Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
03
Mer, Mar

 

Sono 20.499 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 26 febbraio, secondo il bollettino della Protezione Civile pubblicato dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 253 morti, un dato che porta a 97.227 il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia di covid-19.

 

Pistoia e Siena zone rosse per nove giorni a partire da domani, sabato 27 febbraio. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha firmato le due ordinanze con le quali si dispongono provvedimenti restrittivi in tutti i comuni delle due province fino a domenica 7 marzo compresa. 

 

 

Sono 13 i nuovi contagi da Coronavirus in Valle d'Aosta secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri nessun morto di Coronavirus. Da inizio pandemia i contagi salgono a 8011 nella Regione. I positivi attuali sono oggi 141, uno in meno rispetto a ieri, di cui otto ricoverati in ospedale, uno in terapia intensiva, e 132 in isolamento domiciliare.

 

"Da lunedì chiudiamo tutte le scuole". Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, sottolineando come da oggi si debbano prendere "misure drastiche" per arginare la diffusione del coronavirus, soprattutto a Napoli. 

 

 

Le malattie rare "non diagnosticate colpiscono il 30% del totale dei pazienti con questo tipo di patologie". Ma dalla ricerca emergono "elementi confortanti. Se guardiamo i dati di confronto tra il 2010 con quelli del 2019 e il numero di sperimentazioni che sono state fatte nel campo delle patologie orfane e rare, vediamo che i numeri cominciano a crescere a doppia cifra, con 150 studi in più".

 

Saranno gli adulti di età compresa tra i 40 e i 49 anni i prossimi a essere vaccinati contro il coronavirus nel Regno Unito. Questo accadrà quando sarà completata la somministrazione di almeno una dose a tutti i gruppi a rischio indicati nella Fase 1 della campagna messa in campo dal governo di Boris Johnson.

 

Zona arancione per Lombardia, Piemonte e Marche. Zona rossa per la Basilicata e per il Molise. E' l'ipotesi che si delinea, in base ai dai relativi all'epidemia di coronavirus, secondo quanto apprende l'Adnkronos Salute dopo la fine della riunione della cabina di regia sull'aggiornamento settimanale.

 

Rt stabile a 0.99 in Italia. L'indice è superiore a 1 in 10 regioni. L'epidemia di coronavirus accelera e servono "urgenti misure". L'epidemia "dopo un iniziale lento peggioramento, entra questa settimana nuovamente in una fase in cui si osserva una chiara accelerazione nell’aumento dell’incidenza nazionale.

 

Parigi pensa a un lockdown totale e indipendente dal resto della Francia di tre settimane. Che la capitale francese stia valutando questa ipotesi lo ha fatto sapere il vice sindaco della capitale francese, Emmanuel Gregoire, nel corso di un'intervista all'emittente Franceinfo. Lockdown che permetterebbe di riaprire poi tutte le attività in maggiore sicurezza. 

 

"Chi continua a pensare, e soprattutto a decidere, come se di scogli ce ne fosse soltanto uno (il virus, da fermare a qualunque costo, e tutto il resto non conta) prima o poi dovrà prendere atto che questo approccio non è sostenibile, e che bisogna trovare delle soluzioni di ragionevole compromesso, mentre aspettiamo che i vaccini ci tirino fuori da questa brutta situazione".

 

Quattro dosi su cinque del vaccino anti Covid di AstraZeneca consegnate ai Paesi Ue non sono ancora state utilizzate. E' quanto rivela il Guardian, che ha condotto una propria indagine sull'impiego nei Paesi dell'Unione del vaccino sviluppato dall'azienda farmaceutica anglo-svedese in collaborazione con l'Univesità di Oxford.

 

Il bollettino delle regioni sulla situazione Covid in Italia oggi, venerdì 26 febbraio. Tutte le news e i dati sui contagi nella giornata caratterizzata dal monitoraggio settimanale dell'epidemia di coronavirus, con la prospettiva di un indice Rt superiore a 1 per effetto della variante inglese. Novità in vista per la zona rossa, arancione e gialla. 

 

Rita Cataldo (Farmindustria),  l’emergenza Covid -19 ci ha insegnato l’importanza di continuare a lavorare con istituzioni, di fare ricerca clinica, di assicurare al paziente accesso, screening e diagnosi precoce, oltre  a terapie domiciliari, garantire livelli di assistenza incentivando lavoro con privati. 

 

 

"Dobbiamo dire grazie ai tedeschi che hanno anticipato i soldi, altrimenti l'ordine Eu di vaccini neanche partiva, mentre i cittadini europei morivano (e muoiono) a migliaia. Roba da matti. Tutto questo fa piangere il cuore un ultras europeista come me".

 

"Nel Paese la situazione è stata stabile fino all'ultima settimana, quando si è cominciato a vedere un aumento dei contagi. E' presto per dire se è una terza ondata" di Covid 19 "o se sono oscillazioni che si manterranno più o meno piatte, che saliranno e scenderanno, ma senza un picco".

 

"Non possiamo giocare a dadi con la salute delle persone. Abbiamo vaccini (anti Covid, ndr) con un’efficacia altissima, che mantengono il titolo anticorpale alto a lungo, però devono essere somministrati nel modo giusto. Se abbiamo fretta rischiamo di non proteggere le persone e facilitare la generazione di varianti". Così a Buongiorno, su Sky TG24, Antonella Viola, immunologa dell’Università di Padova. 

 

 

Sono quasi 10mila i nuovi casi di coronavirus confermati nelle ultime 24 in Germania e circa 400 le persone che sono morte per complicazione. Sono i dati del Robert Koch Institute, l'agenzia incaricata dal governo di Berlino di monitorare l'andamento della pandemia in Germania, che nell'ultima giornata ha riportato 9.997 contagi e 394 decessi.

 

Sono 1.254 i nuovi contagi di Coronavirus in Toscana secondo il bollettino di oggi, 26 febbraio, anticipato dal presidente della regione Eugenio Giani su Facebook. Dopo l'impennata di casi di Coronavirus, complice la diffusione della variante inglese, ieri Gianni ha annunciato che Pistoia e Siena passeranno in zona rossa da domani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.254 su 23.028 test di cui 14.130 tamponi molecolari e 8.898 test rapidi.

 

''Il Sistema informatico regionale che consente la registrazione dei vaccinandi in tutta la Lombardia si è bloccato una ventina di minuti fa, rallentando le fasi di accettazione, che devono quindi svolgersi manualmente''. A denunciarlo è l'Azienda Socio Sanitaria Territoriale dei Sette Laghi. 

 

Il vaccino anti Covid di Janssen, azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson, "credo sia in dirittura d'arrivo. Nei primi 15 giorni di marzo potrebbe arrivare la decisione dell'Agenzia europea dei medicinali Ema" sull'approvazione. Ad annunciarlo è Armando Genazzani, rappresentante italiano nel comitato tecnico Chmp dell'Ema, ai microfoni di '24Mattino' su Radio24.  

 

L'indice Rt si avvia a superare 1 in Italia a livello nazionale. La zona rossa potrebbe accogliere qualche regione e la zona arancione è destinata ad allargarsi sotto la spinta della variante inglese del covid con regole e misure più severe per le nuove aree. L'analisi dei dati sul monitoraggio settimanale dell'epidemia di coronavirus in programma oggi produrrà, con ogni probabilità, nuove ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza.  

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato