Salute e Benessere, il Centro Tirreno - Notizie, Foto, Video, Approfondimenti - il Centro Tirreno - Quotidiano online
15
Gio, Apr

 

Coronavirus in Lombardia, sono "quasi 900" le persone ricoverate nelle terapie intensive della Regione. A dirlo è il dg al Welfare lombardo, Giovanni Pavesi, in audizione in commissione Sanità Lombardia. "In questo momento - ha spiegato - il sistema sanitario lombardo sta ricoverando quasi 900 persone in terapia intensiva, alcune migliaia sono quelle con il Covid nei reparti".  

 

Sono 1.241 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 8 aprile, secondo i dati del bollettino anticipati dal governatore Luca Zaia. Da ieri, registrati altri 24 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 44.878 tamponi. Il tasso di positività è al 2,76%. Negli ospedali della regione sono ricoverate 2.268 persone, con un calo di 30 unità. Sono 1.947 i pazienti in area critica e 321 (-2) in terapia intensiva.  

 

Dopo le ultime news dall'Ema sul vaccino anti covid AstraZeneca e il legame con le trombosi rare, l'Italia riadegua il suo piano vaccinale in base alla raccomandazione Aifa su over 60 e seconda dose. Ma l'obiettivo di 500mila dosi al giorno, assicura il commissario straordinario all'emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo nel corso della sua visita nell'hub di Macerata, "non cambia". 

 

"Da più parti, stampa, governo e Pd, stanno arrivando verso CasaPound le solite accuse di aver incitato piazza Montecitorio ed aver preso parte ai momenti di tensione con le forze dell'ordine. Questo breve video, dimostra nei fatti, che il consigliere municipale Luca Marsella nel momento in cui la polizia carica i manifestanti era sul palco a cercare di riportare la calma". Così Casapound, che pubblica anche un video a testimonianza di quanto affermato.  

 

 

Sul vaccino AstraZeneca, il nuovo pronunciamento dell'Ema sul rischio trombosi e la news dell'Italia che ha deciso di raccomandarlo agli over 60, il parere di Massimo Galli è netto. "La decisione di ieri sera è una nobile gara tra Ponzio Pilato e Don Abbondio, in una partita a tresette a non prendere. Tutti si sono tirati fuori da ogni responsabilità. E così l'immagine, la credibilità del vaccino sono state minate in maniera decisiva senza che ci fossero motivi reali per poterlo fare", dice all'Adnkronos Salute l'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano e docente all'università Statale del capoluogo lombardo, commentando la nuova 'tappa' della vicenda.  

 

I dati del bollettino della Protezione Civile sui contagi da coronavirus nelle regioni oggi, giovedì 8 aprile, con la tabella regione per regione. Le news sui casi di Covid, tamponi e tasso di positività nel Paese ancora diviso tra zona rossa e zona arancione. Le ultime notizie da Lombardia e Marche, Toscana e Sicilia, Lazio e Piemonte, Campania e Veneto. 

 

Vaccino Moderna, gli anticorpi indotti dal prodotto anti-Covid mRna-1273 dell'azienda sono presenti 6 mesi dopo la seconda dose. Lo comunica l'azienda americana, sulla base di uno studio che ha analizzato 33 adulti sani coinvolti nel trial di fase 1 condotto sul prodotto-scudo, guidato dai National Institutes of Health (Nih) statunitensi. I dati sono pubblicati nella Letter to Editor del 'New England Journal of Medicine'. "Sono in corso studi che monitorano le risposte immunitarie oltre i 6 mesi", aggiunge la società farmaceutica. 

 

500mila vaccinazioni al giorno in Italia? Per ora l'obiettivo "resta un miraggio". E i contagi da coronavirus si riducono ma crolla anche il numero dei tamponi effettuati mentre 14 Regioni restano tuttora sopra la soglia critica nelle terapie intensive. Questo il quadro del Paese alle prese con la pandemia, rappresentato dalla Fondazione Gimbe nel report del monitoraggio dell'emergenza Covid nella settimana dal 31 marzo al 6 aprile. 

 

Sono 1.153 i nuovi contagi di Coronavirus in Toscana secondo i dati del bollettino di oggi, 8 aprile, anticipati dal presidente della regione Eugenio Giani su Facebook. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.153 su 28.229 test di cui 16.513 tamponi molecolari e 11.716 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,08% (12,1% sulle prime diagnosi)", scrive Giani nel suo post.  

 

AstraZeneca e trombosi rare. In Italia, dopo le valutazioni dell'Ema sul legame con il vaccino anglo svedese, ecco le news dell'Aifa in una nota informativa con aggiornamenti sul rischio allegata alla circolare con cui il ministero della Salute aggiorna le indicazioni per l'uso del prodotto anti Covid, ora suggerito in via preferenziale per gli over 60.  

 

 "Per i vaccini a mRna" contro il covid, come quelli di Pfizer/BioNTech e di Moderna, "al momento non sono stati identificati analoghi segnali di rischio" di trombosi rare. Dopo le news arrivate dall'Ema e la raccomandazione in Italia sull'uso di AstraZeneca per gli over 60, la Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa, nell'allegato alla circolare con cui il ministero della Salute aggiorna le indicazioni per l'uso del vaccino AstraZeneca, fa riferimento anche agli altri farmaci. 

 

 

 Come sono cambiate le abitudini sessuali degli italiani ai tempi del Covid? La maggiore attenzione alle precauzioni per la prevenzione di infezioni trasmesse per contatto, come l’infezione da Covid-19, hanno contribuito a modificare i comportamenti sessuali? Migliaia di coppie si sono ritrovate da un giorno all’altro rinchiuse in convivenze forzate o a vivere inaspettati momenti di lontananza dal partner. Di questo e non solo ne abbiamo parlato con gli specialisti dell’ordine degli psicologi del Lazio. 

 

Aperture in Italia dopo l'emergenza covid? "In Francia dicono 14 luglio, negli Usa il 4 luglio e noi abbiamo il due giugno, un po' prima. Potrebbe essere una data ma il tema è programmazione e monitoraggio. La programmazione è fondamentale quindi dobbiamo iniziare a dire noi stiamo lavorando settore per settore stiamo vedendo i protocolli e faremo le nostre proposte". Lo ha detto il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, intervenendo a Omnibus su La7. 

 

Sono 490 i nuovi contagi da coronavirus nelle Marche secondo il bollettino con la tabella dei dati di oggi, 8 aprile. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5589 tamponi: 2828 nel percorso nuove diagnosi (di cui 804 nello screening con percorso Antigenico) e 2761 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17,3%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 490 (91 in provincia di Macerata, 149 in provincia di Ancona, 152 in provincia di Pesaro-Urbino, 20 in provincia di Fermo, 63 in provincia di Ascoli Piceno e 15 fuori regione). 

 

"Per la seconda dose di AstraZeneca non c’è al momento alcuna controindicazione". Lo ha detto a Sky TG24 Giorgio Palù, presidente dell'Aifa (Agenzia italiana del farmaco), dopo la raccomandazione del ministero della Salute sull'utilizzo del vaccino anglo-svedese agli over 60. "L’Ema - ha aggiunto - ha chiamato l’Agenzia del farmaco ed AstraZeneca. E’ stata fatta una review dei 79 casi di trombosi e nessuno si è verificato nella seconda vaccinazione. Ricordo che circa 20 milioni di inglesi sono stati vaccinati con AstraZeneca”.  

 

La Lombardia potrebbe passare dalla zona rossa alla zona arancione dalla prossima settimana, con regole e divieti meno restrittivi per scuola, spostamenti, categorie di negozi. Lo ha spiegato il governatore lombardo, Attilio Fontana ai microfoni di Rtl 102.5. "I numeri che stiamo valutando ed elaborando da mandare alla cabina di regia a Roma vanno in questa direzione - ha detto Fontana - l'indice di incidenza, l'Rt e la pressione sugli ospedali sono in lento ma graduale miglioramento. Quindi sicuramente da venerdì potremmo essere inseriti nella zona arancione".  

 

Vaccino AstraZeneca, in Italia la seconda dose potrà essere effettuata sempre con lo stesso prodotto. Dopo le valutazioni dell'Ema sul legame tra il vaccino e le trombosi rare, la news è contenuta nella circolare con cui il ministero della Salute aggiorna le raccomandazioni sul vaccino di Oxford, il cui uso è ora preferenziale negli over 60 del nostro Paese. 

 

"Concordo in pieno" con l'indicazione di un uso preferenziale del vaccino anti-Covid di AstraZeneca negli over 60. Lo dichiara in un'intervista al 'Corriere della Sera' Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus, spiegando le ragioni della decisione annunciata ieri sera dalle autorità sanitarie nazionali.  

 

L'Italia raccomanda il vaccino Astrazeneca agli over 60. Una decisione che cambia il piano vaccinale. L'annuncio è arrivato dopo le valutazioni di Ema che ha ritenuto possibile un legame fra il vaccino covid AstraZeneca e casi molto rari di trombosi. "La posizione decisa dal ministro" Speranza "dopo un confronto è quella di raccomandare un uso preferenziale nei soggetti oltre i 60 anni di età. Al momento non ci sono elementi per non considerare la somministrazione di AstraZeneca in chi ha ricevuto la prima dose di questo vaccino", ha detto il professor Franco Locatelli, coordinatore del Cts e presidente del Consiglio superiore di sanità. 

 

"La decisione di somministrare AstraZeneca in via preferenziale agli over 60 mette in pericolo tutto il piano di vaccinazione visto che la fetta più ampia della popolazione da vaccinare ha meno di 60 anni". Così Andrea Crisanti, secondo il quale "l'Italia si è allineata alla Germania, non ha esercitato nessuna valutazione indipendente”. “Una cosa allucinante, l'Agenzia europea dei medicinali non può lavarsene le mani in questo modo - spiega il professore di microbiologia dell'università di Padova in un'intervista a 'La Stampa' - lasciare che ogni singolo Paese decida per sé: così si crea disorientamento, oltre a dimostrare la mancanza di indipendenza dell'Ema e la debolezza della politica sanitaria dell'Unione. Quanto alla Germania, quella dei tedeschi è una decisione solo politica, dettata dal fatto che lì c'è una folta presenza di no vax e poi hanno in casa la BionTech: non voglio pensar male, ma forse una predilezione per il vaccino Pfizer c'è”.  

 

E' un nuovo stop and go, che rischia però di far deragliare il piano vaccinale. La decisione dell'Europa, dunque del governo italiano, di raccomandare le dosi del vaccino AstraZeneca agli over 60, 'scudando' i più giovani con Pfizer, Moderna e J&J, rischia di alimentare lo scetticismo verso il vaccino di Oxford. Con circa due milioni di dosi AstraZeneca che ancora giacciono nei frigo e oltre un milione e duecentomila persone, tra docenti e forze dell'ordine, che attendono la seconda dose a maggio e che ora non sanno come andrà a finire.  

 

AstraZeneca e seconda dose a under 60. Per il richiamo il vaccino anglo-svedese si potrà utilizzare. È quanto avrebbe detto il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto si apprende, nel corso dell'incontro con Regioni ed enti locali. 

 

Il vaccino AstraZeneca raccomandato in Italia per gli over 60. L'Ema, l'agenzia europea del farmaco, ha chiarito che c'è un possibile legame fra il vaccino e casi molto rari di trombosi. La decisione delle autorità italiane ha ovviamente conseguenze sulla campagna di vaccinazione. In particolare: chi ha già ricevuto la prima dose di AstraZeneca, riceverà anche la seconda dose? Cosa significa 'vaccino raccomandato'? 

 

Simone Inzaghi positivo al Covid con tutta la famiglia. A darne notizia è Gaia Lucariello, la moglie del tecnico biancoceleste. "Ciao a tutti, ci tenevamo a dirvi che purtroppo tutta la nostra famiglia dopo un tampone fatto a domicilio è risultata positiva al Coronavirus! Stiamo bene e in isolamento come da protocollo! Un abbraccio" scrive su Instagram. 

 

 

Insieme al Banco Alimentare, azioni concrete contro la dispersione alimentare e per sostenere le famiglie  

Cernusco S/N, 7 Aprile 2021 – è un progetto a cui PENNY Market ha creduto con impegno e passione: la frutta e verdura a fine vita – ma decisamente ancora di qualità – che ogni giorno andrebbe smaltita, con tutto lo spreco di sorta, viene invece valorizzata in una cassetta salva-spreco, venduta ad un prezzo simbolico, capace di incontrare le esigenze delle famiglie italiane in questo periodo di difficoltà sociale. 

 

Vaccino AstraZeneca, da domani "potrà essere somministrato anche nella fascia che va dai 60 ai 79 anni". E' quanto ha detto il commissario all'emergenza Francesco Paolo Figliuolo durante l'incontro tra Governo e Regioni nel giorno della nuova valutazione Ema. Sulla stessa linea il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli che avrebbe raccomandato di privilegiare le fasce di età over 60 per il vaccino anglo-svedese. "Rare trombosi sono state osservate in donne sotto i 60 anni" ha detto Locatelli.  

 

Sono 425 i nuovi contagi da Coronavirus in Liguria secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. Nella tabella si fa riferimento ad altri 12 morti. I tamponi molecolari fatti sono stati 6.192 nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 3.546 tamponi antigenici rapidi.  

 

AstraZeneca e trombosi, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) con il suo Comitato consultivo sulla sicurezza dei vaccini ha definito "plausibile ma non confermato" un legame fra il vaccino anti-Covid e i rari casi di coaguli di sangue con bassi livelli di piastrine osservati dopo la vaccinazione. Si tratta di casi "molto rari", è stato puntualizzato dagli esperti Oms secondo quanto riporta la 'Bbc online', segnalati fra le circa "200 milioni di persone vaccinate con AstraZeneca a livello globale". 

vaccino

 

“Sono quaranta le strutture accreditate tra Rsa, case di cura e centri di analisi cliniche e diagnostiche, afferenti a Confcommercio salute e Federsociale, pronte a diventare hub vaccinali per il Covid 19. E’ una battaglia di civiltà in un momento particolarmente difficile per la nostra comunità”. Lo ha dichiarato Salvatore Isaia, presidente di Confcommercio Salute e numero uno di Federsociale. 

 

Sono 2.569 i nuovi contagi da Coronavirus in Lombardia secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. Nella tabella si fa riferimento ad altri 109 morti. I dimessi o guariti sono stati 3.866. Tra le province con un numero maggiore di nuovi casi Milano a 808, Varese a 504 e Brescia a 298.  

 

Sono 998 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia, secondo la tabella del bollettino di oggi, 7 aprile. Registrati inoltre altri 16 morti, che portano il totale dei decessi nell'isola a 4.746 da inizio pandemia. I nuovi casi di Covid 19 sono stati registrati su un totale di 24.958 tamponi. Il record di casi si registra anche tra Palermo e provincia, dove sono 396 i nuovi positivi. In tutta l'isola sono 16 i morti e 88 i pazienti dimessi o guariti. In totale, in Sicilia sono 25.346 gli attuali positivi - 894 in più rispetto a ieri - e di questi 1.125 sono ricoverati in regime ordinario, 157 in terapia intensiva e 24.064 in isolamento domiciliare. 

 

Sono 13.708 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 7 aprile, secondo i dati delle regioni nel bollettino della Protezione Civile. Nella tabella, registrati altri 627 morti. 

PIEMONTE - Sono 1.464 i nuovi nuovi positivi. La tabella dei dati dalla regione registra inoltre altri 79 morti. I nuovi positivi sono pari al 6,1% dei 24.097 tamponi eseguiti, di cui 13.153 antigenici.  

 

Sono 1.464 i nuovi contagi da coronavirus in Piemonte secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. La tabella dei dati dalla regione registra inoltre altri 79 morti. I nuovi positivi sono pari al 6,1% dei 24.097 tamponi eseguiti, di cui 13.153 antigenici. Dei 1.464 nuovi casi, gli asintomatici sono 612 (41,8%). I casi sono 271 di screening, 849 contatti di caso, 344 con indagine in corso, 47 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 93 in ambito scolastico e 1.324 tea la popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 324.506, di cui 26.279 Alessandria, 15.591 Asti, 10.014 Biella, 46.073 Cuneo, 25.124 Novara, 173.717 Torino, 12.218 Vercelli, 11.709 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.394 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.387 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. 

 

Sono 61 i nuovi contagi da Coronavirus in Valle d'Aosta secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. Nella tabella si fa riferimento ad altri due morti. I guariti sono stati 83 nelle ultime 24 ore. Da ieri sono stati fatti altri 1.104 tamponi che portano i totale a 100.485 da inizio pandemia. I decessi di persone positive al Covid in Valle d’Aosta da inizio emergenza sono stati 431.  

 

Un altro vaccino, al posto di AstraZeneca, per gli under 30. In Gran Bretagna, secondo le ultime news, alle persone sotto i 30 anni verrà offerta un'alternativa ad AstraZeneca se sarà disponibile un altro vaccino contro il covid. E' quanto raccomanda il comitato di consulenza del governo di Londra sui vaccini (Jcvi). La raccomandazione arriva dopo che l'ente regolatorio britannico (Mhra) ha riscontrato 79 casi di trombosi, 19 dei quali mortali su persone vaccinate con AstraZeneca. In Gran Bretagna sono già stati somministrati 20 milioni di dosi di questo vaccino anti covid. 

 

Fiato corto, dolore al petto, gonfiore delle gambe, persistente dolore addominale, mal di testa e vista offuscata. Sono questi i segnali degli eventi avversi legati alle trombosi. I tecnici dell'Ema, dopo aver affermato che c'è "un possibile legame fra il vaccino covid AstraZeneca e casi molto rari di trombosi", fanno notare l'importanza del riconoscere tempestivamente questi campanelli d'allarme e intervenire.  

 

Sono 263 i nuovi contagi da Coronavirus in Sardegna secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. Nella tabella si fa riferimento ad altri 5 morti. Sono 6.599 i test fatti nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è di poco inferiore al 4%. I pazienti attualmente ricoverati in ospedale sono 294 (-3), mentre restano 47 quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.649, 117 quelle in più guarite. 

 

I rari casi di trombosi non caratterizzano solo il vaccino AstraZeneca. Con il vaccino Covid Johnson & Johnson sono stati segnalati "3 casi" di trombosi rare e anomale dopo l'immissione in commercio del prodotto scudo "su 4,5 milioni di vaccinati". A riferirlo oggi Sabine Straus, capo del Comitato per la farmacovigilanza Prac dell'Agenzia europea del farmaco Ema, rispondendo a una domanda sui rari casi di anomali coaguli di sangue osservati dopo la vaccinazione. L'esperta ne ha parlato oggi durante la conferenza stampa in cui si è fatto il punto sul rischio di questi eventi molto rari - casi di Cvst (trombosi del seno venoso cerebrale) e di trombosi della vena splancnica dell'addome, associati a bassi livelli di pastrine - per il vaccino AstraZeneca, dopo le valutazioni del Prac.  

 

Un farmaco usato da più di 50 anni per le infezioni intestinali in grado di bloccare gli effetti dannosi che la proteina Spike del coronavirus causa alle cellule e il danno provocato da Covid-19 ai polmoni. Lo studio è di un gruppo di ricercatori del King's College London, dell'università degli studi di Trieste e del Centro di ingegneria genetica e biotecnologie (Icgeb) di Trieste. Pubblicato oggi sulla rivista 'Nature', il lavoro ha identificato il meccanismo che porta alla fusione delle cellule infettate con Sars-Cov-2 e un farmaco in grado di bloccare questo processo, ora protagonista di una sperimentazione in India. 

 

Sono 576 i nuovi contagi da Coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino di oggi, 7 aprile. Nella tabella si fa riferimento ad altri 57 morti per un totale da inizio pandemia di 12.246 vittime in Regione. Sono stati 31.860 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1,8%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,5 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 120 nuovi casi e Modena e Parma con 60; poi Piacenza (59), Cesena (58) e Reggio Emilia (57), quindi Forlì (50) e Ferrara (38); seguono Ravenna (34), il Circondario imolese (25) e, infine, Rimini (15). Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.415 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 264.532 in totale nella Regione. 

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato