Stato emergenza, via libera a proroga dal Consiglio dei ministri
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Ven, Ago
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Stato emergenza, via libera a proroga dal Consiglio dei ministri

Stato emergenza, anche alla Camera ok a proroga

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

A quanto si apprende il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 15 ottobre. Nelle scorse ore Camera e Senato hanno approvato le due risoluzioni di maggioranza sulla proroga proposta dal governo Conte.

Stato emergenza, anche alla Camera ok a proroga
Stato emergenza, anche alla Camera ok a proroga

La Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sulla proroga con 286 sì. L'Aula ha inoltre approvato parte della risoluzione dell'opposizione, messa in votazione per parti separate, con 508 sì e 2 contrari.

"Ieri nel dibattito c'è stato qualche fraintendimento - ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nelle comunicazioni alla Camera sulla proroga dello stato di emergenza - Non sto dicendo che è preclusa una valutazione politica, anzi siete chiamati a farla in questa sede. Voglio dire che il governo sta operando questa valutazione sulla base di istanze organizzative, operative, non certo perché si vuole fare un uso strumentale come qualcuno si è spinto ad affermare, perché ad esempio si vuole assumere un atteggiamento liberticida, si vuole reprimere il dissenso, si vuole tenere la popolazione in uno stato di soggezione. Sono affermazioni gravi, che non hanno nessuna corrispondenza con la realtà".

"Se non si condivide la necessità di prorogare lo stato di emergenza - ha aggiunto il premier - lo si dica chiaramente in modo franco, ma non si faccia confusione con la popolazione, perché oggi, leggendo alcune pagine e alcune risposte sui social, c'è qualche cittadino che è stato convinto che la proroga dello stato di emergenza significhi tornare al lockdown, che significhi misure più restrittive dal primo agosto. Non è affatto così".

Senza la proroga dello stato di emergenza, ha spiegato il presidente del Consiglio, "verrebbe a cessare le proprie funzioni anche il comitato tecnico-scientifico, che in questi mesi ha svolto un ruolo importante nel sostenere e motivare con evidenze scientifiche, sempre che sia dia importanza alle evidenze scientifiche" ha affermato Conte. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook