Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Mar, Mar

"Mi pare di capire che si tolgono alcune stupidaggini previste dal commissario, le Primule assolutamente inutili, peggio dei banchi a rotelle". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta Facebook. 

 

"Stiamo vedendo la circolazione di varianti - ha ricordato Brusaferro - sia quella più nota, la variante inglese che circola ampiamente ed è destinata a diventare la variante dominante, in tutta Europa, ma anche focolai di variante brasiliana in centro Italia e casi di variante sudafricana, in gran parte piccoli cluster di importazione". 

Sono 15.479 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 19 febbraio, secondo i dati del bollettino della Protezione Civile pubblicato dal ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 348 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 297.128 tamponi, l'indice di positività è al 5,2%. I pazienti in terapia intensiva sono 2.059 (+14). 

Sono 874 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 19 febbraio, su 9.141 tamponi. Da ieri, secondo il bollettino regionale, altri 19 morti. Tra i nuovi casi positivi, 359 sono in provincia di Bari, 57 in provincia di Brindisi, 80 nella provincia Bat, 123 in provincia di Foggia, 79 in provincia di Lecce, 173 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione, 1 provincia di residenza non nota.  

 

Sono 494 i contagi da coronavirus in Abruzzo oggi, 19 febbraio, secondo il bollettino. Da ieri, registrati altri 9 morti. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 94, di cui 7 in provincia dell’Aquila, 47 in provincia di Pescara, 19 in provincia di Chieti e 21 in provincia di Teramo. 

 

Il bollettino delle regioni sulla situazione Covid in Italia oggi, giovedì 18 febbraio. Tutte le news e i dati sui contagi. L'indice Rt nazionale si attesta a 0,99. Zona arancione per Campania, Emilia Romagna e Molise. 

"Dobbiamo essere molto cauti perché la sfida del virus è ancora alta. La prima cosa da fare è vaccinare tutti gli insegnanti e il personale, anche i più grandi di età. Solo se loro saranno in sicurezza le scuole saranno sicure anche per i ragazzi e le famiglie". A spiegare il piano sicurezza della scuola, in un'intervista al Corriere della Sera, è il neo ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi.

Terza notte in ospedale per il principe Filippo, duca di Edimburgo, ricoverato martedì sera al King Edward VII Hospital nel centro di Londra su consiglio del suo medico per motivi non riconducibili al coronavirus. Il ricovero del principe, 99 anni, secondo quanto riporta la Bbc dovrebbe durare qualche giorno. 

Zona arancione, zona gialla. Mentre le varianti covid spaventano l’Italia e molti esperti invocano lockdown chirurgici, le regioni guardano al monitoraggio settimanale sui dati del Covid in Italia: la cabina di regia potrebbe ridisegnare la mappa delle zone più o meno a rischio, con l’adozione di misure e restrizioni abbinate al colore.

Il Lazio ancora in zona gialla? “L’Rt è a 0.95, aspettiamo le decisioni ma tecnicamente i dati sono da zona gialla”. Lo ha affermato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato a margine della giornata dedicata dall’Ordine dei medici di Roma agli operatori caduti per Covid con una targa dedicata. 

Rt in crescita in Italia. Nel periodo 27 gennaio-9 febbraio, l’indice di contagio medio calcolato sui casi sintomatici al coronavirus è stato pari a 0.99 (range 0.95– 1.07), in crescita rispetto alla settimana precedente e con un limite superiore che comprende l’uno.

C'è un problema che l'emergenza Covid ha fatto passare in secondo piano "il netto calo delle vaccinazioni per l'herpes zoster nei soggetti a rischio, sembra un controsenso in un periodo in cui non facciamo altro che parlare di vaccinazioni. Così però una fetta della popolazione è a rischio".

Sono 924 i nuovi contagi da coronavirus in Toscana secondo il bollettino di oggi. Registrati inoltre altri 19 morti. Dall’inizio dell’epidemia nella regione sono 146.900 i casi di positività al Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 924 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 21% ha meno di 20 anni, il 20% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più). 

"A noi bastano due settimane per sviluppare un vaccino diretto contro una variante del coronavirus". Lo afferma Noubar Afeyan, cofondatore e presidente di Moderna, è l’anima dell’azienda statunitense che produce uno dei due vaccini anti Covid a base di Rna messaggero già disponibili per la popolazione (l’altro è di BioNTech-Pfizer) in una intervista a 'Il Corriere della Sera'. 

In Germania sono stati registrati 9.113 nuovi casi di coronavirus e altri 508 decessi che portano il totale a oltre 67.000 dall'inizio della pandemia. Il bollettino aggiornato dell'Istituto Robert Koch parla di 2.369.719 contagi con 67.206 morti. I casi attivi sono circa 126.200 mentre sono 2.176.300 le persone guarite. 

 

Oltre 22mila nuovi casi di Covid in Francia. Dati in calo rispetto al giorno precedente quando contagi erano stati 25.018 di ieri e in aumento rispetto ai 21.063 casi dello scorso giovedì. I nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 271 rispetto ai 310 delle precedenti 24 ore. Il totale dei decessi in Francia è di 83.393. 

 

Vaccino covid dai medici di famiglia nel Lazio dal primo marzo: si parte con i 65enni. "Dal primo marzo al via le vaccinazioni dai medici di medicina generale. La novità, in attesa dell’atto ufficiale del ministero, è che si partirà dai nati nell’anno 1956 (65 anni) con il vaccino AstraZeneca", ha detto l'assessore alla Sanità e l’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, nel bollettino al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù. 

Aumentano i contagi da coronavirus a Milano e provincia. Sono 773, di cui 263 a Milano città. Brescia è sempre la seconda provincia per nuovi positivi, con 559 casi. A Bergamo sono 238, a Varese 209. A Mantova sono 121 i nuovi positivi, a Monza 96. Como ne conta 142, Cremona 93, Lecco 91; Lodi 53. Solo 10 a Sondrio, 119 a Pavia.  

 

Sono 501 i nuovi contagi da coronavirus in Piemonte secondo il bollettino di oggi. Registrati inoltre altri 16 morti. I nuovi casi positivi sono pari al 3,5% dei 14.438 tamponi eseguiti, di cui 8.647 antigenici. Dei 501 nuovi casi, gli asintomatici sono 195 (38,9 %). I casi sono 79 di screening, 279 contatti di caso, 143 con indagine in corso, 13 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 54 in ambito scolastico e 434 tra la popolazione generale.

Salgono a 324 i medici morti in Italia durante la pandemia di Covid. Secondo quanto si apprende dalla Fnomceo, Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, nelle ultime ore sono arrivati i nomi di 4 'caduti' iscritti a Genova, mancati mesi fa: sono Cesare Astrici, pediatra; Giustina Maria Greco, ex direttrice Reparto di Medicina d'urgenza e Pronto soccorso; Claudio Viscoli, ex direttore Clinica di Malattie infettive; Claudio Vivaldi.  

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato