Coronavirus, Galli: "Grande scommessa ruota su Milano"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
08
Sab, Ago
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Coronavirus, Galli: "Grande scommessa ruota su Milano"

Coronavirus, Galli: "Grande scommessa ruota su Milano"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Siamo già in una situazione molto complessa, soprattutto in alcune aree del Paese e della Lombardia.

Coronavirus, Galli:
Coronavirus, Galli: "Grande scommessa ruota su Milano"

 

La grande scommessa, perdonatemi se lo dico, è vedere quanto riusciamo tenere fuori Milano e l'area metropolitana da una manifestazione di massa" della Covid-19. Così Massimo Galli, responsabile di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano, in prima linea contro l'emergenza Covid-19, e ordinario dell'università Statale del capoluogo lombardo, ospite in collegamento telefonico a 'Mezz'ora in più' su Rai3. L'esperto invita infatti a considerare "tutto quello che comporterebbe" questa evenienza "a carico degli ospedali".

"Non chiedo misure più drastiche. Chiedo che si completi una serie di azioni di contenimento a livello dei territori in senso stretto". Quella contro il coronavirus "è una battaglia che vinciamo negli ospedali, ma questi sono retrovie. Finché continuano a ricevere malati dal campo di battaglia è evidente che non potranno che collassare un giorno o l'altro", aggiunge.

"Il discorso è che la battaglia va vinta sul territorio. C'è da fare ancora qualcosa in più secondo me, soprattutto nelle aree in cui abbiamo una quantità sempre maggiore di nuovi casi, per completare la valutazione in termini epidemiologici, per seguire i contatti e fare in modo che possano essere quarantenanti. Questo tipo di cose a cui non possiamo rinunciare se vogliamo finire presto" con l'emergenza.

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook