Berlusconi, Clementi: "Umore migliora, la cura funziona"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Ven, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Berlusconi, Clementi: "Umore migliora, la cura funziona"

Berlusconi, Clementi: "Umore migliora, la cura funziona"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Ho sentito Silvio Berlusconi ieri pomeriggio e l'ho sentito molto bene, l'umore migliora. Abbiamo dato spazio al trattamento con remdesivir e devo dire che ci sta dando soddisfazione".

Berlusconi, Clementi:
Berlusconi, Clementi: "Umore migliora, la cura funziona"

 

A tracciare all'Adnkronos Salute un quadro dell'andamento delle terapie per il leader di Forza Italia, ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano per Covid-19, è Massimo Clementi, ordinario di Microbiologia e Virologia all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell'Irccs ospedale San Raffaele.

Proprio dopo un colloquio con lo specialista è nata la battuta del cavaliere sulla carica virale record. "La quinta più alta", ha detto ieri l'ex premier durante un collegamento telefonico. "Al primo tampone positivo - spiega Clementi - Berlusconi aveva una carica virale molto alta. Di tamponi ne ha fatti diversi ed era sempre negativo, ma era stato in zone come la Sardegna, in quel momento nell'occhio del ciclone" per contagi, "e dopo alcuni esiti negativi a un certo punto si è positivizzato, come altri componenti della sua famiglia", ricostruisce il virologo.

Come si è arrivati a parlare di 'super carica virale'? "Noi facciamo attenzione a questo parametro, siamo della corrente di pensiero che ritiene che abbia un ruolo nella patogenesi della malattia - chiarisce l'esperto - E teniamo un registro di tutti i pazienti, è un valore che monitoriamo". E' quello che il virologo ha spiegato anche a Berlusconi, chiarendo al paziente la logica secondo cui si è pensato di "impostare la terapia principalmente con un antivirale, invece che con altri farmaci come si fa in altri contesti". In generale remdesivir, aggiunge Clementi, è un farmaco che "sta dando risultati molto interessanti, se usato bene e molto presto".

Il dato della carica virale elevata ha colpito l'ex premier che ha voluto sapere: "Ma è la più alta di tutti?". Non la più alta in assoluto, ma sicuramente "tanto - conferma Clementi - da farci scattare un campanello d'allarme. E ci ha indirizzato nella scelta della terapia".

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook