Rai, Senato elegge De Biasio e Di Majo membri Cda - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Rai, Senato elegge De Biasio e Di Majo membri Cda

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Senato ha eletto Igor De Biasio e Alessandro Di Majo come membri del Cda Rai. De Biasio ha ottenuto 102 voti, mentre Di Majo ha totalizzato 78 preferenze. 20 voti sono invece andati a Giampaolo Rossi. I voti dispersi sono stati 12, le schede bianche 13 e le nulle 34. 

DE BIASIO - "Ringrazio il Senato per la fiducia. E sono

felice di mettermi di nuovo al lavoro per la più grande azienda culturale italiana" ha commentato De Biasio all'Adnkronos. Manager poliedrico con esperienza internazionale Igor De Biasio è ora al suo secondo mandato nel Cda Rai. Dall'economia digitale ai media, classe 1977, è sposato, con 3 figlie, milanese di nascita, veneto di origine. Laureato a 23 anni in Scienze Politiche all'Università Cattolica di Milano (110/110), ha conseguito tre specializzazioni post laurea: in Marketing (Bocconi), Marketing ed Economia Digitale (Cattolica di Milano) e Design Thinking (Politecnico di Milano). Dopo alcuni anni di esperienza manageriale in società multinazionali di consulenza, diventa Dirigente a 35 anni in Philips S.p.A., dove assume responsabilità internazionali nell'area del Mediterraneo e a 39 anni diventa Direttore commerciale di Europa, Africa e Medio Oriente per Moleskine. A 40 anni, nel luglio del 2018, la Camera dei Deputati lo elegge nel consiglio di amministrazione di Rai S.p.A. risultando il più votato tra i candidati prescelti. Nel 2019 viene nominato amministratore delegato di Arexpo S.p.A. ed ora è nuovamente nel board di Viale Mazzini. 

DI MAJO - Classe 1968, Alessandro Di Majo si è laureato in Giurisprudenza a Roma con una tesi dal titolo 'Diritto morale d'autore e opera cinematografica', esercita la professione di avvocato da circa 25 anni. E' stato consigliere presso la Corte di Cassazione a seguito di nomina per 'meriti insigni' con decreto Presidente della Repubblica, è stato giudice del Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni, Of Counsel dello studio legale Tonucci & Partners e commissario liquidatore di società fiduciarie in liquidazione coatta amministrativa su incarico del Ministero dello Sviluppo economico. Alessandro Di Majo, dal 2020 consigliere di amministrazione di Adir le assicurazioni di Roma, ha svolto e svolge la funzione di arbitro (anche come Presidente) e di Segretario di Collegi Arbitrali. In particolare è stato componente del Collegio Arbitrale della Lega Nazionale Professionisti Federazione Italiana Gioco Calcio. E ancora, curatore fallimentare su incarico del Tribunale di Roma e curatore speciale su conflitti di interessi tra amministratori e società su nomina del Tribunale di Roma. Di Majo è professore a contratto dal 2 aprile 2021 di 'Diritto del lavoro nell'economia digitale' presso l'università telematica internazionale Uninettuno di Roma (Facoltà di Giurisprudenza). Ed è professore a contratto da marzo 2020 di 'Diritto dello sport' sempre alla Uninettuno, ma in questo caso la Facoltà è di Economia. Oltre alle lezioni di diritto d'autore, diritto societario, diritto sportivo, diritto fallimentare, diritto civile e legislazione dello spettacolo presso diversi Master, Di Majo ha pubblicato cinque monografie che toccano anche il diritto dell'informatica e il diritto della comunicazione. Ed è nel Comitato Scientifico dell'Istituto Giuridico dello Spettacolo e dell'Informazione presso l'Anica dal 2011.