Quirinale 2022, Salvini: "Con Casellati massima proposta possibile"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Quirinale 2022, Salvini: "Con Casellati massima proposta possibile"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Abbiamo fatto la massima proposta disponibile dopo il presidente Mattarella, che più volte ha ribadito di non essere disponibile per una ricandidatura". Matteo Salvini, leader della Lega, si esprime così sulla candidatura di Elisabetta Casellati, presidente del Senato, nella quinta votazione per l'elezione del

presidente della Repubblica.  

"Oggi abbiamo fatto la massima proposta possibile, più volte Mattarella aveva detto di non essere disponibile, dopo il suo, aggiungo io, buon settennato, noi ora abbiamo proposto Elisabetta Casellati, la seconda carica dello Stato, non c'era di più, dopo Mattarella", dice Salvini. "Casellati era stata eletta dal 75% dei senatori all'inizio di questa legislatura, più unitaria di così...", ricorda. 

"Sono deluso, come cittadino italiano, dalla fuga della sinistra che diserta il voto e le riunioni di maggioranza. Speriamo non sia la giornata della diserzione, proporrò di incontrarci prima del voto del pomeriggio", dice ancora. "Ho mandato un'altra richiesta per un incontro, per capire se a sinistra c'è qualcuno che può incassare un sì. Il centrodestra ha messo il massimo sul tavolo". 

"Vorrei capire dai colleghi di maggioranza che idea hanno, da Letta ho raccolto solo no, quello è sovranista, quello non va bene, etc. Dal nostro punto di vista Casellati ha profilo di garanzia che gli italiani si aspettano, oltretutto sarebbe il primo presidente donna", afferma ancora. "Non vorrei che con tutti questi no vogliano far saltare il governo, far saltare i nervi a Mario Draghi". 

"Facciamo un conclave, un cenacolo, quello che vogliono, anche pane e acqua, pane e salame, spero che rispondano, c'è una seconda votazione alle 17, vediamo se ci riusciamo. Per me - aggiunge - va bene tutto, ma incontriamoci. Che facciamo, offriamo al paese una immagine di mezzo Parlamento ch diserta?". 

"Ora devo andare in ufficio, mi ha chiamato Letta per vederci, non voglio essere scortese", conclude Salvini. "Del tutto falso", la replica da fonti del Nazareno che smentiscono una telefonata ricevuta da Enrico Letta. 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.