioni contenute nell’emendamento, la Ragioneria suggerisce, di provvedere “mediante le entrate del bilancio dello Stato” e non attraverso il Fondo per le Pmi. Nella lettera la Ragioneria manifesta inoltre “fortissime perplessità” per gli emendamenti approvati che permettono la proroga automatica di quindici anni alle concessioni demaniali marittime. Questo perché “la situazione prospettata, nel protrarre lo status quo - sottolinea la Ragioneria- potrebbe determinare un’ingiustificata compressione dell’assetto concorrenziale del mercato del demani marittimo”. I tecnici dello Stato evidenziano inoltre come la Commissione Europea abbia già avviato una procedura di pre-infrazione sul tema. 

La Ragioneria dello Stato sottolinea inoltre come “ai componenti del comitato tecnico” che nascerà per mettere a punto i criteri di validazione delle mascherine chirurgiche e degli altri dispositivi di protezione individuale, “non spettano compensi, gettoni presenza, rimborsi spese o altri emolumenti comunque denominati”, per evitare nuovi o maggiori oneri a carico dello Stato. 

La discussione sul dl è stata intanto nuovamente sospesa. Il testo torna in Commissione Bilancio, dopo la riunione del Comitato dei 9. Il leghista Claudio Borghi ha spiegato che si tratta di "una decisione presa con la condivisione di tutte le forze", e che "si potrà tornare in Aula subito dopo le 17". La richiesta del nuovo slittamento è stata accolta, come detto da Fabio Rampelli, presidente di turno. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook