ROMA, 120 morti premature per smog ogni anno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Lun, Lug
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

ROMA, 120 morti premature per smog ogni anno

ROMA, 120 morti premature per smog ogni anno

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Raggi, da novembre stop ai diesel euro 3 nell'area di Roma

 ROMA, 120 morti premature per smog ogni anno
ROMA, 120 morti premature per smog ogni anno

 

"L'aria che si respira a Roma causa, ogni anno, 120 morti premature (quasi una ogni 3 giorni), per il superamento del limite di legge sul biossido di azoto". È quanto sostiene la Onlus Cittadini per l'aria che ha divulgato questi dati in occasione del convegno 'Roma che aria respiriamo?' ai Musei Capitolini. Al convegno ha preso parte anche la sindaca Virginia Raggi. Riferendosi al biossido di azoto la Onlus spiega che "almeno il 27% dei cittadini di Roma vive in zone della città dove le concentrazioni di NO2 superano i 40μg/mü (il limite di legge).

Secondo i dati raccolti, inoltre, il 100% dei cittadini della Capitale è cronicamente esposto ad un livello di NO2 superiore a 20 μg/mü, soglia alla quale l'Organizzazione Mondiale della Sanità riconosce effetti nocivi per l'organismo umano". I dati presentati, spiegano 'i cittadini per l'aria', "si basano sull'elaborazione delle rilevazioni della campagna 'NO2, No Grazie', svoltasi a Roma nel febbraio 2018". "Le persone che vivono nell'area urbana di Roma sono esposte al biossido di azoto che deriva per la maggior parte dal traffico stradale - dichiara la Onlus -. Studi e ricerche in tutto il mondo hanno stabilito che respirare aria inquinata ha conseguenze sulla salute umana, specialmente su quella delle persone maggiormente suscettibili agli effetti dell'inquinamento atmosferico: i bambini, gli anziani e le persone con patologie cardiovascolari e respiratorie". Alla conferenza ha preso parte anche Salvaiciclisti Roma che ha pubblicato sul suo sito gli stessi dati.

"Dopo aver preso l'impegno nella conferenza C40 di eliminare i diesel in una zona di Roma dal 2024, dal 1 novembre di quest'anno inizieremo eliminando le auto diesel euro 3 dall'anello ferroviario (un anello che racchiude il centro e le zone semicentrali di Roma, ndr). I diesel Euro 3 non potranno più circolare all'interno della Ztl Anello ferroviario dal lunedì al venerdì". Lo annuncia la sindaca di Roma Virginia Raggi. "I proprietari delle auto Diesel Euro 3 non saranno contenti, visto che questa misura solo per i residenti della zona impatta su 24 mila veicoli. Noi sappiamo che creerà disagi, non viviamo su Marte, ma sappiamo anche che avrà effetti benefici sulla loro salute, dei loro figli e su quella di tutti i cittadini. Negli anni questi divieti saranno estesi a tutta la città e, a scalare, anche ad altre motorizzazioni", spiega la prima cittadina in occasione di una conferenza sulla qualità dell'aria.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook