TREVISO, choc anafilattico in pizzeria, muore bambina di 12 anni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Ago
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

TREVISO, choc anafilattico in pizzeria, muore bambina di 12 anni

TREVISO, choc anafilattico in pizzeria, muore bambina di 12 anni

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

È successo venerdì sera. La ragazzina è deceduta a causa dell’allergia alle proteine del latte. Inutili i tentativi di rianimazione

TREVISO, choc anafilattico in pizzeria, muore bambina di 12 anni
TREVISO, choc anafilattico in pizzeria, muore bambina di 12 anni

 

Si è sentita male al ristorante ed è morta nel giro di pochi minuti. È deceduta così una bambina di 12 anni. Le è stato fatale uno choc anafilattico causato dall’allergia alle proteine del latte con cui conviveva sin dalla nascita. Il dramma è accaduto venerdì sera a Villorba di Treviso. Quando a ristorante la ragazzina ha cominciato a stare male, come riportato dalla Tribuna di Treviso, è stata allertata la madre che si trovava a casa. La bambina è stata portata velocemente a casa, dove è stata soccorsa con la puntura di adrenalina. Dopo la prima adrenalina, sembrava stare meglio, poi la ricaduta. Sul posto è intervenuto anche il 118, che ha tentato invano di rianimare la piccola, che è morta per arresto cardiaco intorno alle 22, di fronte ai suoi genitori.

La vittima

La bambina era animatrice all’oratorio di Visnadello e aveva concluso quest’anno la terza media. Si sarebbe dovuta iscrivere all’istituto Palladio di Treviso per studiare grafica. La sua famiglia era molto conosciuta nella zona. Tutti erano a conoscenza dell’allergia della ragazzina. Conviveva da sempre con crisi anafilattiche, utilizzando farmaci e punture. L’ultima crisi circa tre mesi fa, mentre era in vacanza assieme ai genitori. Decisive, come ogni volta, i soccorsi del padre e della madre, che negli anni erano diventati esperti. I funerali si dovrebbero svolgere nella giornata di martedì nella chiesa parrocchiale di Visnadello di Spresiano.

Choc anafilattico

Lo choc anafilattico è una reazione allergica grave e potenzialmente letale. Le cause più comuni sono da cercare nel contatto o nel consumo di alimenti (soprattutto arachidi), farmaci e veleno degli insetti. Nel caso della ragazzina morta a Villorba di Treviso, è stata decisiva l’allergia alle proteine del latte. Quella al latte, è una delle allergie alimentari più frequenti nei bambini. I sintomi iniziano poco dopo il consumo di latte e spesso includono: rossore del viso, prurito, costrizione delle vie aeree, gola gonfia che rende difficile la respirazione, calo della pressione sanguigna, collasso.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook