Salute e Benessere, il Centro Tirreno - Notizie, Foto, Video, Approfondimenti - il Centro Tirreno - Quotidiano online
15
Gio, Apr

 

Sono 182 i nuovi contagi di Coronavirus nelle Marche secondo i dati del bollettino di oggi, 5 aprile. Il Servizio Sanità della Regione, che da domani sarà in zona arancione, ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.462 tamponi: 1.730 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.059 nello screening con percorso Antigenico) e 732 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 10,5%). 

 

I contagi da coronavirus nel mondo oggi hanno raggiunto la cifra di 131.336.037, mentre le vittime totali sono 2.853.365. Secondo i dati della John Hopkins University, i casi registrati nelle ultime 24 ore sono 448.398 mentre i decessi sono stati 6.382. Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito in assoluto con 30.706.129 casi totali e 555.001 vittime, seguito dal Brasile con 12.984.956 casi e 331.433 vittime. L'Italia è settima al mondo per numero di contagi (3.668.264) e sesta per morti (111.030). 

 

"I dati relativi alla trombosi in chi è vaccinato" contro il Covid "sono esattamente uguali a quelli per la popolazione non vaccinata". Lo sottolinea Matteo Bassetti, direttore delle Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, intervenuto a Mattino5. "Ha fatto bene l’Italia a seguire quello che dice l’Ema, i benefici del vaccino AstraZeneca superano ampiamente i rischi. Le istituzioni non hanno aiutato, Aifa in 3 momenti diversi ha autorizzato il vaccino per 3 categorie diverse. Il dato britannico, con oltre 12 milioni di persone vaccinate tra Inghilterra e Scozia, hanno evidenziato che il vaccino è forte e sicuro", rimarca Bassetti.  

 

"Il virus può ancora circolare, ci sono ancora 50 milioni di persone che il virus può colpire. E lo vediamo con le varianti che possono colpire anche i soggetti più giovani. L'unica opzione è la vaccinazione da fare in più fretta possibile per tenere a bada le varianti". Lo ha detto a Sky Tg24 Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano, ospite di 'Buongiorno'. In Italia, ha rilevato il virologo, "stiamo abbassando la curva dei contagi, c'è una riduzione della pressione sul servizio sanitario in tutte le regioni, purtroppo è ancora troppo alto il numero dei decessi. Ma abbiamo imparato dalle altre due ondate che il primo parametro che migliora è quello dei contagi e poi a seguire gli aspetti più tristi conseguenti alla malattia".  

 

"Le restrizioni servono, per questo dobbiamo mantenere strette le maglie". Lo ha detto Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano, a SkyTg24. "Il comportamento responsabile della gente sta facendo vedere i suoi effetti, in tutte le regioni si abbassa la pressione sugli ospedali. I dati in Lombardia evidenziano l'abbassamento dell’Rt e lo vediamo anche negli ospedali, dove stiamo dimettendo dei pazienti" ha aggiunto. 

 

Sono 8.497 i nuovi contagi di Coronavirus in Germania secondo i dati del bollettino di oggi, 5 aprile, diffuso dall'Istituto Robert Koch. Si registrano altri 50 morti nelle ultime 24 ore, un dato che porta a 77.013 il totale dei decessi nel paese dall'inizio della pandemia di Covid 19. Nell'ultima settimana in Germania si sono registrati 128 casi ogni 100mila abitanti. Il numero dei casi totali sale a 2.893.883, mentre quello dei dimessi/guariti è di 2.581.500 (+12.100 da ieri). 

 

Sono 1.908 i contagi da coronavirus in Campania oggi, 4 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. Tra questi, secondo la tabella, gli asintomatici sono 1.273. I sintomatici sono 635. Sono registrati altri 7 morti, avvenuti nelle ultime 48 ore. I nuovi casi sono stati individuati su 17.228 tamponi molecolari e 1.022 antigenici. I posti letto in terapia intensiva occupati sono 153 su 656. Quelli di degenza sono 1.509 su 3.160. 

 

Il "ritmo irregolare" con cui i Paesi vaccinano la popolazione contro il Covid-19 "è la più grande minaccia per una ripresa economica globale". E' quanto ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, in un'intervista pubblicata sul sito del Financial Times. "Lo strumento principale che abbiamo al momento non è né monetario né fiscale, sono le vaccinazioni", ha spiegato aggiungendo come sia necessario "mantenere una stretta cooperazione internazionale all'interno del G20 per evitare che le diverse fasi della campagna di vaccinazione nei vari Paesi si traducano in eccessive divergenze delle rispettive economie". 

 

"Sicuramente" in arrivo in Italia 8 milioni di dosi di vaccino anti Covid entro aprile. A dirlo è il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite oggi di ‘Domenica In’. "Il numero delle vaccinazioni sale e continuerà a crescere. I vaccini arrivano ed entro aprile ne arriveranno sicuramente 8 milioni. Stiamo mettendo in sicurezza gli anziani, ad oggi sono 2,8 milioni gli anziani che hanno ricevuto una dose di vaccino". 

 

Pasqua 2021 con lockdown, coprifuoco, assembramenti vietati, niente visite ad amici o parenti. Le norme possono variare ma, anche quest’anno, le celebrazioni per milioni di cristiani in tutto il mondo saranno inevitabilmente diverse da quelle della tradizione. E, mentre chiese, fedeli e famiglie trovano soluzioni alternative a messe, pranzi e cacce alle uova, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo in guardia contro affollate celebrazioni indoor che potrebbero innescare una nuova ondata di infezioni di Covid-19.  

 

Sono 323 i nuovi contagi da coronavirus nelle Marche secondo il bollettino e la tabella dei dati di oggi, 4 aprile. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3680 tamponi: 1849 nel percorso nuove diagnosi (di cui 484 nello screening con percorso Antigenico) e 1831 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17,5%). 

 

Sono 122 i nuovi contagi da coronavirus in Basilicata secondo il bollettino con la tabella dei dati di oggi, 4 aprile. Registrati inoltre altri 2 morti. 1.248 i tamponi molecolari effettuati. Le persone decedute sono cittadini di Lauria e Vietri di Potenza. I lucani guariti o negativizzati sono 79. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.773 (+38), di cui 4.588 in isolamento domiciliare. Sono 14.293 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 438 quelle decedute. 

 

Sono 1.626 i nuovi contagi da coronavirus in Toscana secondo il bollettino con la tabella dei nuovi positivi di oggi, 4 aprile. Registrati inoltre altri 26 morti. 201.744 in totale i casi di positività nella Regione. 1.575 i nuovi casi confermati con tampone molecolare e 51 da test rapido antigenico.

 

 

Vaccini nel Lazio, per l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato - oggi in visita all’hub vaccinale della Nuvola all’Eur con il governatore Nicola Zingaretti -"la macchina non si ferma, ma per arrivare all’obiettivo che ha indicato il premier Draghi servono 15 milioni di dosi in Italia al mese e un milione e mezzo nel Lazio. Ne arrivano la metà. Quando arriveranno queste dosi possiamo dire che l’obiettivo è raggiungile e mi sembra che c’è ancora distanza".  

Israele conta di cominciare a somministrare il vaccino Pfizer anti covid anche sotto i 16 anni nelle prossime settimane. "Ci serve l'approvazione della Fda e del comitato israeliano. Penso che l'otterremo nelle prossime settimane e inizieremo a vaccinare anche i minori", ha detto lo 'zar anticoronavirus' Nachman Ash alla radio dell'esercito.  

 

Vaccini nel Lazio, la Regione non si ferma per le festività: fra oggi e domani infatti saranno somministrate circa 50mila dosi. A dirlo è il governatore Nicola Zingaretti, oggi in visita all’hub vaccinale alla Nuvola all’Eur. "Era doveroso oggi esser vicini a coloro che stanno vaccinando, per dare un segnale che le vaccinazioni non si fermano. A Pasqua e Pasquetta faremo circa 50mila nuove somministrazioni. I dati cominciano ad essere positivi e confermano che il vaccino funziona ed e l’arma più importante per sconfiggere virus", ha spiegato. 

 

Curva dei contagi da coronavirus in Italia che scende lentamente. Lockdown, zone rosse e restrizioni non sono bastate? A rispondere, intervistato oggi dal Corriere della Sera, è direttore della Prevenzione del ministero della Salute e membro del comitato tecnico scientifico Cts Giovanni Rezza. "Colpa delle varianti - spiega -. Quella inglese è più trasmissibile delle altre, come la brasiliana, concentrata fra Umbria, Lazio e Toscana. Gli interventi le stanno tenendo a bada ma con fatica.

 

Pasqua 2021 zona rossa, con l'Italia in emergenza coronavirus 'chiusa' da misure, divieti e restrizioni che dureranno fino a tutto domani, martedì 5 aprile. Spostamenti, visite ad amici e parenti, seconde case, ma anche messa pasquale con autocertificazione e pranzo ristretto nelle regole o raccomandazioni studiate dal governo e dalle Regioni per limitare i contagi. Ecco quali sono. 

 

"Intimidazioni via mail sono arrivate anche a me. Ma penso soprattutto alle minacce al ministro Roberto Speranza, inconcepibili perché sono stati chiamati in causa anche i familiari. Hanno dato fuoco al portone dell'Istituto superiore di sanità, dove ci sono persone che fanno semplicemente il loro lavoro. Ora la molotov in un centro vaccinale di una città che ha molto sofferto come Brescia. Bene fa la procura a indagare, bisogna capire se c'è un disegno eversivo". A lanciare l'allarme, in un'intervista al Messaggero, è Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, indignato per la serie di azioni criminali che hanno interessato scienziati, decisori e strutture sanitarie sul fronte del contrasto della pandemia.  

Scende l'età media dei contagi da coronavirus in Italia e i reparti di terapia intensiva si trovano ancora sotto pressione in 14 Regioni e province autonome. A fare il quadro della pandemia nel Paese sono gli ultimi dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas) e il report integrale sull'epidemia dell'Istituto superiore di Sanità. Una 'fotografia' scattata nel pieno della campagna vaccinale del governo, alle prese con i ritardi nelle consegne e l'aggressività delle varianti del virus. 

 

Italia zona rossa per Pasqua, a messa con l'autocertificazione. In base ai divieti e alle regole previste per limitare la circolazione del Coronavirus, i fedeli che prenderanno parte alle Veglie pasquali e alla celebrazione della domenica di Pasqua dovranno ricordare di portare l’autocertificazione. In chiesa, rigorosamente vicino a casa. 

 

Nel Lazio si registra una diminuzione contagi da coronavirus tra operatori sanitari 15 giorni dopo l'inizio della campagna vaccinale e un evidente decremento del numero di focolai nelle strutture per anziani. Tale importante risultato fa ipotizzare un effetto combinato della vaccinazione negli operatori sanitari e negli ospiti delle strutture socio-sanitarie residenziali. E' quanto emerge da uno studio del Servizio regionale per l'epidemiologia, sorveglianza e controllo delle malattie infettive (Seresmi)- Spallanzani sulla valutazione degli effetti della vaccinazione, come riferisce l'Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. 

 

L'Olanda ha sospeso tutte le somministrazioni del vaccino AstraZeneca fino al 7 aprile, per evitare di dover sprecare dosi dopo che ieri è stato deciso di limitare temporaneamente la vaccinazione agli ultra sessantenni. Circa 700 ultrasessantenni dovevano ricevere in questi giorni il vaccino AstraZeneca, ma i loro appuntamenti sono stati cancellati dato che non vi era garanzia di riuscire ad usare tutte le dosi nelle provette. 

 

"La situazione dei ricoveri Covid è sicuramente seria. Anche per quanto riguarda le terapie intensive: in questo momento abbiamo 51 posti letto occupati su 55 disponibili, siamo evidentemente sotto pressione". Lo ha spiegato all'Adnkronos Salute Francesco Pugliese, direttore del dipartimento emergenza del Policlinico Umberto I di Roma. "E' una fase critica, seppure non insostenibile. Ora tutto dipende dall'andamento della curva, se continua a salire il numero dei ricoveri, anche la pressione che stiamo subendo crescerà" ha aggiunto, invitando poi i cittadini "a rispettare le regole perché gli ospedali faticano davvero molto". 

 

Nelle Marche sono 579 i contagi da coronavirus oggi, 3 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. La tabella del Servizio Sanità fa riferimento a 5785 tamponi testati nelle ultime 24 ore: 2977 nel percorso nuove diagnosi (di cui 860 nello screening con percorso Antigenico) e 2808 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 19,4%). 

 

Presto il via ai vaccini in azienda: dalla prossima settimana, infatti, e più esattamente dal 6 aprile, giorno in cui governo e parti sociali firmeranno un accordo ad hoc, anche le imprese potranno scendere in campo contro l'epidemia potenziando così la rete vaccinale predisposta dall'esecutivo contro il Covid. Un canale parallelo alla rete ordinaria e non già una procedura alternativa, quello aziendale, che servirà a rafforzare la capillarità necessaria all'obiettivo di un mondo del lavoro "covid free". Tutto sarà dunque pronto da martedì anche se l'operatività reale dell'intesa che porta la firma congiunta deli ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e della Salute, Roberto Speranza, potrà partire solo a fronte di una fornitura di vaccini che sia finalmente a regime. 

 

Sono 452 i contagi da coronavirus in Friuli Venezia Giuli oggi, 3 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. Registrati 20 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 5.592 tamponi molecolari (indice di positività del 5,13%) e su 3.332 i test rapidi antigenici (4,95%). I decessi registrati sono 19, a cui se ne aggiunge uno pregresso, i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 78 così come si riducono quelli in altri reparti che risultano essere 596. 

 

Sono 2.127 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 3 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. Nella tabella, inseriti 23 morti. L'Unita’ di Crisi della Regione ha reso noto che i nuovi casi sono pari al 5,0% dei 42.325 tamponi eseguiti, di cui 30.514 antigenici. Dei 2.127 contagi, gli asintomatici sono 799 (37,6%).  

 

Sono 21.261 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 3 aprile, secondo i dati regione per regione del bollettino della Protezione Civile. Nella tabella del ministero della Salute registrati altri 376 morti, che portano il totale a 110.704 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia di covid-19. Da ieri eseguiti 359.214 tamponi, l'indice di positività è al 5,9%. Sono 3.714 sono i ricoverati in terapia intensiva (+10 da ieri), con 234 ingressi giornalieri. 

 

Nelle ultime due settimane l'età media dei casi di Covid-19 in Italia è scesa a 46 anni. E' quanto emerge dal report integrale sull'epidemia dell'Istituto superiore di Sanità, che riporta i dati di sorveglianza con dati aggiornati al 31 marzo.  

 

Sono 328 i nuovi contagi da coronavirus in Sardegna, secondo la tabella del bollettino di oggi, 3 aprile. Registrato inoltre un morto. Sono 46.655 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell'emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.023.789 tamponi, per un incremento complessivo di 4.647 test rispetto al dato precedente. 

 

"Attilio Fontana e Letizia Moratti, chiedete scusa". Fedez, in una serie di stories su Instagram, si rivolge così ai vertici della Regione Lombardia dopo il caso legato alla vaccinazione della nonna. La signora, 90 anni, secondo il rapper e la moglie Chiara Ferragni è stata chiamata dalla regione solo dopo la pubblicazione di alcune stories da parte dell'influencer, che ha stigmatizzato le lacune del sistema di vaccinazione regionale.

 

L'agenzia francese per il farmaco (Asnm) ha registrato altri tre casi di trombosi in localizzazione 'atipica' dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. I casi sono stati riportati nella settimana fra il 19 e il 25 marzo. Dall'inizio della campagna di vaccinazione con AstraZeneca, sono stati segnalati 12 casi di trombosi entro nove giorni dalla prima dose, quattro dei quali fatali. Nella maggior parte erano donne sotto i 55 anni, in tre casi più anziane. Entro il 25 marzo in Francia erano state somministrate 1,9 milioni di dosi diAstraZeneca. Nel paese, la vaccinazione con AstraZeneca è ora riservata a chi ha più di 55 anni. 

 

"La paura di andare in ospedale uccide, soprattutto in caso di infarto, quando ogni minuto conta. Come cardiologi siamo preoccupati, a fronte di un aumento dei ricoveri per Covid, che possa ripetersi ciò che è accaduto lo scorso anno, nella prima ondata pandemica, quando si è verificato un crollo totale del numero dei pazienti che andavano al pronto soccorso per sospetto infarto, con una riduzione del 50% degli accessi. E questo ha fatto crescere le morti evitabili". Lo ricorda all'Adnkronos Salute Francesco Romeo, presidente della 'Fondazione italiana cuore circolazione' Onlus che, a breve, avvierà una campagna che invita proprio a non dimenticare le malattie cardiovascolari che "sono la prima causa di mortalità nel mondo".  

 

Sono 99 i nuovi contagi da coronavirus in Basilicata, secondo la tabella del bollettino di oggi, 3 aprile. Registrati inoltre 2 morti. I nuovi casi di positivi al Sars Cov-2 (93 sono residenti) sono emersi su un totale di 1.693 tamponi molecolari, rende noto la task force regionale. Le persone decedute sono cittadini di Pietrapertosa e Potenza. I lucani guariti o negativizzati sono 60. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.735 (+31), di cui 4.548 in isolamento domiciliare. Sono 14.214 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 436 quelle decedute. 

 

Sono 1.473 i nuovi contagi da coronavirus in Toscana secondo il bollettino con la tabella dei dati di oggi, 3 aprile. Registrati inoltre altri 22 morti. 1.434 i nuovi positivi confermati con tampone molecolare e 39 da test rapido antigenico. Dall’inizio dell’epidemia sono 200.118 i casi di positività al coronavirus nella Regione. I nuovi casi sono lo 0,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei nuovi positivi odierni è di 46 anni circa (il 15% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più). 

 

 

"La situazione in ospedale è piuttosto critica. Stiamo vedendo un aumento dei ricoveri. In particolare questa notte abbiamo avuto molti ingressi, circa una ventina di pazienti. I numeri aumentano. E anche la terapia intensiva, per quanto riguarda i pazienti Covid, è satura. Abbiamo 69 letti dedicati e sono tutti pieni, ma in ogni caso la situazione è gestibile". A fare il quadro all'Adnkronos Salute è Andrea Cambieri, direttore sanitario del Policlinico Gemelli, dopo l'aumento dei ricoveri legati alla pandemia nella capitale.  

 

Sono 130.267.898 i casi di contagio da Coronavirus registrati nel mondo da inizio pandemia. Lo rivela il sito della Johns Hopkins University, secondo cui le infezioni segnalate nelle ultime 24 ore sono state 538.400, i decessi 9.446. Le vittime del Covid nel mondo sono state 2.838.306. In totale 73.779.703 persone sono guarite dalla malattia. Il Paese più colpito in termini assoluti sono gli Stati Uniti, con 30.609.691 casi e 554.103 decessi, seguiti dal Brasile, 12.910.082 casi e 328.206 morti. 

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato