Tokyo 2020, Salvini: "Jacobs più italiano di tanti italiani" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Dom, Set

Tokyo 2020, Salvini: "Jacobs più italiano di tanti italiani"

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Marcell Jacobs è più italiano di tanti italiani. Mi domando perché si debba fare polemica su due vittorie straordinarie" alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Così Matteo Salvini, ospite di 'Controcorrente'su Retequattro. "Abbiamo due italiani, l’uomo più veloce del mondo e l’uomo che salta

più in alto. Qualcuno, invece di festeggiare e parlare di orgoglio e futuro, la butta in politica. Vedo i parlamentari del Pd sullo ius soli… Malagò mi ha chiamato, spiegando che ce l’ha con la burocrazia. Lo ius soli con le medaglie vinte ieri non c’entra un fico secco: l’Italia, con la legge di oggi, è il paese che ha dato più cittadinanze. Più di Francia e Germania abbiamo concesso la cittadinanza a chi l’ha richiesta", dice ancora Salvini, aggiungendo: "Godiamoci queste due vittorie straordinarie e lasciamo perdere la polemica politica...".  

"Il Washington Post ed il Times lanciano sospetti di doping nei confronti del nostro campione Marcell Jacobs. Squallidi. Nella vita bisogna saper perdere, fatevene una ragione”, aveva commentato in precedenza il leader della Lega dopo i dubbi dei quotidiani stranieri sull'oro conquistato dall'atleta nei 100 metri e celebrato in tutto il mondo. 

"Gli annali dello sport pieni di campioni che esplodono e poi si rivelano dopati", scriveva oggi il Washington Post, mentre su Twitter l'inglese Matt Lawton, corrispondente per il Times alle Olimpiadi di Tokyo, commentava: "Il nuovo campione olimpico dei 100 metri, Marcell Jacobs, è sceso sotto i 10 secondi per la prima volta a maggio. È venuto qui, ha corso 9''84 in semifinale e 9''80 per vincere. Ah, bene".